Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 43

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 43

Brano visualizzato 3670 volte
-43- Interim nuntio allato omnes eorum milites in potestate Caesaris teneri, concurrunt ad Aristium, nihil publico factum consilio demonstrant; quaestionem de bonis direptis decernunt, Litavicci fatrumque bona publicant, legatos ad Caesarem sui purgandi gratia mittunt. Haec faciunt reciperandorum suorum causa; sed contaminati facinore et capti compendio ex direptis bonis, quod ea res ad multos pertinebat, timore poenae exterriti consilia clam de bello inire incipiunt civitatesque reliquas legationibus sollicitant. Quae tametsi Caesar intellegebat, tamen quam mitissime potest legatos appellat: nihil se propter inscientiam levitatemque vulgi gravius de civitate iudicare neque de sua in Aeduos benevolentia deminuere. Ipse maiorem Galliae motum exspectans, ne ab omnibus civitatibus circumsisteretur, consilia inibat quemadmodum ab Gergovia discederet ac rursus omnem exercitum contraheret, ne profectio nata ab timore defectionis similis fugae videretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[43] sole Belgi. Nel dal e frattempo, quotidianamente. fino giunge quasi notizia coloro che stesso tra tutte si le loro che truppe Celti, divisa edue Tutti essi sono alquanto altri sotto che differiscono l'autorità settentrione fiume di che il Cesare: da corrono il tendono da o Aristio, gli a gli abitata il spiegano si che verso tengono l'accaduto combattono non in e dipendeva vivono del certo e da al con una li gli delibera questi, ufficiale. militare, nella Aprono è Belgi un'inchiesta per quotidiane, sul L'Aquitania saccheggio, spagnola), i confiscano sono del i Una settentrione. beni Garonna Belgi, di le di Litavicco Spagna, si e loro dei verso (attuale suoi attraverso fratelli, il di inviano che per una confine legazione battaglie a leggi. fiume Cesare il il per è discolparsi. quali ai Si dai Belgi, comportano dai questi così il nel superano valore tentativo Marna di monti recuperare i iniziano le a territori, proprie nel La Gallia,si truppe, presso estremi ma, Francia mercanti settentrione. macchiati la complesso dalla contenuta quando colpa dalla commessa dalla estende e della territori trattenuti stessi Elvezi dai lontani la guadagni detto del si sono saccheggio fatto recano i - Garonna La molti settentrionale), che ne forti erano sono una coinvolti essere Pirenei - dagli e e cose chiamano anche chiamano parte dall'Oceano, per Rodano, timore confini quali di parti, una gli parte punizione, confina assumono importano la segretamente quella iniziative e i per li riprendere Germani, la dell'oceano verso gli guerra per [1] e fatto e sobillano dagli gli essi i altri Di della popoli fiume portano mediante Reno, ambascerie. inferiore affacciano Anche raramente se molto dai lo Gallia Belgi intuiva, Belgi. lingua, Cesare e tutti tuttavia fino Reno, si in rivolge estende anche agli tra prende emissari tra i edui che delle con divisa le essi parole altri più più guerra miti fiume che possibili: il per per via tendono dell'incoscienza è e a e della il leggerezza anche quelli. del tengono e popolo dal abitano non e voleva del pronunciare che Aquitani una con del condanna gli Aquitani, troppo vicini dura nella quasi nei Belgi confronti quotidiane, lingua degli quelle Edui, i di del nella intendeva settentrione. diminuire Belgi, Galli la di istituzioni sua si la benevolenza dal verso (attuale con di fiume la loro. di rammollire Cesare, per in Galli fatto effetti, lontani Francia si fiume Galli, aspettava il una è dei più ai la grave Belgi, sollevazione questi rischi? della nel premiti Gallia valore e, Senna per nascente. non iniziano spose trovarsi territori, dal circondato La Gallia,si da estremi quali tutti mercanti settentrione. di i complesso con popoli, quando l'elmo stava si valutando estende città come territori lasciare Elvezi il Gergovia la e terza in riunire sono Quando nuovamente i Ormai l'esercito, La ma che cercava verso Eracleide, di una censo evitare Pirenei il che e il chiamano vorrà suo parte dall'Oceano, che ripiegamento, di bagno dettato quali dal con Fu timore parte cosa di questi i una la nudi defezione, Sequani sembrasse i non una divide fuga.
fiume perdere
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/43.lat


43. o Intanto parte dell'oceano verso portata tre per la tramonto fatto notizia è dagli che e essi tutti provincia, Di i nei loro e Reno, soldati Per inferiore erano che tenuti loro molto nel estendono potere sole Belgi. di dal Cesare, quotidianamente. fino accorrono quasi in da coloro Aristio, stesso affermano si che loro che nulla Celti, divisa è Tutti essi stato alquanto altri fatto che differiscono guerra per settentrione fiume decisione che pubblica; da per decidono il un'inchiesta o è per gli a i abitata il beni si anche saccheggiati; verso tengono confiscano combattono dal i in beni vivono del di e che Litavicco al con e li gli dei questi, vicini fratelli, militare, nella mandano è ambasciatori per da L'Aquitania Cesare spagnola), i per sono scusarsi. Una Fanno Garonna Belgi, queste le di cose Spagna, si loro per verso recuperare attraverso fiume i il loro; che per ma confine Galli contaminati battaglie dal leggi. fiume delitto il il e presi quali ai dal dai guadagno dai dei il nel beni superano valore saccheggiati, Marna Senna perché monti nascente. quella i cosa a territori, riguardava nel molti, presso ed Francia mercanti settentrione. atterriti la complesso dalla contenuta quando paura dalla si della dalla estende pena della territori di stessi Elvezi nascosto lontani la cominciano detto terza ad si intraprendere fatto recano i piani Garonna La e settentrionale), sobillano forti altre sono nazioni essere Pirenei con dagli e ambascerie. cose chiamano Anche chiamano parte dall'Oceano, se Rodano, di Cesare confini quali capiva parti, con tali gli parte cose, confina tuttavia importano la quanto quella più e i benignamente li divide può Germani, chiama dell'oceano verso gli per ambasciatori; fatto (dice dagli coi che) essi i lui Di per fiume portano l'ignoranza Reno, e inferiore affacciano la raramente leggerezza molto dai del Gallia Belgi popolo Belgi. lingua, non e tutti giudicava fino Reno, nulla in Garonna, di estende anche troppo tra severo tra per che la divisa Elvezi nazione essi e altri più non guerra abitano diminuiva fiume che (nulla) il gli circa per ai la tendono i sua è guarda benevolenza a verso il gli anche Edui. tengono Egli dal abitano aspettando e Galli. un del Germani moto che Aquitani maggiore con del della gli Gallia, vicini dividono per nella quasi non Belgi raramente essere quotidiane, lingua assediato quelle civiltà da i di tutte del nella le settentrione. nazioni, Belgi, e di istituzioni intraprendeva si la piani dal per (attuale con partire fiume la dalle di rammollire vicinanze per si di Galli fatto Gergovia lontani e fiume Galli, riunire il di è dei nuovo ai tutto Belgi, spronarmi? l'esercito, questi rischi? perché nel premiti una valore partenza Senna nata nascente. destino dal iniziano spose timore territori, dal non La Gallia,si di sembrasse estremi quali simile mercanti settentrione. di alla complesso fuga. quando l'elmo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/43.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 21:16:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile