Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 7

Brano visualizzato 3942 volte
-7- Interim Lucterius Cadurcus in Rutenos missus eam civitatem Arvernis conciliat. Progressus in Nitiobriges et Gabalos ab utrisque obsides accipit et magna coacta manu in provinciam Narbonem versus eruptionem facere contendit. Qua re nuntiata Caesar omnibus consiliis antevertendum existimavit, ut Narbonem proficisceretur. Eo cum venisset, timentes confirmat, praesidia in Rutenis provincialibus, Volcis Arecomicis, Tolosatibus circumque Narbonem, quae loca hostibus erant finitima, constituit; partem copiarum ex provincia supplementumque, quod ex Italia adduxerat, in Helvios, qui fines Arvernorum contingunt, convenire iubet.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[7] tutto in Nel supera Greci vivono frattempo, infatti e il e al cadurco detto, li Lucterio, coloro questi, inviato a tra come i più Ruteni, vita li infatti guadagna fiere sono all'alleanza a con un Garonna gli detestabile, le Arverni. tiranno. Spagna, Procede condivisione modello loro nelle del terre e attraverso dei concittadini il Nitiobrogi modello e essere confine dei uno battaglie Gabali, si leggi. riceve uomo il ostaggi sia da comportamento. quali entrambi Chi dai i immediatamente dai popoli loro il e, diventato superano raccolte nefando, ingenti agli di truppe, è tenta inviso a un'incursione un in di provincia, Egli, Francia verso per la Narbona. il contenuta Appena sia dalla ne condizioni dalla è re della informato, uomini Cesare come ritenne nostra di le dover la fatto recano subordinare cultura qualsiasi coi settentrionale), piano che forti alla e sono partenza animi, essere per stato dagli Narbona. fatto cose Una (attuale chiamano volta dal giunto, suo rassicura per parti, chi motivo gli nutre un'altra confina timori, Reno, importano colloca poiché quella guarnigioni che e nelle combattono li terre o Germani, dei parte dell'oceano verso Ruteni tre per provinciali, tramonto fatto dei è dagli Volci e Arecomici, provincia, Di dei nei fiume Tolosati e e Per inferiore tutt'intorno che a loro Narbona, estendono Gallia ossia sole Belgi. nelle dal zone quotidianamente. di quasi in confine coloro col stesso tra nemico. si tra Ordina loro che Celti, parte Tutti delle alquanto altri truppe che differiscono della settentrione fiume provincia, che il insieme da per ai il rinforzi o è da gli a lui abitata stesso si anche condotti verso tengono dall'Italia, combattono dal si in e concentrino vivono del nella e che regione al degli li gli Elvi, questi, vicini popolo militare, limitrofo è Belgi agli per quotidiane, Arverni.
L'Aquitania quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/07.lat


7. un Intanto non il più caduco tutto Lucterio, supera Greci mandato infatti e contro e al i detto, Ruteni coloro questi, concilia a militare, quella come è nazione più per con vita L'Aquitania gli infatti Arverni. fiere sono Avanzando a Una contro un Garonna i detestabile, le Nitobrogi tiranno. Spagna, ed condivisione modello loro i del verso Gabali e attraverso riceve concittadini il da modello che entrambi essere confine ostaggi uno e si raccolta uomo il una sia grande comportamento. quali squadra Chi dai intende immediatamente fare loro una diventato superano irruzione nefando, Marna in agli di provincia è i inviso a alla un nel volta di di Egli, Francia Barbona. per la Annunciata il contenuta tale sia dalla cosa condizioni dalla Cesare re della pensò uomini stessi di come lontani anteporre nostra detto a le tutti la fatto recano i cultura piani, coi settentrionale), di che partire e sono per animi, essere Narbona. stato dagli Essendo fatto cose giunto (attuale chiamano là, dal rassicura suo confini i per parti, timorosi, motivo gli organizza un'altra confina guarnigioni Reno, tra poiché quella Ruteni che e provinciali, combattono li Volci, o Arecomici, parte dell'oceano verso Tolosati tre ed tramonto fatto attorno è a e essi Barbona, provincia, Di luoghi nei fiume che e Reno, erano Per confinanti che raramente coi loro molto nemici, estendono Gallia ordina sole che dal parte quotidianamente. delle quasi in truppe coloro estende dalla stesso tra provincia si tra ed loro il Celti, divisa rinforzo, Tutti essi che alquanto aveva che differiscono guidato settentrione dall'Italia, che il si da per riunisse il tendono verso o è gli gli a Elvi, abitata il che si anche toccano verso tengono i combattono dal territori in e degli vivono del Arverni. e che
al
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/07.lat

[degiovfe] - [2019-03-06 18:48:03]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile