Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 31

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 31

Brano visualizzato 3914 volte
-31- Nec minus quam est pollicitus Vercingetorix animo laborabat ut reliquas civitates adiungeret, atque eas donis pollicitationibusque alliciebat. Huic rei idoneos homines deligebat, quorum quisque aut oratione subdola aut amicitia facillime capere posset. Qui Avarico expugnato refugerant, armandos vestiendosque curat; simul, ut deminutae copiae redintegrarentur, imperat certum numerum militum civitatibus, quem et quam ante diem in castra adduci velit, sagittariosque omnes, quorum erat permagnus numerus in Gallia, conquiri et ad se mitti iubet. His rebus celeriter id quod Avarici deperierat expletur. Interim Teutomatus, Olloviconis filius, rex Nitiobrigum, cuius pater ab senatu nostro amicus erat appellatus, cum magno equitum suorum numero et quos ex Aquitania conduxerat ad eum pervenit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[31] inviso E un nel non di presso meno Egli, Francia di per la quanto il avesse sia dalla garantito, condizioni dalla Vercingetorige re della rivolgeva uomini stessi ogni come suo nostra detto pensiero le si a la come cultura Garonna unire coi a che forti e sono i animi, essere rimanenti stato dagli popoli fatto cose e (attuale chiamano ne dal Rodano, allettava suo confini i per parti, capi motivo gli con un'altra confina doni Reno, importano e poiché quella promesse. che e Sceglieva combattono li persone o adatte parte dell'oceano verso allo tre per scopo, tramonto fatto ciascuna è capace e di provincia, guadagnarli nei alla e causa Per inferiore con che raramente la loro massima estendono Gallia facilità, sole o dal e grazie quotidianamente. fino alla quasi in sottile coloro estende eloquenza stesso tra o si tra per loro ragioni Celti, divisa d'amicizia. Tutti Rifornisce alquanto altri di che differiscono guerra armi settentrione fiume e che vestiti da per i il tendono reduci o è di gli a Avarico. abitata il Al si tempo verso tengono stesso, combattono per in e ricompletare vivono del i e che ranghi al dopo li gli le questi, vicini perdite militare, nella subite, è esige per quotidiane, dai L'Aquitania vari spagnola), i popoli sono del un Una settentrione. determinato Garonna Belgi, contingente le di Spagna, si soldati, loro ne verso (attuale fissa attraverso l'entità il e che per la confine data battaglie di leggi. consegna. il il Ordina è il quali ai reclutamento dai e dai l'invio il nel di superano valore tutti Marna gli monti arcieri, i numerosissimi a territori, in nel La Gallia,si Gallia. presso estremi Con Francia mercanti settentrione. tali la misure, contenuta in dalla si breve dalla estende rimedia della territori alle stessi Elvezi perdite lontani la di detto Avarico. si sono Nel fatto recano frattempo, Garonna La il settentrionale), che re forti verso dei sono una Nitiobrogi, essere Pirenei Teutomato, dagli e figlio cose chiamano di chiamano Ollovicone, Rodano, di che confini quali aveva parti, ricevuto gli parte dal confina questi nostro importano la senato quella Sequani il e i titolo li divide di Germani, fiume amico, dell'oceano verso gli raggiunge per Vercingetorige fatto e con dagli coi una essi i forte Di della cavalleria fiume portano e Reno, I truppe inferiore affacciano assoldate raramente inizio in molto dai Aquitania.
Gallia Belgi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/31.lat


31. uomini stessi Non come lontani meno nostra detto di le si quanto la fatto recano ha cultura Garonna promesso coi settentrionale), Vercingetorige che col e sono pensiero animi, essere si stato arrovellava fatto per (attuale chiamano alleare dal altre suo confini nazioni per e motivo gli adescava un'altra confina i Reno, importano loro poiché quella capi che con combattono li doni o Germani, e parte promesse. tre per Per tramonto fatto questa è dagli cosa e sceglieva provincia, uomini nei adatti, e ognuno Per dei che raramente quali loro molto poteva estendono Gallia essere sole Belgi. catturato dal e molto quotidianamente. fino facilmente quasi o coloro estende con stesso tra un si tra discorso loro che subdolo Celti, o Tutti essi con alquanto altri l'amicizia. che differiscono Quelli settentrione che che erano da per scampati il tendono da o Avarico gli a espugnata, abitata il si si anche preoccupa verso tengono di combattono dal armarli in e vivono del vestirli; e contemporaneamente al perché li gli le questi, vicini truppe militare, diminuite è Belgi fossero per quotidiane, rimpiazzate, L'Aquitania ordina spagnola), i alle sono del nazioni Una settentrione. un Garonna preciso le di numero Spagna, si di loro soldati, verso (attuale che attraverso fiume vuole il sia che per condotto confine negli battaglie lontani accampamenti leggi. ed il il entro è quale quali ai data, dai Belgi, e dai comanda il nel che superano valore tutti Marna Senna gli monti nascente. arcieri, i di a territori, cui nel in presso estremi Gallia Francia c'era la complesso un contenuta quando grandissimo dalla si numero, dalla estende siano della ricercati stessi Elvezi e lontani mandati detto terza da si sono lui. fatto recano i Garonna La Con settentrionale), che queste forti verso cose sono viene essere Pirenei risarcito dagli e ciò cose che chiamano ad Rodano, di Avarico confini quali era parti, con andato gli perduto. confina questi Intanto importano la Teutomato, quella figlio e di li divide Ollovicone, Germani, fiume re dell'oceano verso gli dei per Nitiobrogi, fatto e il dagli cui essi i padre Di della era fiume portano stato Reno, I nominato inferiore affacciano dal raramente senato molto amico Gallia del Belgi. popolo e tutti romano, fino Reno, con in Garonna, un estende gran tra prende numero tra i di che delle suoi divisa cavalieri essi loro, e altri più che guerra abitano aveva fiume che guidato il gli dall'Aquitania, per giunse tendono i da è lui. a e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/31.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 21:01:46]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile