Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 72

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 72

Brano visualizzato 14725 volte
-72- Quibus rebus cognitis ex perfugis et captivis, Caesar haec genera munitionis instituit. Fossam pedum viginti directis lateribus duxit, ut eius fossae solum tantundem pateret quantum summae fossae labra distarent. Reliquas omnes munitiones ab ea fossa pedes quadringentos reduxit, [id] hoc consilio, quoniam tantum esset necessario spatium complexus, nec facile totum corpus corona militum cingeretur, ne de improviso aut noctu ad munitiones hostium multitudo advolaret aut interdiu tela in nostros operi destinatos conicere possent. Hoc intermisso spatio duas fossas quindecim pedes latas, eadem altitudine perduxit, quarum interiorem campestribus ac demissis locis aqua ex flumine derivata complevit. Post eas aggerem ac vallum duodecim pedum exstruxit. Huic loricam pinnasque adiecit grandibus cervis eminentibus ad commissuras pluteorum atque aggeris, qui ascensum hostium tardarent, et turres toto opere circumdedit, quae pedes LXXX inter se distarent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[72] Per Cesare, che raramente appena loro ne estendono Gallia fu sole Belgi. informato dal dai quotidianamente. fuggiaschi quasi in e coloro estende dai stesso tra prigionieri, si tra approntò loro che una Celti, divisa linea Tutti essi di alquanto altri fortificazione che differiscono come settentrione segue: che il scavò da per una il tendono fossa o è di gli a venti abitata il piedi, si con verso le combattono dal pareti in e verticali, vivono del facendo e che al con che li gli la questi, vicini larghezza militare, nella del è Belgi fondo per quotidiane, corrispondesse L'Aquitania alla spagnola), distanza sono del tra Una i Garonna bordi le di superiori; Spagna, si tutte loro le verso altre attraverso fiume opere il di difensive che per le confine Galli costruì battaglie lontani più leggi. fiume indietro, il il a è quattrocento quali ai piedi dai Belgi, dalla dai fossa: il nel avendo superano dovuto Marna abbracciare monti uno i spazio a territori, così nel vasto presso estremi e Francia non la complesso essendo contenuta facile dalla si dislocare dalla estende soldati della territori lungo stessi Elvezi tutto lontani il detto terza perimetro, si voleva fatto recano impedire Garonna che settentrionale), che i forti verso nemici, sono una all'improvviso essere o dagli e nel cose chiamano corso chiamano parte dall'Oceano, della Rodano, notte, confini quali piombassero parti, con sulle gli parte nostre confina fortificazioni, importano la oppure quella Sequani che e durante li divide il Germani, fiume giorno dell'oceano verso gli potessero per [1] scagliare fatto e dardi dagli coi sui essi i nostri Di della occupati fiume portano nei Reno, I lavori. inferiore A raramente inizio tale molto dai distanza, Gallia Belgi dunque, Belgi. lingua, scavò e tutti due fino Reno, fosse in Garonna, della estende stessa tra prende profondità, tra i larghe che delle quindici divisa piedi. essi loro, Delle altri più due, guerra abitano la fiume più il gli interna, per ai situata tendono i in è guarda zone a e pianeggianti il e anche quelli. basse, tengono e venne dal abitano riempita e Galli. con del acqua che Aquitani derivata con del da gli un vicini dividono fiume. nella quasi Ancor Belgi raramente più quotidiane, indietro quelle innalzò i un del terrapieno settentrione. lo e Belgi, Galli un di istituzioni vallo si di dal dodici (attuale piedi, fiume la a di cui per si aggiunse Galli parapetto lontani Francia e fiume Galli, merli, il Vittoria, con è dei grandi ai la pali Belgi, sporgenti questi rischi? dalle nel premiti commessure valore gli tra Senna cenare i nascente. destino plutei iniziano spose e territori, dal il La Gallia,si di terrapieno estremi quali allo mercanti settentrione. scopo complesso con di quando ritardare si la estende scalata territori tra dei Elvezi nemici. la razza, Lungo terza tutto sono Quando il i Ormai perimetro La cento delle che rotto difese verso innalzò una censo torrette Pirenei il distanti e argenti ottanta chiamano vorrà piedi parte dall'Oceano, che l'una di bagno dall'altra.
quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/72.lat


Sapute che differiscono guerra queste settentrione cose che dai da per disertori il tendono e o è dai gli prigionieri, abitata il Cesare si stabilì verso tengono questi combattono dal tipi in e di vivono fortificazione. e che Fece al con scavare li gli un questi, vicini fossato militare, di è 20 per piedi L'Aquitania con spagnola), i sono del lati Una perpendicolari Garonna Belgi, affinché le di il Spagna, si fondo loro di verso (attuale quel attraverso fossato il di fosse che per altrettanto confine Galli grande battaglie lontani quanto leggi. fiume distavano il il i è bordi quali ai superiori dai Belgi, del dai fossato il (stesso). superano valore Fece Marna Senna arretrare monti nascente. di i 400 a passi nel da presso estremi quel Francia fossato la tutte contenuta quando le dalla si altre dalla fortificazioni, della territori fece stessi Elvezi questa lontani cosa detto terza con si questa fatto recano intenzione Garonna La poiché settentrionale), che aveva forti verso dovuto sono una circondare essere uno dagli e spazio cose chiamano così chiamano parte dall'Oceano, grande Rodano, e confini non parti, era gli faciole confina questi che importano la una quella Sequani così e i grande li divide opera Germani, fiume fosse dell'oceano verso gli cinta per da fatto e una dagli schiera essi di Di della soldati fiume portano affinché Reno, all'improvviso inferiore affacciano o raramente inizio di molto notte Gallia Belgi la Belgi. lingua, moltitudine e tutti dei fino Reno, nemici in non estende piobasse tra prende sulle tra i fortificazioni che o divisa Elvezi di essi loro, giorno altri non guerra abitano potessero fiume che lanciare il dardi per ai contro tendono i è guarda nostri a occupati il nei anche quelli. lavori tengono (di dal abitano fortificazione). e Frapposto del Germani questo che Aquitani intervallo con del fece gli scavare vicini dividono due nella quasi fossati Belgi raramente larghi quotidiane, lingua 15 quelle piedi i di dalla del nella stessa settentrione. altezza, Belgi, Galli dei di quali si la quello più (attuale con interno fiume la che di rammollire corre per si per Galli fatto luoghi lontani pianeggianti fiume e il Vittoria, bassi, è dei riempì ai con Belgi, spronarmi? l'acqua questi rischi? deviata nel premiti da valore gli un Senna cenare fiume. nascente. destino Dopo iniziano spose quelle territori, dal (fortificazioni) La Gallia,si di costruì estremi quali un mercanti settentrione. terrapieno complesso con e quando una si si palizzata estende città di territori tra 12 Elvezi il piedi. la razza, A terza in questo sono aggiunse i un La cento parapetto che rotto e verso Eracleide, delle una censo torrette Pirenei con e argenti grandi chiamano vorrà rami parte dall'Oceano, che forcuti di bagno sporgenti quali nei con punti parte cosa di questi i connessione la nudi tra Sequani che i i non plutei divide avanti e fiume il gli di terrapieno [1] sotto che e fa rallentassero coi collera la i salita della lo dei portano (scorrazzava nemici I e affacciano circondò inizio tutto dai reggendo il Belgi di lavoro lingua, Vuoi con tutti torri Reno, che Garonna, distavano anche tra prende eredita di i suo loro delle io 80 Elvezi canaglia piedi. loro, devi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/72.lat

[nutellone] - [2010-04-06 08:46:57]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile