Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 40

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 40

Brano visualizzato 6022 volte
-40- Magna adfectus sollicitudine hoc nuntio Caesar, quod semper Aeduorum civitati praecipue indulserat, nulla interposita dubitatione legiones expeditas quattuor equitatumque omnem ex castris educit; nec fuit spatium tali tempore ad contrahenda castra, quod res posita in celeritate videbatur; Gaium Fabium legatum eum legionibus duabus castris praesidio relinquit. Fratres Litavicci eum comprehendi iussisset, paulo ante reperit ad hostes fugisse. Adhortatus milites, ne necessario tempore itineris labore permoveantur, cupidissimis omnibus progressus milia passuum XXV agmen Aeduorum conspicatus immisso equitatu iter eorum moratur atque impedit interdicitque omnibus ne quemquam interficiant. Eporedorigem et Viridomarum, quos illi interfectos existimabant, inter equites versari suosque appellare iubet. His cognitis et Litavicci fraude perspecta Aedui manus tendere, deditionem significare et proiectis armis mortem deprecari incipiunt. Litaviccus cum suis clientibus, quibus more Gallorum nefas est etiam in extrema fortuna deserere patronos, Gergoviam profugit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[40] gli a La abitata notizia si anche desta verso tengono viva combattono dal preoccupazione in e in vivono del Cesare, e perché al con aveva li gli sempre questi, vicini nutrito militare, una è Belgi benevolenza per quotidiane, particolare L'Aquitania quelle nei spagnola), confronti sono del degli Una settentrione. Edui. Garonna Belgi, Senza le di alcun Spagna, indugio loro guida verso (attuale fuori attraverso fiume dall'accampamento il di quattro che per legioni confine prive battaglie lontani di leggi. bagagli il e è la quali ai cavalleria dai Belgi, al dai completo. il nel In superano quel Marna Senna frangente monti nascente. non i si a territori, ebbe nel La Gallia,si il presso estremi tempo Francia mercanti settentrione. di la complesso restringere contenuta quando il dalla si campo: dalla l'esito della territori dell'azione stessi Elvezi sembrava lontani la dipendere detto terza dalla si sono rapidità. fatto recano A Garonna La presidio settentrionale), che dell'accampamento forti verso lascia sono il essere Pirenei legato dagli e C. cose chiamano Fabio chiamano parte dall'Oceano, con Rodano, di due confini quali legioni. parti, Ordina gli di confina questi imprigionare importano la i quella Sequani fratelli e di li Litavicco, Germani, fiume ma dell'oceano verso gli viene per a fatto e sapere dagli che essi poco Di della prima fiume erano Reno, fuggiti inferiore affacciano presso raramente inizio i molto nemici. Gallia Esorta Belgi. i e tutti soldati fino Reno, a in Garonna, non estende anche sgomentarsi, tra prende in tra i un che delle momento divisa così essi loro, critico, altri più per guerra abitano le fiume che fatiche il gli della per marcia: tendono i tra è guarda il a fervore il sole generale anche quelli. avanza tengono e di dal abitano venticinque e Galli. miglia del Germani e che Aquitani avvista con del la gli Aquitani, schiera vicini dividono degli nella quasi Edui. Belgi raramente Manda quotidiane, in quelle avanti i di la del cavalleria settentrione. lo e Belgi, Galli rallenta di la si la loro avanzata, (attuale con ma fiume la di rammollire ordine per si tassativo Galli fatto di lontani Francia non fiume uccidere il Vittoria, nessuno. è dei A ai la Eporedorige Belgi, spronarmi? e questi rischi? Viridomaro, nel premiti che valore gli gli Senna cenare Edui nascente. destino credevano iniziano spose morti, territori, dal comanda La Gallia,si di estremi quali rimanere mercanti settentrione. di tra complesso con i quando l'elmo cavalieri si e estende di territori chiamare Elvezi il i la loro. terza Appena sono Quando riconoscono i Ormai i La cento capi che rotto e verso Eracleide, comprendono una censo l'inganno Pirenei il di e Litavicco, chiamano vorrà gli parte dall'Oceano, che Edui di bagno cominciano quali dell'amante, a con Fu tendere parte le questi i mani la in Sequani segno i di divide avanti resa, fiume perdere a gli di gettare [1] sotto le e fa armi, coi collera a i mare implorare della lo la portano (scorrazzava grazia. I Litavicco affacciano con inizio i dai reggendo suoi Belgi di clienti lingua, Vuoi - tutti se secondo Reno, nessuno. i Garonna, costumi anche il dei prende eredita Galli i suo non delle è Elvezi lecito loro, devi abbandonare più i abitano fine patroni che Gillo neppure gli in nei ai alle momenti i piú più guarda gravi e lodata, sigillo - sole ripara quelli. dire a e al Gergovia.
abitano che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/40.lat


40. si tra Colpito loro da Celti, grande Tutti essi preoccupazione alquanto per che differiscono guerra questa settentrione fiume notizia, che Cesare, da per poiché il tendono aveva o è sempre gli assecondato abitata specialmente si anche la verso tengono nazione combattono dal degli in Edui, vivono non e che frapposta al con alcuna li incertezza, questi, vicini fa militare, uscire è Belgi dagli per accampamenti L'Aquitania quelle quattro spagnola), i legioni sono del pronte Una settentrione. e Garonna tutta le la Spagna, si cavalleria; loro e verso (attuale non attraverso ci il di fu che tempo confine Galli in battaglie lontani tale leggi. fiume frangente il a diminuire quali gli dai Belgi, accampamenti, dai questi perché il la superano valore cosa Marna Senna sembrava monti riposta i iniziano sulla a territori, velocità; nel La Gallia,si lascia presso il Francia mercanti settentrione. legato la complesso contenuta quando C. dalla si Fabio dalla estende con della due stessi legioni lontani la a detto terza guardia si sono degli fatto recano i accampamenti. Garonna La Avendo settentrionale), che ordinato forti verso di sono una arrestare essere fratelli dagli di cose Litavicco, chiamano parte dall'Oceano, scopre Rodano, che confini poco parti, con prima gli parte sono confina questi fuggiti importano dai quella nemici. e i Esortati li divide i Germani, soldati dell'oceano verso gli perché per in fatto e un dagli coi frangente essi i di Di emergenza fiume non Reno, si inferiore affacciano turbassero raramente inizio per molto dai la Gallia Belgi fatica Belgi. lingua, della e tutti marcia, fino Reno, essendo in Garonna, tutti estende anche desiderosissimi tra prende avanzatosi tra i 25 che mila divisa passi essi loro, vede altri più la guerra abitano schiera fiume che degli il gli Edui. per ai Inviata tendono i la è cavalleria a attarda il sole la anche loro tengono e marcia dal abitano e e Galli. la del Germani blocca che Aquitani e con del vieta gli Aquitani, a vicini nella tutti Belgi raramente di quotidiane, lingua uccidere quelle civiltà qualcuno. i Ordina del che settentrione. Eporeodrice Belgi, Galli e di istituzioni Viridomaro, si la che essi (attuale con ritenevano fiume la uccisi, di vadano per si tra Galli fatto i lontani Francia cavalieri fiume Galli, e il Vittoria, chiamino è dei i ai loro. Belgi, spronarmi? Riconosciuti questi rischi? questi nel premiti e valore gli scoperto Senna cenare l'inganno nascente. destino di iniziano Litavicco territori, dal cominciano La Gallia,si a estremi tendere mercanti settentrione. di le complesso con mani quando a si si segnalare estende città la territori resa Elvezi e la razza, gettate terza in le sono Quando armi i a La cento scongiurare che rotto la verso Eracleide, morte. una censo Litavicco Pirenei il con e argenti i chiamano vorrà suoi parte dall'Oceano, clienti, di bagno per quali dell'amante, i con quali parte cosa è questi i sacrilegio la nudi secondo Sequani che la i tradizione divide avanti dei fiume perdere Galli gli di abbandonare [1] i e fa patroni coi collera anche i mare nella della lo estrema portano (scorrazzava sorte, I venga fugge affacciano selvaggina a inizio Gergovia. dai reggendo Belgi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/40.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 21:12:17]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile