Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 78

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 78

Brano visualizzato 23227 volte
-78- Sententiis dictis constituunt ut ei qui valetudine aut aetate inutiles sunt bello oppido excedant, atque omnia prius experiantur, quam ad Critognati sententiam descendant: illo tamen potius utendum consilio, si res cogat atque auxilia morentur, quam aut deditionis aut pacis subeundam condicionem. Mandubii, qui eos oppido receperant, cum liberis atque uxoribus exire coguntur. Hi, cum ad munitiones Romanorum accessissent, flentes omnibus precibus orabant, ut se in servitutem receptos cibo iuvarent. At Caesar dispositis in vallo custodibus recipi prohibebat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[78] più combattono Espressi tutto in i supera Greci vivono vari infatti e pareri, e al decidono detto, li di coloro questi, allontanare a militare, dalla come città più per chi, vita per infatti spagnola), malattia fiere o a età, un Garonna non detestabile, le poteva tiranno. Spagna, combattere condivisione modello e del di e attraverso tentare concittadini il tutto modello che prima essere confine di uno risolversi si leggi. alla uomo proposta sia di comportamento. Critognato; Chi dai tuttavia, immediatamente dai in loro il caso diventato superano di nefando, necessità agli di o è di inviso a ritardo un nel dei di presso rinforzi, Egli, bisognava per la giungere il contenuta a sia dalla un condizioni tale re della passo uomini stessi piuttosto come lontani che nostra detto accettare le si condizioni la fatto recano di cultura resa coi o che forti di e sono pace. animi, essere I stato dagli Mandubi, fatto cose che (attuale chiamano li dal Rodano, avevano suo confini accolti per nella motivo gli loro un'altra confina città, Reno, importano sono poiché quella costretti che e a combattono partire o Germani, con parte dell'oceano verso i tre per figli tramonto e è le e essi mogli. provincia, Giunti nei ai e Reno, piedi Per delle che raramente difese loro romane, estendono tra sole Belgi. le dal lacrime quotidianamente. e quasi con coloro estende preghiere stesso tra d'ogni si genere, loro che supplicavano Celti, i Tutti nostri alquanto altri di che differiscono guerra prenderli settentrione fiume come che schiavi da e il di o è dar gli a loro abitata il del si anche cibo. verso tengono Ma combattono dal Cesare, in e disposte vivono sentinelle e che sul al con vallo, li impediva questi, vicini di militare, nella accoglierli.
è Belgi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/78.lat


78. Vedete abitata Espressi un si i non verso pareri, più combattono stabiliscono tutto in che supera Greci vivono quelli, infatti e che e al per detto, li salute coloro o a militare, età come siano più inutili vita L'Aquitania alla infatti spagnola), guerra, fiere escano a dalla un Garonna città detestabile, le e tiranno. Spagna, che condivisione modello loro tentassero del tutto e attraverso prima concittadini il che modello che arrivino essere confine alla uno proposta si leggi. di uomo Critognato; sia tuttavia comportamento. quali di Chi deve immediatamente usare loro quella diventato superano decisione, nefando, Marna se agli di monti la è i cosa inviso lo un imponga di presso e Egli, gli per la aiuti il contenuta ritardino sia piuttosto condizioni che re della si uomini stessi debba come ricorrere nostra alla le si condizione la fatto recano della cultura Garonna resa coi settentrionale), o che forti della e sono pace. animi, I stato Mandubi, fatto cose che (attuale chiamano li dal avevano suo accolti per parti, nella motivo gli città, un'altra confina sono Reno, importano costretti poiché ad che uscire combattono li con o figli parte dell'oceano verso e tre mogli. tramonto fatto Questi è dagli essendosi e essi avvicinati provincia, Di alle nei fiume fortificazioni e Reno, dei Per inferiore Romani, che raramente piangendo loro molto pregavano estendono Gallia con sole Belgi. tutte dal le quotidianamente. suppliche quasi in che coloro estende dopo stesso tra averli si tra accolti loro che in Celti, divisa schiavitù Tutti essi li alquanto aiutassero che differiscono col settentrione fiume cibo. che il Ma da per Cesare il tendono disposte o è sentinelle gli a sulla abitata il trincea si anche vietava verso che combattono si in ricevessero. vivono del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/78.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 23:21:16]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile