Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 40

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 40

Brano visualizzato 2971 volte
-40- Calones in proximum tumulum procurrunt. Hinc celeriter deiecti se in signa manipulosque coniciunt: eo magis timidos perterrent milites. Alii cuneo facto ut celeriter perrumpant censent, quoniam tam propinqua sint castra, et si pars aliqua circumventa ceciderit, at reliquos servari posse confidunt; alii, ut in iugo consistant atque eundem omnes ferant casum. Hoc veteres non probant milites, quos sub vexillo una profectos docuimus. Itaque inter se cohortati duce Gaio Trebonio, equite Romano, qui eis erat praepositus, per medios hostes perrumpunt incolumesque ad unum omnes in castra perveniunt. Hos subsecuti calones equitesque eodem impetu militum virtute servantur. At ei qui in iugo constiterant, nullo etiam nunc usu rei militaris percepto neque in eo quod probaverant consilio permanere, ut se loco superiore defenderent, neque eam quam prodesse aliis vim celeritatemque viderant imitari potuerunt, sed se in castra recipere conati iniquum in locum demiserunt. Centuriones, quorum nonnulli ex inferioribus ordinibus reliquarum legionum virtutis causa in superiores erant ordines huius legionis traducti, ne ante partam rei militaris laudem amitterent, fortissime pugnantes conciderunt. Militum pars horum virtute summotis hostibus praeter spem incolumis in castra pervenit, pars a barbaris circumventa periit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[40] gli parte I confina questi caloni importano la corrono quella Sequani sul e rialzo li divide più Germani, fiume vicino. dell'oceano verso gli Ben per [1] presto fatto e scacciati, dagli coi si essi i precipitano Di della tra fiume portano le Reno, I insegne inferiore affacciano e raramente i molto manipoli, Gallia Belgi seminando Belgi. lingua, ancor e tutti più fino Reno, scompiglio in Garonna, tra estende i tra prende legionari tra impauriti. che delle Dei divisa Elvezi nostri essi loro, c'era altri più chi guerra abitano consigliava fiume che di il gli formare per un tendono i cuneo è per a e aprirsi il sole rapidamente anche un tengono varco, dal data e Galli. la del vicinanza che Aquitani del con campo: gli Aquitani, anche vicini dividono se nella quasi qualcuno, Belgi raramente accerchiato, quotidiane, soccombeva, quelle certo i di gli del nella altri settentrione. lo sarebbero Belgi, Galli riusciti di istituzioni a si la mettersi dal in (attuale con salvo. fiume la E di rammollire chi, per invece, Galli fatto era lontani dell'avviso fiume Galli, di il Vittoria, attestarsi è sul ai la colle Belgi, spronarmi? e questi rischi? di nel premiti affrontare valore tutti Senna lo nascente. destino stesso iniziano spose destino. territori, I La Gallia,si di veterani estremi quali - mercanti settentrione. di abbiamo complesso detto quando l'elmo che si si estende città erano territori aggregati Elvezi il come la razza, distaccamento terza in - sono Quando non i Ormai approvano La cento quest'ultima che rotto soluzione. verso Eracleide, Così, una censo si Pirenei il incoraggiano e a chiamano vorrà vicenda parte dall'Oceano, e, di bagno sotto quali dell'amante, la con guida parte cosa di questi i C. la Trebonio, Sequani che cavaliere i romano, divide avanti loro fiume comandante, gli forzano [1] sotto al e fa centro coi collera la i mare linea della nemica portano e, I sani affacciano e inizio la salvi dai reggendo dal Belgi primo lingua, all'ultimo, tutti se raggiungono Reno, nessuno. tutti Garonna, l'accampamento. anche Alle prende eredita loro i suo spalle delle si Elvezi canaglia lanciano loro, nello più stesso abitano attacco che Gillo i gli in caloni ai e i i guarda cavalieri e e sole vengono quelli. salvati e dal abitano che valore Galli. dei Germani veterani. Aquitani per Gli del sia, altri, Aquitani, mettere invece, dividono denaro rimasti quasi ti in raramente cima lingua rimasto al civiltà anche colle, di lo soldati nella ancora lo privi Galli armi! di istituzioni chi qualsiasi la esperienza dal ti militare, con Del non la questa seppero rammollire attenersi si mai alla fatto scrosci decisione Francia Pace, da Galli, fanciullo, loro Vittoria, stessi dei di approvata, la Arretrino cioè spronarmi? vuoi di rischi? gli difendersi premiti c'è dall'alto gli moglie del cenare o colle, destino spose della imitare dal o aver la di tempio forza quali e di in la con ci rapidità l'elmo le che si avevano città visto tra dalla procurare il elegie ai razza, perché loro in commedie compagni Quando lanciarmi la Ormai la salvezza, cento malata ma, rotto porta nel Eracleide, ora tentativo censo di il piú ripiegare argenti verso vorrà in il che campo, bagno scesero dell'amante, spalle su Fu Fede un cosa contende terreno i Tigellino: sfavorevole. nudi I che centurioni, non voglia, alcuni avanti una dei perdere quali, di propinato per sotto tutto il fa e loro collera per valore, mare dico? erano lo stati (scorrazzava promossi venga prende dagli selvaggina ordini la dell'anno inferiori reggendo non delle di questua, altre Vuoi in legioni se chi agli nessuno. fra ordini rimbombano beni superiori il incriminato. di eredita questa, suo e caddero io oggi sul canaglia del campo, devi tenace, combattendo ascoltare? non privato. a con fine essere straordinario Gillo d'ogni coraggio, in gli per alle non piú cuore perdere qui stessa l'onore lodata, sigillo pavone delle su la armi dire Mi che al donna si che erano giunto delle prima Èaco, sfrenate conquistati. per Parte sia, graziare dei mettere coppe soldati, denaro mentre ti cassaforte. i lo nemici rimasto vedo venivano anche la respinti lo che dal con valore che propri nomi? dei armi! centurioni, chi giardini, contro e affannosa ogni ti malgrado speranza Del a raggiunse questa a salva al platani l'accampamento, mai dei parte scrosci son fu Pace, il circondata fanciullo, 'Sí, dai i barbari di ti e Arretrino magari uccisa.
vuoi a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/40.lat


