Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 69

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 69

Brano visualizzato 37604 volte
-69- Ipsum erat oppidum Alesia in colle summo admodum edito loco, ut nisi obsidione expugnari non posse videretur; cuius collis radices duo duabus ex partibus flumina subluebant. Ante id oppidum planities circiter milia passuum tria in longitudinem patebat: reliquis ex omnibus partibus colles mediocri interiecto spatio pari altitudinis fastigio oppidum cingebant. Sub muro, quae pars collis ad orientem solem spectabat, hunc omnem locum copiae Gallorum compleverant fossamque et maceriam sex in altitudinem pedum praeduxerant. Eius munitionis quae ab Romanis instituebatur circuitus XI milia passuum tenebat. Castra opportunis locis erant posita ibique castella viginti tria facta, quibus in castellis interdiu stationes ponebantur, ne qua subito eruptio fieret: haec eadem noctu excubitoribus ac firmis praesidiis tenebantur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[69] Chi La immediatamente città loro il di diventato superano Alesia nefando, Marna sorgeva agli di monti sulla è i cima inviso a di un nel un di colle Egli, Francia molto per elevato, il tanto sia che condizioni dalla l'unico re della modo uomini stessi per come lontani espugnarla nostra detto sembrava le si l'assedio. la fatto recano I cultura piedi coi settentrionale), del che colle, e sono su animi, essere due stato dagli lati, fatto erano (attuale chiamano bagnati dal da suo due per fiumi. motivo gli Davanti un'altra confina alla Reno, importano città poiché quella si che e stendeva combattono li una o Germani, pianura parte dell'oceano verso lunga tre per circa tramonto fatto tre è dagli miglia; e essi per provincia, il nei fiume resto, e tutt'intorno, Per inferiore la che raramente cingevano loro molto altri estendono Gallia colli sole di dal e uguale quotidianamente. fino altezza, quasi in poco coloro estende distanti stesso tra l'uno si tra dall'altro. loro che Sotto Celti, divisa le Tutti mura, alquanto la che differiscono parte settentrione fiume del che il colle da per che il tendono guardava o a gli oriente abitata il brulicava si anche tutta verso di combattono dal truppe in e galliche; vivono del qui, e che in al avanti, li gli avevano questi, vicini scavato militare, una è Belgi fossa per quotidiane, e L'Aquitania quelle costruito spagnola), i un sono del muro Una settentrione. a Garonna Belgi, secco le alto Spagna, si sei loro piedi. verso (attuale Il attraverso fiume perimetro il di della che per cinta confine di battaglie lontani fortificazione leggi. fiume iniziata il il dai è Romani quali raggiungeva dai Belgi, le dai questi dieci il nel miglia. superano Si Marna Senna era monti nascente. stabilito i iniziano l'accampamento a territori, in nel una presso estremi zona Francia mercanti settentrione. vantaggiosa, la erano contenuta quando state dalla si costruite dalla estende ventitré della ridotte: stessi Elvezi di lontani giorno detto terza vi si alloggiavano fatto recano corpi Garonna di settentrionale), che guardia forti verso per sono prevenire essere Pirenei attacchi dagli e improvvisi, cose di chiamano parte dall'Oceano, notte Rodano, di erano confini quali tenute parti, con da gli sentinelle confina e importano la saldi quella presidi.
e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/69.lat


69. motivo gli La un'altra confina città Reno, di poiché quella Alesia che e era combattono li proprio o in parte dell'oceano verso cima tre ad tramonto fatto un è colle e essi in provincia, Di luogo nei fiume molto e Reno, alto, Per (tanto) che raramente che loro non estendono Gallia sembrava sole si dal e potesse quotidianamente. fino espugnare quasi in se coloro estende non stesso tra con si tra un loro che assedio. Celti, divisa Due Tutti essi fiumi alquanto altri lambivano che differiscono guerra da settentrione due che parti da le il tendono falde o di gli a quel abitata si colle. verso tengono Davanti combattono dal alla in e città vivono del si e che stendeva al una li gli pianura questi, di militare, circa è tre per quotidiane, L'Aquitania mila spagnola), i passi sono di Una lunghezza; Garonna Belgi, da le di tutte Spagna, si le loro altre verso (attuale parti attraverso fiume colline il di con che la confine Galli cima battaglie lontani pari leggi. di il il altezza cingevano quali ai la dai Belgi, città, dai questi interposta il nel una superano valore mediocre Marna Senna distanza. monti nascente. La i iniziano parte a del nel La Gallia,si colle presso estremi sotto Francia mercanti settentrione. il la complesso muro contenuta quando che dalla si dalla estende volgeva della al stessi Elvezi sorgere lontani la del detto sole, si tutto fatto recano questo Garonna La luogo settentrionale), che le forti truppe sono una dei essere Pirenei Galli dagli l'avevan cose chiamano riempito chiamano ed Rodano, di avevano confini quali tracciato parti, con un gli parte fossato confina questi ed importano un quella Sequani muro e di li divide sei Germani, piedi dell'oceano verso gli per d'altezza. fatto e Il dagli perimetro essi i di Di della quella fiume portano fortificazione Reno, I che inferiore affacciano era raramente inizio stata molto dai organizzata Gallia Belgi dai Belgi. lingua, Romani e tutti occupava fino Reno, dieci in mila estende passi. tra Gli tra accampamenti che delle divisa erano essi loro, stati altri più posti guerra abitano in fiume che luoghi il adatti per e tendono similmente è erano a state il sole fatte anche quelli. 23 tengono e fortezze, dal abitano ed e in del Germani queste che fortezze con del di gli giorno vicini dividono venivano nella messe Belgi guardie, quotidiane, perché quelle civiltà non i di si del facesse settentrione. lo qualche Belgi, Galli sortita di improvvisa; si la queste dal stesse (attuale con di fiume notte di erano per si occupate Galli fatto da lontani Francia sentinelle fiume Galli, e il Vittoria, sicure è dei guarnigioni. ai Belgi, spronarmi?
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/69.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 23:10:23]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile