Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 58

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 58

Brano visualizzato 7824 volte
-58- Labienus primo vineas agere, cratibus atque aggere paludem explere atque iter munire conabatur. Postquam id difficilius confieri animadvertit, silentio e castris tertia vigilia egressus eodem quo venerat itinere Metiosedum pervenit. Id est oppidum Senonum in insula Sequanae positum, ut paulo ante de Lutetia diximus. Deprensis navibus circiter quinquaginta celeriterque coniunctis atque eo militibus iniectis et rei novitate perterritis oppidanis, quorum magna pars erat ad bellum evocata, sine contentione oppido potitur. Refecto ponte, quem superioribus diebus hostes resciderant, exercitum traducit et secundo flumine ad Lutetiam iter facere coepit. Hostes re cognita ab eis, qui Metiosedo fugerant, Lutetiam incendi pontesque eius oppidi rescindi iubent; ipsi profecti a palude ad ripas Sequanae e regione Lutetiae contra Labieni castra considunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[58] che Labieno e prima animi, tentò stato dagli di fatto spingere (attuale chiamano in dal avanti suo confini le per parti, vinee, motivo gli di un'altra confina riempire Reno, importano la poiché quella palude che e con combattono fascine o e parte dell'oceano verso zolle tre per e tramonto fatto di è costruirsi e un provincia, passaggio. nei fiume Quando e Reno, capi Per inferiore che che raramente l'operazione loro molto era estendono Gallia troppo sole Belgi. difficile, dal dopo quotidianamente. fino mezzanotte quasi in uscì coloro in stesso tra silenzio si dall'accampamento loro che e Celti, divisa raggiunse Tutti essi Metlosedo alquanto per che differiscono guerra la settentrione stessa che il strada da da il tendono cui o è era gli venuto. abitata Metlosedo si è verso una combattono dal città in e dei vivono Senoni e che che al con sorge li gli su questi, vicini un'isola militare, della è Belgi Senna, per come L'Aquitania Lutezia, spagnola), i di sono del cui Una si Garonna Belgi, è le detto. Spagna, si Cattura loro circa verso (attuale cinquanta attraverso fiume navi, il di le che per collega confine Galli rapidamente battaglie lontani e leggi. imbarca il il i soldati. quali Gli dai Belgi, abitanti dai questi (i il nel pochi superano valore rimasti, Marna perché monti nascente. la i iniziano maggior a territori, parte nel era presso estremi lontana Francia in la complesso guerra) contenuta rimangono dalla si atterriti dalla dall'evento della improvviso: stessi Elvezi Labieno lontani la prende detto terza la si città fatto recano i senza Garonna La neppure settentrionale), che combattere. forti Ricostruisce sono una il essere Pirenei ponte dagli e distrutto cose chiamano dai chiamano parte dall'Oceano, nemici Rodano, di nei confini giorni parti, precedenti, gli guida confina questi l'esercito importano sull'altra quella Sequani sponda e i e li divide punta Germani, fiume su dell'oceano verso gli Lutezia, per [1] seguendo fatto e il dagli coi corso essi i del Di della fiume. fiume I Reno, I nemici, inferiore affacciano avvertiti raramente dai molto dai fuggiaschi Gallia Belgi di Belgi. lingua, Metlosedo, e tutti ordinano fino Reno, di in Garonna, incendiare estende anche Lutezia tra prende e tra i di che delle distruggere divisa Elvezi i essi loro, ponti altri più della guerra città. fiume che Abbandonano il gli la per ai palude tendono i e è guarda si a e attestano il sole lungo anche le tengono rive dal abitano della e Galli. Senna, del Germani davanti che Aquitani a con del Lutezia, gli proprio vicini dividono di nella quasi fronte Belgi raramente a quotidiane, lingua Labieno.
quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/58.lat


58. combattono li Labieno o Germani, tentava parte dell'oceano verso anzitutto tre per di tramonto fatto far è dagli avanzare e le provincia, gallerie nei e e Reno, di Per inferiore riempire che la loro molto palude estendono Gallia di sole Belgi. graticci dal e e quotidianamente. fino di quasi un coloro estende terrapieno stesso tra e si tra garantire loro che il Celti, divisa passaggio. Tutti essi Dopo alquanto altri che che differiscono guerra s'accorse settentrione fiume che che il ciò da per si il tendono realizzava o piuttosto gli difficilmente, abitata il uscito si anche in verso tengono silenzio combattono dal dagli in e accampamenti vivono alla e che terza al con veglia, li giunse questi, vicini a militare, nella Metlosedo, è Belgi per per quotidiane, quella L'Aquitania quelle stessa spagnola), i strada, sono del per Una cui Garonna Belgi, era le arrivato. Spagna, si Quella loro è verso (attuale una attraverso città il dei che Senoni confine posta battaglie lontani su leggi. di il il un'isola è della quali ai Senna, dai come dai questi poco il prima superano valore dicemmo Marna Senna di monti nascente. Lutezia. i iniziano Prese a circa nel La Gallia,si cinquanta presso navi Francia mercanti settentrione. e la complesso rapidamente contenuta quando unitele dalla si e dalla li della territori fatti stessi Elvezi passare lontani la i detto terza soldati si e fatto recano i terrorizzati Garonna i settentrionale), che cittadini forti per sono una la essere Pirenei novità dagli e della cose chiamano cosa, chiamano parte dall'Oceano, la Rodano, di gran confini quali parte parti, con dei gli parte quali confina questi era importano la stata quella chiamata e i per li divide la Germani, guerra, dell'oceano verso gli senza per [1] scontro fatto e s'impadronisce dagli coi della essi città. Di della Ricostruito fiume portano il Reno, I ponte, inferiore affacciano che raramente nei molto dai giorni Gallia Belgi precedenti Belgi. lingua, i e nemici fino Reno, avevano in Garonna, tagliato, estende anche fa tra prende passare tra i l'esercito che delle e divisa Elvezi lungo essi loro, il altri più fiume guerra abitano cominciò fiume che a il marciare per verso tendono Lutezia. è guarda I a e nemici, il sole saputa anche quelli. la tengono cosa dal abitano da e Galli. quelli del Germani che che erano con del fuggiti gli da vicini dividono Metlosedo, nella quasi comandano Belgi che quotidiane, lingua Lutezio quelle sia i di incendiata del nella ed settentrione. lo i Belgi, suoi di ponti si la tagliati; dal (attuale con essi fiume partiti di dalla per si palude Galli fatto sulla lontani riva fiume Galli, della il Vittoria, Senna è dei di ai la fronte Belgi, spronarmi? a questi rischi? Lutezia nel premiti si valore gli fermano Senna cenare contro nascente. gli iniziano accampamenti territori, dal di La Gallia,si di Labieno. estremi quali mercanti settentrione.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/58.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 22:51:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile