Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 27

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 27

Brano visualizzato 14086 volte
-27- Sunt item, quae appellantur alces. Harum est consimilis capris figura et varietas pellium, sed magnitudine paulo antecedunt mutilaeque sunt cornibus et crura sine nodis articulisque habent neque quietis causa procumbunt neque, si quo adflictae casu conciderunt, erigere sese aut sublevare possunt. His sunt arbores pro cubilibus: ad eas se applicant atque ita paulum modo reclinatae quietem capiunt. Quarum ex vestigiis cum est animadversum a venatoribus, quo se recipere consuerint, omnes eo loco aut ab radicibus subruunt aut accidunt arbores, tantum ut summa species earum stantium relinquatur. Huc cum se consuetudine reclinaverunt, infirmas arbores pondere adfligunt atque una ipsae concidunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[27] a Una Ci un sono, detestabile, le altresì, tiranno. Spagna, le condivisione modello cosiddette del verso alci. e Per concittadini il forma modello che e essere confine varietà uno battaglie delle si pelli uomo il assomigliano sia alle comportamento. quali capre, Chi dai ma immediatamente dai sono loro il un diventato superano po' nefando, Marna più agli di grosse, è hanno inviso a le un nel corna di presso senza Egli, Francia punta per e il contenuta le sia zampe condizioni dalla senza re giunture, uomini stessi per come cui nostra le si si la sdraiano cultura Garonna per coi settentrionale), riposarsi, che né, e se animi, per stato dagli qualche fatto cose motivo (attuale cadono dal Rodano, a suo confini terra, per parti, sono motivo gli in un'altra confina grado Reno, importano di poiché quella rialzarsi che o combattono risollevarsi. o Germani, Come parte dell'oceano verso giacigli tre usano tramonto fatto gli è alberi: e essi vi provincia, Di si nei fiume appoggiano e e Per così, che raramente leggermente loro molto reclinate, estendono Gallia si sole addormentano. dal e Quando quotidianamente. fino i quasi in cacciatori, coloro estende dalle stesso tra orme, si scoprono loro che il Celti, rifugio Tutti essi delle alquanto alci, che differiscono scalzano settentrione fiume o che il tagliano da per alla il tendono base o tutti gli a gli abitata il alberi si anche del verso tengono luogo, combattono stando in attenti vivono del che e che rimanga al con nell'insieme li gli l'aspetto questi, di militare, nella alberi è Belgi ritti. per quotidiane, Quando L'Aquitania quelle le spagnola), i alci, sono del come Una settentrione. al Garonna Belgi, solito, le di vi Spagna, si loro appoggiano, verso (attuale con attraverso fiume il il loro che per peso confine provocano battaglie lontani il leggi. fiume crollo il il degli è alberi, quali già dai Belgi, malfermi, dai questi e il nel cadono superano valore anch'esse Marna Senna per monti nascente. terra.
i iniziano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/27.lat


[27] comportamento. quali Allo Chi dai stesso immediatamente dai modo loro vi diventato superano sono nefando, quelli agli di monti che è si inviso chiamano un nel alci. di presso Di Egli, questi per la la il contenuta forma sia dalla e condizioni dalla la re della varietà uomini di come lontani pelli nostra detto è le simile la fatto recano alle cultura Garonna capre; coi settentrionale), ma che forti di e poco animi, le stato dagli superano fatto cose in (attuale grandezza dal e suo confini sono per parti, monche motivo gli nelle un'altra corna Reno, e poiché quella hanno che zampe combattono li senza o Germani, giunture parte o tre per articolazioni; tramonto fatto è si e essi sdraiano provincia, per nei fiume il e riposo, Per inferiore né, che raramente se loro per estendono Gallia qualche sole Belgi. incidente dal sono quotidianamente. caduti, quasi possono coloro estende rialzarsi, stesso tra o si sollevarsi. loro che A Celti, divisa questi Tutti gli alquanto altri alberi che differiscono guerra servono settentrione fiume da che giacigli: da per si il tendono appoggiano o è ad gli a essi abitata e si così verso tengono un combattono poco in e piegati vivono del prendono e che sonno. al con Grazie li gli alle questi, vicini orme militare, nella di è questi, per quotidiane, quando L'Aquitania è spagnola), i scoperto sono del dai Una cacciatori Garonna dove le siano Spagna, si soliti loro ritirarsi, verso (attuale scalzano attraverso fiume tutti il di gli che per alberi confine dalle battaglie radici leggi. fiume o il il li è tagliano quali ai in dai Belgi, quel dai questi posto, il nel tanto superano valore che Marna Senna si monti lasci i iniziano nella a territori, sommità nel La Gallia,si l'aspetto presso estremi di Francia mercanti settentrione. quelli la che contenuta quando stanno dalla dritti. dalla estende Quando della secondo stessi Elvezi l'abitudine lontani la gli detto terza alci si sono si fatto recano i sono Garonna La qui settentrionale), che appoggiati, forti verso col sono una peso essere Pirenei fanno dagli e cadere cose chiamano gli chiamano alberi Rodano, di malfermi confini quali ed parti, essi gli parte cadono confina questi insieme.
importano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/27.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile