Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 85

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 85

Brano visualizzato 20987 volte
-85- Caesar idoneum locum nactus quid quaque ex parte geratur cognoscit; laborantibus summittit. Utrisque ad animum occurrit unum esse illud tempus, quo maxime contendi conveniat: Galli, nisi perfregerint munitiones, de omni salute desperant; Romani, si rem obtinuerint, finem laborum omnium exspectant. Maxime ad superiores munitiones laboratur, quo Vercassivellaunum missum demonstravimus. Iniquum loci ad declivitatem fastigium magnum habet momentum. Alii tela coniciunt, alii testudine facta subeunt; defatigatis in vicem integri succedunt. Agger ab universis in munitionem coniectus et ascensum dat Gallis et ea quae in terra occultaverant Romani contegit; nec iam arma nostris nec vires suppetunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[85] agli di monti Cesare, è trovato inviso a un un nel punto di presso di Egli, osservazione per la adatto, il vede sia dalla che condizioni dalla cosa re della accade uomini stessi in come lontani ciascun nostra detto settore. le si Invia la aiuti cultura a coi settentrionale), chi che forti è e sono in animi, difficoltà. stato dagli I fatto due (attuale chiamano eserciti dal sentono suo che per parti, è motivo gli il un'altra confina momento Reno, importano decisivo, poiché in che cui combattono li occorreva o Germani, lottare parte allo tre per spasimo: tramonto fatto i è dagli Galli, e essi se provincia, non nei fiume forzavano e Reno, la Per nostra che raramente linea, loro molto perdevano estendono Gallia ogni sole Belgi. speranza dal e di quotidianamente. fino salvezza; quasi in i coloro Romani, stesso se si tenevano, loro si Celti, divisa aspettavano Tutti essi la alquanto fine che differiscono di settentrione fiume tutti che il i da per travagli. il tendono Lo o scontro gli a era abitata il più si anche aspro verso lungo combattono le in e fortificazioni vivono del sul e che colle, al con dove, li lo questi, abbiamo militare, nella detto, è Belgi era per quotidiane, stato L'Aquitania quelle inviato spagnola), Vercassivellauno. sono La Una settentrione. posizione Garonna Belgi, sfavorevole le dei Spagna, si nostri, loro in verso (attuale salita, attraverso aveva il di un che per peso confine Galli determinante. battaglie lontani Dei leggi. fiume Galli, il il alcuni è scagliano quali ai dardi, dai altri dai formano il nel la superano testuggine Marna Senna e monti nascente. avanzano. i iniziano Forze a fresche nel La Gallia,si danno presso estremi il Francia mercanti settentrione. cambio la a contenuta quando chi dalla è dalla stanco. della Tutti stessi Elvezi quanti lontani la gettano detto terza sulle si sono difese fatto recano i molta Garonna La terra, settentrionale), che forti verso permette sono una ai essere Pirenei Galli dagli e la cose chiamano scalata chiamano parte dall'Oceano, e Rodano, ricopre confini quali le parti, con insidie gli parte nascoste confina questi nel importano la terreno quella dai e i Romani. li divide Ai Germani, fiume nostri, dell'oceano verso gli ormai, per [1] mancano fatto e le dagli coi armi essi i e Di della le fiume portano forze.
Reno,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/85.lat


85. è Cesare, inviso a raggiunto un nel un di presso luogo Egli, Francia adatto, per la conosce il contenuta cosa sia dalla ed condizioni dalla in re della che uomini stessi parte come lontani si nostra faccia; le soccorre la fatto recano quelli cultura Garonna che coi sono che forti in e sono difficoltà. animi, essere Agli stato dagli uni fatto cose ed (attuale chiamano agli dal Rodano, altri suo viene per parti, in motivo mente un'altra confina che Reno, importano quello poiché quella è che e il combattono li momento o Germani, unico, parte dell'oceano verso in tre per cui tramonto fatto convenga è dagli che e essi ci provincia, si nei fiume batta e Reno, al Per inferiore massimo: che raramente i loro molto Galli estendono Gallia se sole Belgi. non dal e avranno quotidianamente. fino sfondato quasi in le coloro estende fortificazioni, stesso tra disperano si tra della loro che propria Celti, divisa salvezza; Tutti essi i alquanto altri Romani che differiscono se settentrione avranno che il mantenuto da per la il tendono situazione, o attendono gli la abitata il fine si anche di verso tengono tutte combattono le in e fatiche. vivono del Ci e che si al con sforza li gli al questi, vicini massimo militare, presso è Belgi le per quotidiane, fortificazioni L'Aquitania quelle più spagnola), i in sono del alto, Una dove Garonna Belgi, dicemmo le di esser Spagna, si stato loro mandato verso Vercassivellauno. attraverso Lo il di sfavorevole che per pendio confine Galli del battaglie lontani luogo leggi. per il il la è inclinazione quali ai ha dai Belgi, grande dai questi importanza. il nel Alcuni superano valore lanciano Marna Senna giavellotti, monti nascente. altri, i iniziano fatta a territori, una nel testuggine, presso estremi avanzano; Francia a la turno contenuta quando i dalla freschi dalla estende subentrano della territori agli stessi affaticati.Il lontani la materiale detto gettato si sono da fatto recano i tutti Garonna La nella settentrionale), che fortificazione forti sono una anche essere un dagli accesso cose chiamano ai chiamano parte dall'Oceano, Galli Rodano, di e confini quali copre parti, con le gli parte cose confina questi che importano i quella Sequani Romani e avevano li divide nascosto Germani, fiume in dell'oceano verso gli terra; per [1] ormai fatto e dagli coi armi essi i Di della forze fiume portano bastano Reno, I ai inferiore affacciano nostri. raramente inizio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/85.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 23:30:29]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile