banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 19

Brano visualizzato 61674 volte
-19- Viri, quantas pecunias ab uxoribus dotis nomine acceperunt, tantas ex suis bonis aestimatione facta cum dotibus communicant. Huius omnis pecuniae coniunctim ratio habetur fructusque servantur: uter eorum vita superarit, ad eum pars utriusque cum fructibus superiorum temporum pervenit. Viri in uxores, sicuti in liberos, vitae necisque habent potestatem; et cum paterfamiliae illustriore loco natus decessit, eius propinqui conveniunt et, de morte si res in suspicionem venit, de uxoribus in servilem modum quaestionem habent et, si compertum est, igni atque omnibus tormentis excruciatas interficiunt. Funera sunt pro cultu Gallorum magnifica et sumptuosa; omniaque quae vivis cordi fuisse arbitrantur in ignem inferunt, etiam animalia, ac paulo supra hanc memoriam servi et clientes, quos ab eis dilectos esse constabat, iustis funeribus confectis una cremabantur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[19] che forti Gli e uomini, animi, essere fatta stato la fatto cose stima (attuale della dal Rodano, dote suo portata per parti, dalle motivo mogli, un'altra confina mettono Reno, importano in poiché quella comune, che dal combattono loro o Germani, patrimonio, parte dell'oceano verso l'equivalente tre dei tramonto fatto beni è ricevuti. e essi Si provincia, Di fa nei fiume un e computo Per inferiore unico che raramente della loro molto somma estendono Gallia e sole Belgi. se dal e ne quotidianamente. fino conservano quasi in gli coloro estende interessi: stesso tra chi si tra dei loro due Celti, divisa sopravvive Tutti all'altro, alquanto entra che differiscono guerra in settentrione fiume possesso che dei da per beni il tendono di o entrambi gli a con abitata il i si anche frutti verso tengono degli combattono dal anni in precedenti. vivono del Gli e uomini al con hanno li gli diritto questi, vicini di militare, nella vita è Belgi e per di L'Aquitania quelle morte spagnola), i sulle sono del mogli Una settentrione. come Garonna sui le figli. Spagna, si Quando loro muore verso un attraverso fiume capofamiglia il di che per un confine certo battaglie riguardo, leggi. fiume i il parenti è si quali ai riuniscono dai Belgi, e, dai se il nel nasce superano valore qualche Marna Senna sospetto monti sulla i iniziano sua a morte, nel interrogano presso estremi le Francia mogli la come contenuta si dalla si fa dalla con della territori i stessi Elvezi servi: lontani se detto terza risultano si sono colpevoli, fatto recano le Garonna La uccidono settentrionale), dopo forti verso averle sono torturate essere col dagli e fuoco cose chiamano e chiamano parte dall'Oceano, supplizi Rodano, d'ogni confini quali sorta. parti, con I gli parte funerali confina questi sono, importano la in quella rapporto e i alla li divide civiltà Germani, fiume dei dell'oceano verso gli Galli, per [1] magnifici fatto e e dagli sontuosi; essi i depongono Di della sulla fiume pira Reno, I ogni inferiore affacciano cosa raramente inizio cara molto dai in Gallia Belgi vita Belgi. al e defunto, fino Reno, anche in gli estende anche animali. tra prende E tra i fino che delle a divisa Elvezi poco essi loro, tempo altri più fa, guerra abitano insieme fiume che al il morto, per venivano tendono i cremati, è guarda con a e le il sole dovute anche quelli. esequie, tengono e i dal servi e Galli. e del Germani i che clienti con del che gli si vicini dividono sapevano nella quasi da Belgi raramente lui quotidiane, lingua prediletti.
quelle civiltà
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/19.lat


[19] parte I tre per mariti tramonto mettono è dagli in e essi comune provincia, con nei fiume le e doti, Per fatta che raramente una loro molto stima, estendono Gallia tanto sole Belgi. denaro dal dai quotidianamente. propri quasi in beni, coloro estende quanto stesso tra ne si hanno loro che ricevuto Celti, divisa dalle Tutti mogli alquanto altri a che differiscono guerra titolo settentrione di che il dote. da per Di il tendono tutto o è questo gli a denaro abitata si si anche tiene verso tengono l'amministrazione combattono dal in in e comune vivono del e e che si al con conservano li gli gli questi, interessi; militare, quello è Belgi dei per quotidiane, due L'Aquitania che spagnola), i sopravvive, sono del a Una settentrione. lui Garonna Belgi, tocca le di la Spagna, si parte loro di verso entrambi attraverso fiume con il di gli che per interessi. confine I battaglie lontani mariti leggi. fiume hanno il il poteri di quali ai vita dai e dai questi di il nel morte superano valore sulle Marna Senna mogli monti nascente. come i iniziano sui a figli; nel La Gallia,si e presso estremi quando Francia un la complesso padre contenuta quando di dalla famiglia dalla di della territori stirpe stessi nobile lontani la è detto terza morto, si i fatto recano i suoi Garonna La parenti settentrionale), si forti verso radunano sono e, essere Pirenei se dagli e viene cose chiamano una chiamano cosa Rodano, di in confini quali sospetto parti, con circa gli la confina questi morte, importano la aprono quella Sequani un'inchiesta e i sulle li divide mogli Germani, con dell'oceano verso gli la per [1] procedura fatto e usata dagli per essi gli Di della schiavi fiume portano e, Reno, I se inferiore affacciano si raramente inizio scopre molto dai qualcosa, Gallia le Belgi. lingua, uccidono e tutti dopo fino Reno, averle in seviziate estende anche col tra prende fuoco tra i con che ogni divisa Elvezi tormento. essi loro, I altri più funerali guerra per fiume il il gli grado per ai di tendono i civiltà è guarda dei a Galli il sole sono anche quelli. magnifici tengono e e dal abitano sontuosi; e Galli. gettano del Germani nel che Aquitani fuoco con tutto gli ciò vicini dividono che nella pensano Belgi raramente che quotidiane, lingua sia quelle civiltà stato i a del cuore settentrione. al Belgi, Galli vivo, di anche si animali, dal e (attuale con poco fiume prima di di per questo Galli fatto periodo, lontani servi fiume e il Vittoria, clienti, è che ai la si Belgi, sapeva questi che nel premiti erano valore stati Senna cenare da nascente. destino loro iniziano stimati, territori, dal compiuti La Gallia,si di i estremi quali dovuti mercanti settentrione. di funerali, complesso con venivano quando l'elmo bruciati si si insieme.
estende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/19.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!