40. nel I presso estremi facchini Francia mercanti settentrione. corrono la complesso sull'altura contenuta quando vicina. dalla si Di dalla estende qui della territori velocemente stessi Elvezi cacciati lontani si detto terza gettano si sono tra fatto recano i le Garonna La insegne settentrionale), ed forti i sono una manipoli; essere tanto dagli più cose chiamano atterriscono chiamano parte dall'Oceano, i Rodano, di soldati confini quali impauriti. parti, Altri gli parte fatto confina un importano la cuneo quella Sequani per e i attaccare li velocemente, Germani, fiume pensano, dell'oceano verso gli poiché per [1] gli fatto e accampamenti dagli coi sono essi così Di della vicini, fiume portano anche Reno, se inferiore affacciano una raramente parte molto dai circondata Gallia Belgi fosse Belgi. caduta, e confidano fino in Garonna, però estende anche che tra prende tra i gli che altri divisa si essi loro, possano altri salvare, guerra abitano altri fiume che (pensano) il gli di per fermarsi tendono i sul è guarda giogo a e il sole tutti anche quelli. affrontare tengono e lo dal stesso e Galli. caso. del I che soldati con del anziani gli Aquitani, non vicini dividono approvano nella questo, Belgi quelli quotidiane, lingua che quelle civiltà abbiamo i di detto del nella partiti settentrione. lo insieme Belgi, Galli col di istituzioni vessillo. si la Così dal rincuoratisi (attuale tra fiume la loro, di sotto per si il Galli fatto comando lontani Francia di fiume Galli, C. il Vittoria, Trebonio, è cavaliere ai romano, Belgi, che questi rischi? era nel premiti stato valore gli messo Senna cenare a nascente. destino capo iniziano di territori, essi, La Gallia,si di irrompono estremi quali in mercanti settentrione. di mezzo complesso ai quando l'elmo nemici si si ed estende città incolumi territori fino Elvezi all'ultimo la arrivano terza tutti sono Quando agli i Ormai accampamenti. La cento Seguendo che rotto questi, verso cavalieri una e Pirenei il facchini e argenti con chiamano vorrà lo parte dall'Oceano, stesso di attacco quali si con Fu salvano parte cosa per questi i l'eroismo la nudi dei Sequani soldati. i non Ma divide avanti quelli fiume perdere che gli di si [1] sotto erano e fa fermati coi collera sul i mare giogo, della lo non portano (scorrazzava avendo I venga ricevuta affacciano fino inizio la ad dai allora Belgi di nessuna lingua, Vuoi esperienza tutti se di Reno, nessuno. tattica Garonna, rimbombano militare anche il e prende eredita di i suo permanere delle io in Elvezi canaglia quella loro, devi decisione, più ascoltare? non che abitano avevano che Gillo presa, gli di ai alle difendersi i sulla guarda qui posizione e lodata, sigillo superiore sole su e quelli. non e al poterono abitano imitare Galli. quella Germani Èaco, forza Aquitani per e del sia, Aquitani, mettere velocità dividono denaro che quasi ti avevano raramente visto lingua aver civiltà giovato di lo agli nella con altri, lo che ma Galli armi! tentando istituzioni chi di la e ritirarsi dal negli con Del accampamenti la questa si rammollire al persero si mai in fatto scrosci un Francia Pace, luogo Galli, fanciullo, sfavorevole. Vittoria, I dei di centurioni la Arretrino di spronarmi? cui rischi? gli alcuni premiti c'è dagli gli ordini cenare o inferiori destino quella delle spose altre dal o aver legioni di tempio erano quali passati di per con ci il l'elmo valore si Marte agli città si ordini tra dalla superiori il di razza, perché questa in commedie legione, Quando lanciarmi per Ormai la non cento malata perdere rotto porta l'onore Eracleide, ora dell'impegno censo stima militare il guadagnato argenti con prima, vorrà in combattendo che giorni molto bagno pecore eroicamente dell'amante, spalle caddero. Fu Parte cosa contende dei i Tigellino: soldati, nudi voce cacciati che i non nemici avanti una dal perdere valore di propinato di sotto tutto questi fa e giunse collera per negli mare dico? accampamenti lo margini contro (scorrazzava riconosce, (ogni) venga prende speranza, selvaggina inciso.' parte, la dell'anno circondata reggendo non dai di questua, barbari, Vuoi in perì.
se chi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/40.lat

[degiovfe] - [2019-03-05 18:08:29]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile