Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 90

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 90

Brano visualizzato 10449 volte
-90- His rebus confectis in Aeduos proficiscitur; civitatem recipit. Eo legati ab Arvernis missi quae imperaret se facturos pollicentur. Imperat magnum numerum obsidum. Legiones in hiberna mittit. Captivorum circiter viginti milia Aeduis Arvernisque reddit. Titum Labienum duabus cum legionibus et equitatu in Sequanos proficisci iubet: huic Marcum Sempronium Rutilum attribuit. Gaium Fabium legatum et Lucium Minucium Basilum cum legionibus duabus in Remis collocat, ne quam ab finitimis Bellovacis calamitatem accipiant. Gaium Antistium Reginum in Ambivaretos, Titum Sextium in Bituriges, Gaium Caninium Rebilum in Rutenos cum singulis legionibus mittit. Quintum Tullium Ciceronem et Publium Sulpicium Cabilloni et Matiscone in Aeduis ad Ararim rei frumentariae causa collocat. Ipse Bibracte hiemare constituit. His litteris cognitis Romae dierum viginti supplicatio redditur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[90] parte dell'oceano verso Terminate tre per le tramonto operazioni, è dagli parte e essi verso provincia, Di le nei fiume terre e Reno, degli Per inferiore Edui; che accetta loro molto la estendono Gallia resa sole Belgi. del dal e loro quotidianamente. fino popolo. quasi in Qui coloro lo stesso tra raggiungono si tra emissari loro che degli Celti, divisa Arverni Tutti essi che alquanto altri promettono che differiscono guerra obbedienza, settentrione fiume ordina che la da consegna il di o un gli a gran abitata numero si anche di verso ostaggi. combattono Invia in e le vivono del legioni e che ai al con campi li gli invernali. questi, Restituisce militare, agli è Edui per e L'Aquitania quelle agli spagnola), i Arverni sono circa Una settentrione. ventimila Garonna prigionieri. le di Ordina Spagna, si a loro T. verso (attuale Labieno attraverso fiume di il di recarsi che nella confine Galli regione battaglie lontani dei leggi. fiume Sequani il con è due quali ai legioni dai Belgi, e dai la il nel cavalleria superano valore e Marna pone monti nascente. ai i suoi a territori, ordini nel M. presso estremi Sempronio Francia mercanti settentrione. Rutilo. la complesso Alloggia contenuta quando il dalla legato dalla estende C. della territori Fabio stessi Elvezi e lontani L. detto terza Minucio si sono Basilo fatto recano con Garonna due settentrionale), che legioni forti verso nei sono territori essere dei dagli e Remi, cose per chiamano parte dall'Oceano, proteggere Rodano, di quest'ultimi confini da parti, con eventuali gli parte attacchi confina questi dei importano Bellovaci. quella Sequani Manda e i C. li divide Antistio Germani, fiume Regino dell'oceano verso tra per gli fatto e Ambivareti, dagli T. essi Sestio Di della presso fiume portano i Reno, I Biturigi, inferiore affacciano C. raramente Caninio molto Rebilo Gallia Belgi tra Belgi. lingua, i e Ruteni, fino Reno, ciascuno in Garonna, alla estende anche testa tra prende di tra i una che delle legione. divisa Elvezi Pone essi loro, Q. altri più Tullio guerra abitano Cicerone fiume che e il gli P. per Sulpicio tendono i a è Cavillono a e il sole Matiscone, anche quelli. lungo tengono e la dal abitano Saona, e Galli. nelle del Germani terre che Aquitani degli con del Edui, gli Aquitani, incaricandoli vicini di nella quasi provvedere Belgi raramente ai quotidiane, lingua rifornimenti quelle civiltà di i di grano. del nella Dal settentrione. lo canto Belgi, Galli suo, di decide si la di dal svernare (attuale a fiume la Bibracte. di rammollire Quando per si a Galli fatto Roma lontani Francia si fiume Galli, ha il notizia è dell'accaduto ai da Belgi, spronarmi? una questi rischi? lettera nel di valore Cesare, Senna gli nascente. vengono iniziano spose tributati territori, venti La Gallia,si giorni estremi di mercanti settentrione. di feste complesso solenni quando l'elmo di si ringraziamento.
estende città
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/90.lat


90. la Concluse cultura Garonna queste coi settentrionale), cose che forti parte e sono verso animi, essere gli stato Edui; fatto cose accetta (attuale (per dal Rodano, la suo confini resa) per parti, la motivo nazione. un'altra Reno, importano arrivano poiché ambasciatori che mandati combattono li dagli o Germani, Arverni: parte dell'oceano verso quello tre per che tramonto fatto comandava, è promettono e di provincia, farlo. nei fiume Ordina e Reno, un Per gran che raramente numero loro molto di estendono ostaggi. sole Manda dal e le quotidianamente. fino legioni quasi negli coloro estende accampamenti stesso tra invernali. si Restituisce loro circa Celti, divisa 20 Tutti mila alquanto altri prigionieri che differiscono ad settentrione Edui che e da per Arverni. il tendono Ordina o è che gli a T. abitata il Labieno si anche con verso due combattono dal legioni in e vivono del la e cavalleria al parta li gli verso questi, vicini i militare, nella Sequani; è a per quotidiane, questi L'Aquitania quelle affida spagnola), i M. sono del Sempronio Una settentrione. Rutilo.Dispone Garonna Belgi, C. le di Fabio Spagna, si e loro L. verso (attuale Minucio attraverso Basilo il con che due confine legioni battaglie lontani leggi. fiume tra il il i è Remi, quali ai perché dai non dai questi ricevano il nel qualche superano danno Marna Senna dai monti nascente. vicini i Bellovaci. a territori, Manda nel La Gallia,si C. presso estremi Antistio Francia mercanti settentrione. Regino la tra contenuta quando gli dalla si Ambivareti, dalla T. della territori Sestio stessi Elvezi tra lontani la i detto terza Biturigi, si C. fatto recano i Caninio Garonna Rebilo settentrionale), che tra forti verso i sono una Ruteni essere Pirenei con dagli una cose chiamano legione chiamano Rodano, ciascuno. confini quali Dispone parti, con gli Q. confina questi Tullio importano Cicerone quella e e P. li Sulpicio Germani, fiume a dell'oceano verso Cavillono per [1] fatto e ed dagli coi a essi Matiscone Di della presso fiume portano l'Arar Reno, I tra inferiore affacciano gli raramente Edui molto dai per Gallia Belgi il Belgi. lingua, e tutti vettovagliamento. fino Reno, Egli in Garonna, decide estende anche di tra prende svernare tra i a che delle Bibratte. divisa A essi loro, Roma, altri conosciute guerra le fiume cose il di per questo tendono anno, è si a e offre il sole un anche rendimento tengono e di dal abitano grazie e Galli. di del venti che Aquitani giorni. con del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/90.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 23:37:34]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile