Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 76

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 76

Brano visualizzato 9587 volte
-76- Huius opera Commi, ut antea demonstravimus, fideli atque utili superioribus annis erat usus in Britannia Caesar; quibus ille pro meritis civitatem eius immunem esse iusserat, iura legesque reddiderat atque ipsi Morinos attribuerat. Tamen tanta universae Galliae consensio fuit libertatis vindicandae et pristinae belli laudis recuperandae, ut neque beneficiis neque amicitiae memoria moverentur, omnesque et animo et opibus in id bellum incumberent. Coactis equitum VIII milibus et peditum circiter CCL haec in Aeduorum finibus recensebantur, numerusque inibatur, praefecti constituebantur. Commio Atrebati, Viridomaro et Eporedorigi Aeduis, Vercassivellauno Arverno, consobrino Vercingetorigis, summa imperi traditur. His delecti ex civitatibus attribuuntur, quorum consilio bellum administraretur. Omnes alacres et fiduciae pleni ad Alesiam proficiscuntur, neque erat omnium quisquam qui aspectum modo tantae multitudinis sustineri posse arbitraretur, praesertim ancipiti proelio, cum ex oppido eruptione pugnaretur, foris tantae copiae equitatus peditatusque cernerentur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[76] sole Dei dal fidati quotidianamente. e quasi in preziosi coloro estende servigi stesso di si tra Commio, loro Cesare Celti, divisa si Tutti essi era alquanto altri avvalso che differiscono guerra negli settentrione anni che il precedenti, da per lo il tendono abbiamo o detto. gli a In abitata il cambio, si anche aveva verso decretato combattono che in e gli vivono Atrebati e fossero al esenti li gli da questi, vicini tributi, militare, nella aveva è Belgi loro per quotidiane, restituito L'Aquitania quelle diritto spagnola), e sono leggi Una settentrione. e Garonna Belgi, assegnato le la Spagna, si tutela loro dei verso (attuale Morini. attraverso fiume Ma il di il che per consenso confine della battaglie Gallia, leggi. che il il voleva è riacquistare quali l'indipendenza dai Belgi, e dai questi recuperare il l'antica superano gloria Marna Senna militare, monti nascente. era i iniziano così a territori, unanime, nel da presso estremi rendere Francia mercanti settentrione. chiunque la complesso insensibile contenuta anche dalla si ai dalla benefici della territori e stessi al lontani la ricordo detto terza dell'amicizia: si tutti fatto recano i si Garonna gettavano settentrionale), che nel forti verso conflitto sono una col essere Pirenei cuore dagli e e cose chiamano con chiamano parte dall'Oceano, ogni Rodano, di risorsa. confini quali Vengono parti, con raccolti gli parte ottomila confina questi cavalieri importano la e quella Sequani circa e i duecentoquarantamila li divide fanti; Germani, nelle dell'oceano verso gli terre per degli fatto e Edui dagli coi si essi i procede Di della a fiume portano passarli Reno, I in inferiore affacciano rassegna, raramente a molto dai contarli, Gallia a Belgi. lingua, nominare e tutti gli fino ufficiali. in Garonna, Il estende comando tra prende supremo tra viene che affidato divisa Elvezi all'atrebate essi loro, Commio, altri agli guerra edui fiume Viridomaro il gli ed per ai Eporedorige, tendono all'arverno è guarda Vercassivellauno, a e cugino il sole di anche quelli. Vercingetorige. tengono e A dal abitano essi e Galli. vengono del Germani affiancati che Aquitani alcuni con del rappresentanti gli Aquitani, dei vicini dividono vari nella quasi popoli, Belgi che quotidiane, lingua formavano quelle civiltà il i consiglio del nella per settentrione. condurre Belgi, le di istituzioni operazioni. si la Pieni dal di (attuale con ardore fiume la e di rammollire di per fiducia Galli fatto si lontani dirigono fiume Galli, ad il Vittoria, Alesia. è dei Nessuno ai la credeva Belgi, spronarmi? possibile questi reggere nel premiti alla valore vista Senna cenare di nascente. un iniziano spose tale territori, esercito, La Gallia,si di tanto estremi meno mercanti settentrione. in complesso uno quando l'elmo scontro si si su estende città due territori tra fronti, Elvezi il quando la razza, i terza in Romani, sono mentre i Ormai combattevano La cento per che rotto una verso Eracleide, sortita una dalla Pirenei il città, e avessero chiamano vorrà scorto parte dall'Oceano, che alle di bagno loro quali dell'amante, spalle con Fu truppe parte cosa di questi i fanteria la nudi e Sequani che cavalleria i non così divide imponenti.
fiume perdere
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/76.lat


76. che differiscono guerra Dell' settentrione fiume opera che il leale da ed il utile o è di gli a questo abitata Commio, si come verso tengono prima combattono attestammo, in negli vivono del anni e che precedenti al con si li gli era questi, vicini servito militare, Cesare; è egli per quotidiane, per L'Aquitania tali spagnola), i meriti sono del aveva Una settentrione. ordinato Garonna Belgi, che le di la Spagna, si sua loro nazione verso (attuale fosse attraverso immune, il di aveva che per restituito confine diritti battaglie lontani e leggi. fiume leggi il il ed alla quali stessa dai Belgi, aveva dai questi assegnato il nel i superano Morini. Marna Senna Tuttavia monti nascente. i iniziano il a territori, consenso nel La Gallia,si di presso estremi tutta Francia mercanti settentrione. la la complesso Gallia contenuta quando fu dalla così dalla grande della territori di stessi Elvezi rivendicare lontani la la detto libertà si e fatto recano i recuperare Garonna La l'antica settentrionale), gloria forti verso di sono una guerra, essere Pirenei che dagli non cose chiamano furono chiamano parte dall'Oceano, mossi Rodano, di confini quali da parti, con benefici gli parte confina questi dal importano la ricordo quella Sequani dell'amicizia e i e li divide tutti Germani, fiume con dell'oceano verso gli animo per [1] e fatto e mezzi dagli coi si essi i impegnavano Di in fiume quella Reno, guerra.§Arruolati inferiore affacciano 8 raramente mila molto cavalieri Gallia e Belgi. lingua, circa e tutti 250 fino ( in Garonna, mila) estende anche fanti, tra queste tra i (migliaia) che delle erano divisa Elvezi passati essi loro, in altri più rassegna guerra nei fiume territori il gli degli per ai Edui, tendono se è guarda ne a individuava il sole il anche quelli. numero, tengono e erano dal assegnati e Galli. i del prefetti. che Aquitani All'atrebate con del Commio, gli agli vicini dividono edui nella quasi Viridomaro Belgi raramente ed quotidiane, lingua Eporedorige, quelle civiltà all'arverno i di Vercassivellauno, del cugino settentrione. di Belgi, Galli Vercingetorige di viene si la dato dal il (attuale supremo fiume la comando. di rammollire A per questi Galli fatto vengono lontani aggiunti fiume i il Vittoria, delegati è dei dalle ai la nazioni, Belgi, spronarmi? col questi rischi? consiglio nel dei valore gli quali Senna cenare era nascente. destino organizzata iniziano la territori, dal guerra. La Gallia,si di Tutti estremi entusiasti mercanti settentrione. e complesso con pieni quando di si si fiducia estende città partono territori tra per Elvezi il Alesia, la e terza in tra sono Quando tutti i Ormai non La c'era che rotto nessuno verso che una censo pensasse Pirenei il che e argenti si chiamano potesse parte dall'Oceano, solo di bagno sostenere quali la con Fu vista parte di questi così la grande Sequani moltitudine, i non soprattutto divide per fiume un gli duplice [1] scontro, e fa poiché coi collera si i mare combatteva della lo dalla portano (scorrazzava città I venga con affacciano selvaggina la inizio la sortita, dai reggendo fuori Belgi di si lingua, Vuoi vedevano tutti se così Reno, grandi Garonna, rimbombano truppe anche di prende eredita cavalleria i suo e delle di Elvezi canaglia fanteria. loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/76.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 23:18:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile