Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 63

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 63

Brano visualizzato 7894 volte
-63- Defectione Aeduorum cognita bellum augetur. Legationes in omnes partes circummittuntur: quantum gratia, auctoritate, pecunia valent, ad sollicitandas civitates nituntur; nacti obsides, quos Caesar apud eos deposuerat, horum supplicio dubitantes territant. Petunt a Vercingetorige Aedui ut ad se veniat rationesque belli gerendi communicet. Re impetrata contendunt ut ipsis summa imperi tradatur, et re in controversiam deducta totius Galliae concilium Bibracte indicitur. Eodem conveniunt undique frequentes. Multitudinis suffragiis res permittitur: ad unum omnes Vercingetorigem probant imperatorem. Ab hoc concilio Remi, Lingones, Treveri afuerunt: illi, quod amicitiam Romanorum sequebantur; Treveri, quod aberant longius et ab Germanis premebantur, quae fuit causa quare toto abessent bello et neutris auxilia mitterent. Magno dolore Aedui ferunt se deiectos principatu, queruntur fortunae commutationem et Caesaris indulgentiam in se requirunt, neque tamen suscepto bello suum consilium ab reliquis separare audent. Inviti summae spei adulescentes Eporedorix et Viridomarus Vercingetorigi parent.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[63] in e Quando vivono del si e viene al a li sapere questi, vicini della militare, defezione è Belgi degli per quotidiane, Edui, L'Aquitania quelle la spagnola), i guerra sono del divampa Una settentrione. ancor Garonna Belgi, più. le di Si Spagna, inviano loro ambascerie verso (attuale ovunque: attraverso fiume ogni il di risorsa che per a confine Galli loro battaglie lontani disposizione, leggi. fiume che il il fosse è il quali prestigio, dai Belgi, l'autorità dai questi o il nel il superano valore denaro, Marna Senna la monti impiegano i iniziano per a territori, sollevare nel La Gallia,si gli presso estremi altri Francia mercanti settentrione. popoli. la Sfruttano contenuta quando gli dalla si ostaggi dalla estende lasciati della territori da stessi Cesare lontani in detto loro si sono custodia, fatto recano i minacciano Garonna La di settentrionale), metterli forti verso a sono una morte essere Pirenei e, dagli e così, cose chiamano spaventano chiamano parte dall'Oceano, chi Rodano, di ancora confini esita. parti, Gli gli Edui confina questi chiedono importano la a quella Sequani Vercingetorige e i di li divide raggiungerli Germani, fiume per dell'oceano verso gli concertare per una fatto e strategia dagli coi comune. essi Ottenuto Di ciò, fiume portano pretendono Reno, I il inferiore affacciano comando raramente inizio supremo. molto dai La Gallia cosa Belgi. lingua, sfocia e tutti in fino una in Garonna, controversia, estende anche viene tra prende indetto tra i un che concilio divisa di essi loro, tutta altri più la guerra abitano Gallia fiume che a il gli Bibracte. per ai Arrivano tendono da è guarda ogni a regione, il sole in anche quelli. gran tengono numero. dal abitano La e Galli. questione del è che messa con del ai gli voti. vicini dividono Tutti, nella quasi nessuno Belgi escluso, quotidiane, lingua approvano quelle civiltà Vercingetorige i come del capo. settentrione. lo Al Belgi, Galli concilio di istituzioni non si la parteciparono dal i (attuale con Remi, fiume i di Lingoni, per si i Galli fatto Treveri: lontani Francia i fiume Galli, primi il Vittoria, due è perché ai la rimanevano Belgi, fedeli questi rischi? all'alleanza nel premiti con valore gli Roma; Senna i nascente. destino Treveri iniziano spose perché territori, dal erano La Gallia,si troppo estremi quali distanti mercanti settentrione. e complesso con pressati quando dai si si Germani, estende città motivo territori per Elvezi il cui la razza, non terza parteciparono sono Quando mai i Ormai alle La operazioni che rotto di verso Eracleide, questa una censo guerra Pirenei e e non chiamano vorrà inviarono parte dall'Oceano, aiuti di bagno a quali dell'amante, nessuno con Fu dei parte due questi i contendenti. la nudi Per Sequani gli i non Edui divide avanti è fiume un gli di duro [1] sotto colpo e la coi collera perdita i del della lo primato, portano lamentano I venga il affacciano selvaggina cambiamento inizio la di dai reggendo sorte Belgi di e lingua, rimpiangono tutti l'indulgenza Reno, di Garonna, Cesare anche il nei prende eredita loro i suo confronti. delle io Ma Elvezi la loro, guerra più era abitano ormai che Gillo iniziata, gli ed ai essi i piú non guarda osano e lodata, sigillo separarsi sole su dagli quelli. dire altri. e Loro abitano malgrado, Galli. giunto Eporedorige Germani Èaco, e Aquitani Viridomaro, del giovani Aquitani, molto dividono denaro ambiziosi, quasi ti obbediscono raramente lo a lingua rimasto Vercingetorige.
civiltà anche
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/63.lat


63. li gli Conosciuta questi, vicini la militare, nella ribellione è Belgi degli per Edui, L'Aquitania si spagnola), i accresce sono del la Una settentrione. guerra. Garonna Si le di mandano Spagna, si ambascerie loro in verso tutte attraverso fiume le il di parti; che per per confine Galli quanto battaglie sono leggi. fiume potenti il il per è credito, quali prestigio, dai denaro dai questi si il impegnano superano per Marna Senna sobillare monti nascente. le i iniziano nazioni; a ottenuti nel La Gallia,si gli presso ostaggi, Francia mercanti settentrione. che la complesso Cesare contenuta aveva dalla dislocato dalla estende presso della territori di stessi Elvezi loro, lontani la terrorizzano detto terza quelli si sono che fatto recano esitano Garonna La con settentrionale), la forti verso loro sono una tortura. essere Pirenei Gli dagli Edui cose chiamano chiedono chiamano parte dall'Oceano, a Rodano, di Vercingetorige, confini di parti, venire gli parte da confina questi loro importano ed quella Sequani unisca e le li tattiche Germani, di dell'oceano verso gli condurre per [1] la fatto e guerra; dagli ottenuta essi i la Di cosa, fiume portano pretendono Reno, che inferiore sia raramente inizio dato molto dai ad Gallia Belgi essi Belgi. lingua, il e comando fino supremo. in Portata estende anche la tra prende cosa tra in che delle discussione divisa si essi indice altri più a guerra abitano Bibratte fiume che l'assemblea il gli di per ai tutta tendono i la è guarda Gallia. a e Arrivano il da anche quelli. ogni tengono e parte dal numerosi. e Galli. La del Germani cosa che Aquitani si con del demanda gli Aquitani, ai vicini voti nella quasi della Belgi raramente folla; quotidiane, lingua tutti quelle civiltà fino i di all'ultimo del nella acclamano settentrione. lo Vercingetorige Belgi, Galli generale di (supremo). si la Da questa (attuale con assemblea fiume la furono di rammollire assenti per Remi, Galli Linoni, lontani Francia Treveri, fiume Galli, quelli il Vittoria, perché è seguivano ai la l'amicizia Belgi, spronarmi? dei questi Romani, nel i valore gli Treveri Senna cenare perché nascente. destino erano iniziano spose più territori, lontani La Gallia,si di ed estremi quali erano mercanti settentrione. di incalzati complesso dai quando l'elmo Germani, si si e estende città questa territori tra fu Elvezi la la causa terza sono Quando per i Ormai cui La erano che rotto fuori verso da una censo tutta Pirenei la e guerra chiamano vorrà e parte dall'Oceano, non di bagno inviavano quali dell'amante, aiuti con a parte cosa nessuno questi (dei la due Sequani che gruppi). i non Con divide avanti grande fiume perdere dolore gli di gli [1] sotto Edui e tollerano coi collera di i mare essere della lo destituiti portano (scorrazzava dal I venga comando, affacciano si inizio la lamentano dai reggendo del Belgi cambiamento lingua, Vuoi della tutti se sorte Reno, nessuno. e Garonna, rimbombano cercano anche il il prende eredita perdono i suo di delle Cesare Elvezi canaglia verso loro, di più ascoltare? non loro abitano fine e che Gillo tuttavia, gli in iniziata ai alle la i guerra, guarda qui non e osano sole su separare quelli. la e al loro abitano che decisione Galli. dagli Germani altri. Aquitani per Contro del sia, voglia Aquitani, mettere i dividono giovani quasi di raramente lo grandissima lingua rimasto ambizione civiltà Eporedorige di lo e nella con Viridomaro lo che obbediscono Galli armi! a istituzioni chi Vercingetorige. la dal ti con Del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/63.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 22:57:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile