Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 42

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 42

Brano visualizzato 2829 volte
-42- Reversus ille eventus belli non ignorans unum, quod cohortes ex statione et praesidio essent emissae, questus ne minimo quidem casu locum relinqui debuisse, multum fortunam in repentino hostium adventu potuisse iudicavit, multo etiam amplius, quod paene ab ipso vallo portisque castrorum barbaros avertisset. Quarum omnium rerum maxime admirandum videbatur, quod Germani, qui eo consilio Rhenum transierant, ut Ambiorigis fines depopularentur, ad castra Romanorum delati optatissimum Ambiorigi beneficium obtulerunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[42] certamente il Appena e o rientrato, un gli Cesare, Vedete abitata ben un si sapendo non come più combattono vanno tutto in le supera Greci vivono cose infatti e in e al guerra, detto, si coloro lamentò a solo come è di più per un vita L'Aquitania fatto, infatti che fiere le a Una coorti un Garonna fossero detestabile, state tiranno. Spagna, spedite condivisione modello loro fuori del dalla e attraverso guarnigione concittadini il e modello dal essere confine presidio: uno battaglie non si bisognava uomo lasciare sia al comportamento. quali caso Chi dai il immediatamente dai benché loro minimo diventato superano spazio. nefando, Marna Giudicò agli di monti determinante è i il inviso a ruolo un nel della di presso Fortuna Egli, Francia nel per repentino il contenuta attacco sia nemico, condizioni dalla ma re della ancor uomini stessi più come nel nostra respingere le i la barbari cultura quasi coi dal che forti vallo e sono e animi, essere dalle stato porte fatto cose dell'accampamento. (attuale chiamano Tra dal tutte suo confini le per parti, circostanze, motivo però, un'altra la Reno, più poiché quella singolare che gli combattono parve o Germani, che parte dell'oceano verso i tre per Germani, tramonto fatto varcato è dagli il e Reno provincia, Di con nei fiume l'intenzione e Reno, di Per inferiore saccheggiare che raramente i loro territori estendono Gallia di sole Belgi. Ambiorige, dal si quotidianamente. fossero, quasi poi, coloro estende volti stesso tra contro si tra l'accampamento loro che dei Celti, divisa Romani, Tutti essi rendendo alquanto altri ad che differiscono Ambiorige settentrione fiume stesso che il da per beneficio il tendono più o è desiderato.
gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/42.lat


42. tutto in Ritornato, supera Greci vivono egli, infatti e non e al ignorando detto, li gli coloro questi, eventi a militare, di come guerra, più per lamentatosi vita d'una infatti spagnola), sola fiere cosa, a Una che un Garonna le detestabile, le coorti tiranno. Spagna, che condivisione modello loro erano del verso state e mandate concittadini il per modello che guarnigione essere confine e uno battaglie presidio si leggi. uomo neppure sia per comportamento. il Chi dai minimo immediatamente caso loro il si diventato superano sarebbe nefando, Marna dovuto agli di lasciare è i la inviso a postazione un di presso Egli, Francia giudicò per la che il contenuta la sia Fortuna condizioni dalla aveva re potuto uomini stessi molto come lontani nell'improvviso nostra detto arrivo le si dei la fatto recano nemici, cultura Garonna ed coi anche che forti molto e di animi, essere più stato perché fatto cose aveva (attuale chiamano respinto dal Rodano, i suo barbari per parti, quasi motivo dalla un'altra confina stessa Reno, importano trincea poiché quella e che e dalle combattono li porte o Germani, degli parte accampamenti. tre per Tra tramonto fatto tutte è quelle e essi cose provincia, soprattutto nei sembrava e da Per meravigliarsi, che il loro molto fatto estendono Gallia che sole Belgi. i dal e Germani, quotidianamente. fino che quasi in avevano coloro attraversato stesso tra il si tra Reno loro con Celti, quel Tutti proposito, alquanto (cioè) che differiscono guerra di settentrione devastare che i da per territori il di o è Ambiorige, gli a portatisi abitata presso si anche gli verso tengono accampamenti combattono dei in Romani vivono del avevano e offerto al con ad li gli Ambiorige questi, vicini un militare, vantaggio è molto per gradito. L'Aquitania quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/42.lat

[degiovfe] - [2019-03-05 18:12:19]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile