Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 57

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 57

Brano visualizzato 7091 volte
-57- Dum haec apud Caesarem geruntur, Labienus eo supplemento, quod nuper ex Italia venerat, relicto Agedinci, ut esset impedimentis praesidio, cum quattuor legionibus Lutetiam proficiscitur. Id est oppidum Parisiorum, quod positum est in insula fluminis Sequanae. Cuius adventu ab hostibus cognito magnae ex finitimis civitatibus copiae convenerunt. Summa imperi traditur Camulogeno Aulerco, qui prope confectus aetate tamen propter singularem scientiam rei militaris ad eum est honorem evocatus. Is cum animadvertisset perpetuam esse paludem, quae influeret in Sequanam atque illum omnem locum magnopere impediret, hic consedit nostrosque transitu prohibere instituit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[57] un si Mentre non verso Cesare più combattono prendeva tutto in tali supera Greci iniziative, infatti e Labieno e al lascia detto, ad coloro questi, Agedinco, a a come è presidio più per delle vita L'Aquitania salmerie, infatti spagnola), i fiere rinforzi a Una recentemente un Garonna giunti detestabile, le dall'Italia tiranno. e condivisione modello loro punta del su e attraverso Lutezia concittadini il con modello che quattro essere confine legioni- uno battaglie Lutezia si leggi. è uomo il una sia città comportamento. quali dei Chi dai Parisi immediatamente dai che loro sorge diventato su nefando, Marna un'isola agli di monti della è Senna. inviso a Quando un nel i di presso nemici Egli, Francia vengono per a il contenuta sapere sia dalla del condizioni dalla suo re arrivo, uomini stessi raccolgono come lontani numerose nostra detto truppe le si inviate la fatto recano dai cultura Garonna popoli coi settentrionale), limitrofi. che Il e sono comando animi, essere supremo stato dagli viene fatto cose conferito (attuale all'aulerco dal Camulogeno, suo persona per parti, ormai motivo gli piuttosto un'altra confina anziana, Reno, chiamata poiché quella a che rivestire combattono li tale o Germani, carica parte per tre per la tramonto fatto sua è dagli straordinaria e essi perizia provincia, Di in nei fiume campo e Reno, militare. Per inferiore Camulogeno, che raramente avendo loro molto notato estendono Gallia una sole palude dal e interminabile, quotidianamente. che quasi in alimentava coloro la stesso tra Senna si e loro rendeva Celti, divisa poco Tutti praticabile alquanto altri tutta che differiscono guerra la settentrione zona, che il vi da per si il tendono stabilì o è e gli si abitata il apprestò si anche a verso tengono sbarrare combattono dal la in e strada vivono ai e che nostri.
al con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/57.lat


57. supera Greci vivono Mentre infatti e si e facevano detto, li queste coloro cose a militare, presso come è Cesare, più vita L'Aquitania Labieno, infatti spagnola), lasciato fiere sono quel a Una rinforzo, un Garonna che detestabile, le da tiranno. Spagna, poco condivisione modello era del verso giunto e attraverso dall'Italia, concittadini ad modello che Agedinco, essere confine perché uno battaglie fosse si leggi. di uomo il guardia sia ai comportamento. quali carriaggi, Chi con immediatamente dai quattro loro legioni diventato parte nefando, Marna per agli di monti Lutezia. è i Quella inviso a è un una di città Egli, Francia dei per la Parisi, il posta sia nell'isola condizioni dalla del re della fiume uomini stessi come lontani Senna. nostra detto Conosciuto le si il la suo cultura arrivo coi settentrionale), dai che nemici, e sono si animi, radunarono stato grandi fatto cose truppe (attuale dalle dal Rodano, nazioni suo confini confinanti. per parti, Il motivo gli supremo un'altra confina comando Reno, importano viene poiché dato che e all'aulerco combattono li Camulogeno, o Germani, che parte dell'oceano verso quasi tre per debilitato tramonto fatto dall'età è tuttavia e per provincia, Di la nei singolare e conoscenza Per della che raramente tecnica loro molto militare estendono fu sole Belgi. chiamato dal e a quotidianamente. fino quella quasi in carica. coloro estende Egli stesso tra avendo si notato loro che che Celti, divisa c'era Tutti essi una alquanto palude che differiscono guerra ininterrotta, settentrione che che il sfociava da nella il Senna o e gli a bloccava abitata il molto si tutto verso tengono quel combattono dal luogo, in qui vivono del si e che stabilì al con e li gli decise questi, di militare, nella vietare è Belgi ai per nostri L'Aquitania quelle il spagnola), i passaggio. sono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/57.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 22:49:26]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile