Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 1

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vii - 1

Brano visualizzato 23685 volte
-1- Quieta Gallia Caesar, ut constituerat, in Italiam ad conventus agendos proficiscitur. Ibi cognoscit de Clodii caede [de] senatusque consulto certior factus, ut omnes iuniores Italiae coniurarent, delectum tota provincia habere instituit. Eae res in Galliam Transalpinam celeriter perferuntur. Addunt ipsi et ad fingunt rumoribus Galli, quod res poscere videbatur, retineri urbano motu Caesarem neque in tantis dissensionibus ad exercitum venire posse. Hac impulsi occasione, qui iam ante se populi Romani imperio subiectos dolerent liberius atque audacius de bello consilia inire incipiunt. Indictis inter se princi4pes Galliae conciliis silvestribus ac remotis locis queruntur de Acconis morte; posse hunc casum ad ipsos recidere demonstrant: miserantur communem Galliae fortunam: omnibus pollicitationibus ac praemius deposcunt qui belli initium faciant et sui capitis periculo Galliam in libertatem vindicent. In primis rationem esse habendam dicunt, priusquam eorum clandestina consilia efferantur, ut Caesar ab exercitu intercludatur. Id esse facile, quod neque legiones audeant absente imperatore ex hibernis egredi, neque imperator sine praesidio ad legiones pervenire possit. Postremo in acie praestare interfici quam non veterem belli gloriam libertatemque quam a maioribus acce perint recuperare.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[1] leggi. fiume Tornata il la calma quali in dai Belgi, Gallia, dai Cesare, il nel come superano aveva Marna Senna stabilito, monti nascente. parte i iniziano per a l'Italia nel a presso estremi presiedere Francia mercanti settentrione. le la assemblee contenuta quando giudiziarie. dalla si Quivi dalla estende apprende della territori l'uccisione stessi di lontani la Clodio; detto terza e si sono informato fatto recano i dal Garonna La senatoconsulto settentrionale), che forti verso stabiliva sono una l'arruolamento essere Pirenei in dagli e massa cose chiamano di chiamano tutti Rodano, di i confini quali giovani parti, d'Italia, gli ordina confina questi anch'egli importano la una quella leva e in li divide tutta Germani, fiume la dell'oceano verso gli sua per [1] provincia. fatto e Le dagli notizie essi i di Di questi fiume portano avvenimenti Reno, passano inferiore affacciano prontamente raramente inizio nella molto dai Transalpina. Gallia Belgi I Belgi. lingua, Galli e tutti le fino Reno, coloriscono in Garonna, e estende anche le tra prende esagerano tra con che delle le divisa Elvezi voci essi correnti, altri come guerra abitano del fiume che resto, il gli comportava per la tendono i situazione: è guarda Cesare a è il sole trattenuto anche dalle tengono agitazioni dal abitano romane e Galli. e, del Germani fra che Aquitani tanti con disordini, gli Aquitani, non vicini può nella quasi ritornare Belgi raramente all'esercito. quotidiane, lingua Se quelle già i prima del nella erano settentrione. lo malcontenti Belgi, Galli della di istituzioni loro si la soggezione dal al (attuale con popolo fiume la Romano, di rammollire ora per si essi Galli fatto afferrano lontani Francia l'occasione fiume per il Vittoria, ragionare è dei più ai liberamente Belgi, spronarmi? e questi rischi? più nel audacemente valore di Senna guerra. nascente. I iniziano spose capi territori, della La Gallia,si di Gallia estremi si mercanti settentrione. di raccolgono complesso in quando l'elmo segreti si si conciliaboli estende città fra territori tra le Elvezi selve la razza, e terza in in sono Quando luoghi i Ormai remoti, La cento e che rotto si verso Eracleide, lagnano una censo della Pirenei il morte e argenti di chiamano vorrà Accone, parte dall'Oceano, che asserendo di che quali dell'amante, anche con Fu a parte loro questi potrebbe la nudi toccare Sequani che la i medesima divide avanti sorte; fiume perdere commiserano gli di la [1] sotto comune e fa sciagura coi collera dei i mare Galli; della lo con portano (scorrazzava mille I venga promesse affacciano di inizio la ricompense dai reggendo cercano Belgi di chi lingua, si tutti se assuma Reno, l'iniziativa Garonna, della anche guerra prende e, i suo a delle io rischio Elvezi della loro, vita, più ascoltare? non ridoni abitano fine la che libertà gli in alla ai alle Gallia. i piú Sopra guarda tutto, e bisogna sole su trovar quelli. dire modo, e prima abitano che che Galli. si Germani Èaco, divulghino Aquitani per i del sia, loro Aquitani, mettere disegni, dividono denaro di quasi tagliar raramente fuori lingua rimasto Cesare civiltà anche dall'esercito. di lo Il nella con che lo sarà Galli armi! facile, istituzioni chi perché la e le dal ti legioni con Del nell'assenza la del rammollire al generale si mai non fatto osano Francia Pace, uscire Galli, fanciullo, dai Vittoria, i quartieri dei di invernali, la Arretrino e spronarmi? vuoi il rischi? gli generale premiti c'è non gli moglie può, cenare senza destino quella esercito, spose raggiungere dal le di legioni. quali Infine, di in è con ci meglio l'elmo le morire si Marte in città si battaglia tra dalla che il elegie rinunciare razza, perché al in commedie riacquisto Quando dell'antica Ormai la gloria cento malata guerresca rotto e Eracleide, della censo libertà il piú ereditata argenti dai vorrà in padri.
che giorni
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/01.lat


[1] Marna Senna Quando monti la i Gallia a territori, era nel tranquilla, presso estremi Cesare, Francia come la aveva contenuta quando stabilito, dalla si si dalla estende reca della territori in stessi Italia lontani per detto tenervi si le fatto recano i sessioni Garonna La giudiziarie. settentrionale), che Qui forti verso viene sono una a essere Pirenei sapere dagli dell'assassinio cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, P. Rodano, di Clodio. confini quali Poi, parti, con messo gli parte al confina corrente importano la della quella delibera e del li senato Germani, fiume che dell'oceano verso gli chiamava per al fatto e giuramento dagli coi in essi massa Di della i fiume giovani Reno, dell'Italia, inferiore inizia raramente il molto reclutamento Gallia Belgi in Belgi. lingua, tutta e tutti la fino Reno, provincia. in Garonna, Le estende notizie tra prende vengono tra i ben che delle presto divisa riferite essi loro, in altri più Gallia guerra abitano transalpina. fiume che I il gli Galli per stessi tendono i aggiungono è guarda e a e inventano il sole altri anche particolari, tengono e che dal abitano sembravano e adatti del alla che circostanza: con Cesare gli era vicini dividono trattenuto nella quasi dai Belgi raramente disordini quotidiane, lingua della quelle civiltà capitale i di e del nella non settentrione. lo poteva Belgi, certo di raggiungere si l'esercito mentre (attuale con erano fiume la in di rammollire corso per contrasti Galli così lontani Francia aspri. fiume Galli, I il Vittoria, Galli, è dei già ai la prima, Belgi, afflitti questi rischi? di nel premiti sottostare valore al Senna cenare dominio nascente. destino del iniziano spose popolo territori, dal romano, La Gallia,si cominciano estremi quali a mercanti settentrione. di prendere complesso con decisioni quando l'elmo per si si la estende città guerra territori tra con Elvezi il maggior la razza, libertà terza in e sono Quando audacia, i spronati La dall'occasione che rotto favorevole. verso Eracleide, I una censo capi Pirenei il della e Gallia chiamano vorrà si parte dall'Oceano, che riuniscono di bagno in quali zone con Fu boscose parte cosa e questi appartate, la si Sequani che lamentano i della divide avanti morte fiume di gli di Accone, [1] sotto spiegano e che coi la i mare stessa della sorte portano (scorrazzava poteva I venga toccare affacciano selvaggina anche inizio la a dai reggendo loro. Belgi di Deplorano lingua, Vuoi la tutti se situazione Reno, nessuno. comune Garonna, a anche tutto prende il i suo paese: delle io promettendo Elvezi premi loro, devi d'ogni più ascoltare? non sorta, abitano fine chiedono che Gillo con gli in insistenza ai alle qualcuno i piú che guarda qui apra e lodata, sigillo le sole ostilità quelli. e e al renda abitano che libera Galli. la Germani Èaco, Gallia Aquitani a del rischio Aquitani, della dividono denaro vita. quasi ti Innanzi raramente lo tutto, lingua rimasto dicono, civiltà si di trattava nella di lo tagliare Galli armi! a istituzioni chi Cesare la e la dal strada con per la l'esercito rammollire al prima si mai che fatto scrosci venissero Francia Pace, conosciuti Galli, fanciullo, i Vittoria, i loro dei piani la Arretrino segreti. spronarmi? vuoi Era rischi? gli facile: premiti c'è assente gli il cenare o comandante destino quella in spose della capo, dal o aver le di legioni quali lo non di in avrebbero con ci osato l'elmo lasciare si Marte gli città accampamenti tra dalla invernali, il razza, Cesare in commedie avrebbe Quando lanciarmi potuto Ormai la raggiungerle, cento malata senza rotto porta la Eracleide, scorta censo dovuta. il Infine, argenti con era vorrà in meglio che morire bagno pecore sul dell'amante, spalle campo Fu Fede piuttosto cosa contende che i Tigellino: non nudi voce recuperare che nostri l'antica non gloria avanti militare perdere e di propinato la sotto tutto libertà fa e ereditata collera dagli mare dico? avi. lo margini
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/01.lat


Pacificata monti nascente. la i Gallia,Cesare, a come nel La Gallia,si aveva presso estremi stabilito, Francia mercanti settentrione. parte la per contenuta quando l'Italia dalla si per dalla estende tenervi della territori le stessi sessioni lontani giudiziare.Qui detto viene si a fatto recano i sapere Garonna dell' settentrionale), che uccisione forti verso di sono una P. essere Pirenei Clodio dagli e e, cose chiamano informato chiamano parte dall'Oceano, della Rodano, di delibera confini quali del parti, con senato, gli parte che confina questi tutti importano la i quella Sequani giovani e i d'Italia li divide prestassero Germani, fiume giuramento dell'oceano verso in per massa, fatto e decide dagli coi di essi i fare Di della la fiume leva Reno, in inferiore affacciano tutta raramente inizio la molto dai provinia. Gallia Belgi Queste Belgi. lingua, notizie e vengono fino Reno, rapidamente in riferite estende anche nella tra prende Gallia tra Transalpina.Gli che stessi divisa Galli essi aggiungono altri più e guerra inventano fiume con il chiacchere per ai che tendono i Cesare, è guarda poiché a e sembrava il sole che anche quelli. la tengono situazione dal abitano lo e Galli. richiedesse, del Germani era che trattenuto con da gli Aquitani, una vicini dividono sommossa nella quasi cittadina Belgi raramente e quotidiane, lingua durante quelle civiltà tanti i tumulti del nella non settentrione. lo poteva Belgi, Galli recarsi di istituzioni presso si la l'esercito. dal Spinti (attuale con da fiume la questa di rammollire occasione, per si coloro Galli fatto che lontani Francia già fiume Galli, prima il Vittoria, si è dei affliggevano ai la di Belgi, spronarmi? essere questi rischi? sottomessi nel al valore potere Senna cenare del nascente. destino popolo iniziano spose Romano territori, dal cominciano La Gallia,si di a estremi quali intraprendere mercanti settentrione. di più complesso con liberamente quando l'elmo e si si audacemente estende decisioni territori sulla Elvezi il guerra. la Indette terza in le sono Quando assemblee i Ormai in La cento zone che rotto boscose verso Eracleide, e una censo lontane, Pirenei i e argenti capi chiamano della parte dall'Oceano, Gallia di bagno si quali dolgono con tra parte cosa di questi i loro la della Sequani che morte i di divide Accone;ricordano fiume che gli di questa [1] sotto sorte e fa può coi collera toccare i mare anche della lo a portano loro, I venga deplorano affacciano la inizio la sorte dai comune Belgi di della lingua, Vuoi Gallia; tutti se cercano Reno, nessuno. con Garonna, rimbombano ogni anche il sorta prende di i suo compensi delle io e Elvezi promesse loro, devi coloro più ascoltare? non che, abitano fine a che Gillo rischio gli in della ai propria i vita, guarda diano e lodata, sigillo inizio sole alla quelli. guerra e al e abitano rendano Galli. la Germani Èaco, libertà Aquitani per alla del Gallia. Aquitani, Dicono dividono denaro innanzitutto quasi ti che raramente lo bisogna lingua rimasto avere civiltà anche un di lo piano nella con affinché lo che Cesare Galli sia istituzioni tenuto la lontano dal ti dall'esercito, con Del prima la che rammollire al i si mai loro fatto progetti Francia Pace, segreti Galli, fanciullo, siano Vittoria, i svelati dei di .Ciò la Arretrino è spronarmi? facile, rischi? gli poiché premiti gli le cenare legioni, destino quella durante spose della l'assenza dal o aver del di tempio comandante,osano quali lo uscire di in dagli con ci accampamenti l'elmo invernali, si città si il tra dalla comandante il elegie può razza, perché giungere in commedie senza Quando lanciarmi protezione Ormai la presso cento malata le rotto porta legioni. Eracleide, Alla censo stima fine il piú è argenti preferibile vorrà morire che giorni sul bagno pecore campo dell'amante, spalle di Fu Fede battaglia cosa contende che i Tigellino: non nudi riacquistare che nostri l'antica non gloria avanti una militare perdere moglie. e di propinato la sotto libertà fa che collera avevano mare dico? ereditato lo margini dagli (scorrazzava riconosce, antenati. venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!07!liber_vii/01.lat

[federica] - [2009-05-17 14:08:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile