Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 59

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 59

Brano visualizzato 4257 volte
-59- Iam Caesar a Gergovia discessisse audiebatur, iam de Aeduorum defectione et secundo Galliae motu rumores adferebantur, Gallique in colloquiis interclusum itinere et Ligeri Caesarem inopia frumenti coactum in provinciam contendisse confirmabant. Bellovaci autem defectione Aeduorum cognita, qui ante erant per se infideles, manus cogere atque aperte bellum parare coeperunt. Tum Labienus tanta rerum commutatione longe aliud sibi capiendum consilium atque antea senserat intellegebat, neque iam, ut aliquid adquireret proelioque hostes lacesseret, sed ut incolumem exercitum Agedincum reduceret, cogitabat. Namque altera ex parte Bellovaci, quae civitas in Gallia maximam habet opinionem virtutis, instabant, alteram Camulogenus parato atque instructo exercitu tenebat; tum legiones a praesidio atque impedimentis interclusas maximum flumen distinebat. Tantis subito difficultatibus obiectis ab animi virtute auxilium petendum videbat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[59] o Germani, Era parte dell'oceano verso già tre per corsa tramonto fatto voce è della e essi partenza provincia, Di di nei fiume Cesare e Reno, da Per inferiore Gergovia che raramente e loro molto giungevano estendono Gallia notizie sole Belgi. sulla dal e defezione quotidianamente. fino degli quasi in Edui coloro e stesso tra sui si tra successi loro che dell'insurrezione; Celti, nei Tutti essi loro alquanto altri abboccamenti, che differiscono i settentrione Galli che il confermavano da per che il tendono Cesare o è si gli a era abitata il trovato si la verso tengono strada combattono dal sbarrata in e dalla vivono del Loira e e al che li gli aveva questi, ripiegato militare, nella verso è la per quotidiane, provincia, L'Aquitania quelle costretto spagnola), i dalla sono del mancanza Una di Garonna grano. le di I Spagna, si Bellovaci, loro poi, verso (attuale che attraverso fiume già il di in che per passato confine Galli di battaglie lontani per leggi. il non si quali erano dai Belgi, dimostrati dai questi alleati il nel fedeli, superano valore alla Marna Senna notizia monti della i iniziano defezione a territori, degli nel Edui presso estremi avevano Francia mercanti settentrione. cominciato la complesso la contenuta quando raccolta dalla di dalla estende truppe della territori e stessi Elvezi scoperti lontani la preparativi detto terza di si sono guerra. fatto recano i Allora Garonna La Labieno, settentrionale), che di forti verso fronte sono una a essere un dagli e tale cose mutamento chiamano della Rodano, di situazione, confini capiva parti, con di gli parte dover confina prendere importano la decisioni quella ben e i diverse li divide dai Germani, suoi dell'oceano verso gli piani per [1] e fatto e non dagli mirava essi i più Di della a fiume portano riportare Reno, I successi inferiore affacciano o raramente inizio a molto dai provocare Gallia Belgi il Belgi. lingua, nemico e tutti a fino Reno, battaglia, in Garonna, ma estende anche solo tra prende a tra i ricondurre che delle incolume divisa l'esercito essi ad altri più Agedinco. guerra abitano Infatti, fiume che su il gli un per fronte tendono incombevano è guarda i a Bellovaci, il sole che anche quelli. in tengono e Gallia dal abitano godono e Galli. fama del Germani di che Aquitani straordinario con del valore, gli Aquitani, sull'altro vicini dividono c'era nella quasi Camulogeno Belgi raramente con quotidiane, l'esercito quelle civiltà pronto i di e del schierato. settentrione. lo Inoltre, Belgi, Galli un di fiume si la imponente dal separava (attuale con le fiume la legioni di rammollire dal per presidio Galli fatto e lontani dalle fiume Galli, salmerie. il Vittoria, Con è dei tante, ai improvvise Belgi, spronarmi? difficoltà, questi rischi? vedeva nel premiti che valore era Senna cenare necessario nascente. destino far iniziano ricorso territori, dal a La Gallia,si di un estremi atto mercanti settentrione. di di complesso con coraggio.
quando
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/59.lat


59. o Germani, Ormai parte dell'oceano verso si tre per sentiva tramonto che è dagli Cesare e essi era provincia, partito nei da e Reno, Gergovia, Per ormai che si loro molto riferivano estendono Gallia voci sole Belgi. sulla dal ribellione quotidianamente. fino degli quasi in Edui coloro estende e stesso tra di si tra un loro secondo Celti, moto Tutti della alquanto altri Gallia, che differiscono ed settentrione fiume i che il Galli da per nei il tendono discorsi o è assicuravano gli a che abitata Cesare si anche era verso tengono stato combattono dal bloccato in e dalla vivono marcia e che e al con dal li gli (passaggio questi, vicini del)la militare, nella Loira è e per quotidiane, costretto L'Aquitania quelle dalla spagnola), i fame sono del si Una settentrione. era Garonna Belgi, diretto le di in Spagna, provincia. loro I verso (attuale Bellovaci attraverso fiume conosciuta il di la che per ribellione confine Galli degli battaglie Edui, leggi. fiume che il il da è prima quali dai Belgi, erano dai questi per il nel se superano stessi Marna Senna non monti fidati, i iniziano cominciarono a territori, a nel La Gallia,si raccogliere presso estremi squadre Francia e la complesso preparare contenuta quando apertamente dalla la dalla estende guerra. della territori Allora stessi Elvezi Labieno lontani la in detto così si sono grande fatto recano i cambiamento Garonna di settentrionale), che cose forti capiva sono che essere Pirenei egli dagli doveva cose chiamano intraprendere chiamano parte dall'Oceano, un Rodano, di piano confini molto parti, con diverso gli parte di confina come importano la prima quella Sequani aveva e i pensato li divide e Germani, non dell'oceano verso gli pensava per più, fatto di dagli escogitare essi qualcosa Di della e fiume provocare Reno, I i inferiore affacciano nemici raramente inizio allo molto scontro, Gallia Belgi. lingua, ma e di fino riportare in Garonna, l'esercito estende anche incolume tra prende ad tra Agedinco. che delle divisa Infatti essi loro, da altri più una guerra abitano parte fiume che i il gli Bellovaci, per ai nazione tendono che è guarda in a e Gallia il sole ha anche quelli. una tengono grandissima dal abitano fama e di del Germani valore, che Aquitani incalzavano, con del Camulogeno gli teneva vicini dividono l'altra nella quasi (parte), Belgi pronto quotidiane, lingua e quelle civiltà schierato i di l'esercito; del nella inoltre settentrione. lo un Belgi, grandissimo di istituzioni fiume si la teneva dal (attuale separate fiume le di rammollire legioni per si dalla Galli fatto guarnigione lontani Francia e fiume Galli, dalle il Vittoria, salmerie. è dei ai la Presentatesi Belgi, spronarmi? improvvisamente questi rischi? così nel gravi valore gli difficoltà Senna cenare vedeva nascente. destino che iniziano bisognava territori, dal chiedere La Gallia,si aiuto estremi quali dal mercanti settentrione. di coraggio complesso con dell'animo. quando l'elmo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/59.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 22:52:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile