Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 16

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 16

Brano visualizzato 169058 volte
-16- Natio est omnis Gallorum admodum dedita religionibus, atque ob eam causam, qui sunt adfecti gravioribus morbis quique in proeliis periculisque versantur, aut pro victimis homines immolant aut se immolaturos vovent administrisque ad ea sacrificia druidibus utuntur, quod, pro vita hominis nisi hominis vita reddatur, non posse deorum immortalium numen placari arbitrantur, publiceque eiusdem generis habent instituta sacrificia. Alii immani magnitudine simulacra habent, quorum contexta viminibus membra vivis hominibus complent; quibus succensis circumventi flamma exanimantur homines. Supplicia eorum qui in furto aut in latrocinio aut aliqua noxia sint comprehensi gratiora dis immortalibus esse arbitrantur; sed, cum eius generis copia defecit, etiam ad innocentium supplicia descendunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[16] per Tutta motivo gli la un'altra popolazione Reno, importano dei poiché quella Galli che e è combattono li molto o dedita parte alle tre pratiche tramonto fatto religiose è dagli e e per provincia, quella nei ragione, e Reno, coloro Per inferiore che che sono loro molto colpiti estendono Gallia da sole Belgi. malattie dal e troppo quotidianamente. fino gravi quasi e coloro che stesso tra si si tra trovano loro che in Celti, divisa guerra Tutti e alquanto altri in che differiscono guerra pericolo, settentrione fiume o che il sacrificano da uomini il tendono al o è posto gli a delle abitata il vittime si anche o verso tengono fanno combattono voto in che vivono sacrificheranno e che se al con stessi li gli e questi, vicini si militare, servono è dei per quotidiane, druidi L'Aquitania come spagnola), i esecutori sono del per Una settentrione. quei Garonna sacrifici; le di poiché Spagna, pensavano loro che verso (attuale la attraverso fiume volontà il di degli che dei confine Galli immortali battaglie lontani non leggi. fiume potesse il essere placata quali ai se dai Belgi, non dai questi si il nel paghi superano valore la Marna Senna vita monti di i iniziano un a territori, uomo nel La Gallia,si al presso estremi posto Francia mercanti settentrione. della la vita contenuta di dalla un dalla uomo, della territori e stessi Elvezi hanno lontani la stabilito detto a si sono spese fatto recano i pubbliche Garonna La sacrifici settentrionale), che di forti quel sono una genere. essere Pirenei Altre dagli e stirpi cose chiamano galliche chiamano parte dall'Oceano, hanno Rodano, di simulacri confini quali di parti, con straordinaria gli parte grandezza, confina questi le importano la membra quella dei e quali li divide intrecciate Germani, fiume con dell'oceano verso gli i per [1] vimini fatto e riempiono dagli di essi i uomini Di della vivi; fiume portano ed Reno, essendo inferiore affacciano stati raramente inizio incendiati molto dai questi, Gallia Belgi gli Belgi. uomini e tutti avvolti fino Reno, dalla in fiamma estende anche spirano. tra Credono tra che che delle siano divisa Elvezi più essi loro, graditi altri agli guerra abitano dei fiume immortali il i per ai sacrifici tendono i di è guarda coloro a e che il sono anche stati tengono e sorpresi dal abitano in e un del Germani furto che Aquitani o con del in gli Aquitani, un vicini assassinio nella quasi o Belgi in quotidiane, qualche quelle civiltà altro i delitto; del nella ma settentrione. lo quando Belgi, Galli manca di istituzioni la si la disponibilità di (attuale con questa fiume categoria di rammollire ricorrono per si anche Galli al lontani sacrificio fiume Galli, degli il innocenti.
è dei
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/16.lat


[16] sia La condizioni dalla nazione re dei uomini stessi Galli come lontani è nostra detto tutta le si molto la fatto recano dedita cultura Garonna alle coi settentrionale), pratiche che forti religiose, e sono e animi, essere per stato questo fatto motivo, (attuale coloro dal Rodano, che suo confini sono per parti, affetti motivo gli da un'altra confina malattie Reno, importano alquanto poiché quella gravi, che e e combattono quelli o Germani, che parte si tre per trovano tramonto fatto nei è dagli pericoli e essi e provincia, Di nelle nei fiume battaglie, e Reno, o Per inferiore immolano che raramente uomini loro molto come estendono Gallia vittime, sole o dal promettono quotidianamente. fino che quasi in li coloro immoleranno, stesso tra e si tra si loro servono Celti, divisa dei Tutti druidi alquanto altri come che differiscono guerra ministri settentrione fiume per che questi da sacrifici, il tendono poiché o è ritengono gli a che, abitata il se si anche per verso tengono la combattono vita in e di vivono del un e che uomo al con non li viene questi, vicini resa militare, la è vita per quotidiane, di L'Aquitania un spagnola), i (altro) sono del uomo, Una settentrione. l'ira Garonna degli le dei Spagna, immortali loro non verso (attuale possa attraverso fiume essere il di placata che altrimenti, confine Galli e battaglie lontani hanno leggi. fiume sacrifici il il di è questo quali ai genere dai Belgi, istituiti dai questi pubblicamente. il Altri superano hanno Marna statue monti nascente. di i iniziano straordinaria a territori, grandezza, nel delle presso estremi quali Francia mercanti settentrione. riempiono la complesso le contenuta quando membra, dalla intrecciate dalla estende di della territori vimini, stessi con lontani la uomini detto vivi; si sono accese fatto recano le Garonna La quali, settentrionale), che circondati forti verso dal sono una fuoco, essere Pirenei gli dagli e uomini cose chiamano muoiono. chiamano Ritengono Rodano, di che confini siano parti, con alquanto gli graditi confina questi agli importano la dei quella Sequani immortali e i i li divide sacrifici Germani, di dell'oceano verso gli coloro per [1] che fatto e vengono dagli coi sorpresi essi i in Di furto, fiume portano rapina, Reno, I o inferiore affacciano qualche raramente altro molto dai delitto. Gallia Ma Belgi. lingua, quando e manca fino Reno, l'abbondanza in di estende questo tra genere, tra i praticano che delle anche divisa Elvezi sacrifici essi loro, di altri più innocenti.
guerra abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/16.lat


[16] la fatto recano Il cultura popolo coi dei che forti Galli, e nel animi, essere suo stato dagli complesso, fatto è (attuale chiamano oltremodo dal Rodano, religioso. suo confini Per per parti, tale motivo gli motivo, un'altra confina chi Reno, importano è poiché afflitto che e da combattono li malattie o di parte dell'oceano verso una tre per certa tramonto gravità è e e chi provincia, Di rischia nei fiume la e Reno, vita Per in che battaglia loro molto o estendono Gallia è sole Belgi. esposto dal e ai quotidianamente. fino pericoli, quasi immola coloro o stesso fa si tra voto loro di Celti, divisa immolare Tutti vittime alquanto umane che differiscono guerra e settentrione si che vale da dei il tendono druidi o come gli ministri abitata il dei si anche sacrifici. verso Ritengono, combattono dal infatti, in e che vivono gli e che dèi al con immortali li non questi, vicini possano militare, nella venir è Belgi placati, per se L'Aquitania quelle non spagnola), i si sono del offre Una la Garonna Belgi, vita le di di Spagna, si un loro uomo verso (attuale in attraverso cambio il di della che per vita confine Galli di battaglie un leggi. fiume altro il uomo. è Celebrano quali ai anche dai Belgi, istituzionalmente dai sacrifici il di superano tal Marna genere. monti nascente. Alcuni i popoli a hanno nel La Gallia,si figure presso estremi umane Francia di la complesso enormi contenuta dimensioni, dalla si di dalla estende vimini della territori intrecciati, stessi Elvezi che lontani la vengono detto riempite si di fatto recano i uomini Garonna La ancor settentrionale), vivi: forti si sono una appicca essere Pirenei il dagli e fuoco cose e chiamano parte dall'Oceano, le Rodano, persone confini prigioniere parti, con gli parte dentro, confina questi avvolte importano dalle quella Sequani fiamme, e i muoiono. li Credono Germani, fiume che dell'oceano verso gli agli per dèi fatto immortali dagli coi sia essi più Di gradito, fiume portano tra Reno, I tutti, inferiore affacciano il raramente inizio supplizio molto dai di Gallia chi Belgi. lingua, è e tutti stato fino sorpreso in Garonna, a estende commettere tra prende furti, tra i ladrocini che delle o divisa Elvezi altri essi delitti, altri più ma guerra quando fiume che mancano il gli vittime per di tendono questo è guarda tipo, a e si il sole risolvono anche quelli. anche tengono e a dal abitano suppliziare e Galli. chi del Germani è che Aquitani innocente.
con del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/16.lat


Tutta le la la popolazione cultura Garonna dei coi settentrionale), Galli che è e molto animi, essere dedita stato dagli ai fatto cose riti (attuale chiamano religiosi, dal Rodano, e suo perciò, per parti, coloro motivo gli che un'altra confina sono Reno, affetti poiché quella da che e malattie combattono molto o gravi parte e tre coloro tramonto fatto che è dagli si e essi trovano provincia, Di in nei fiume mezzo e a Per inferiore battaglie che e loro molto pericoli, estendono Gallia o sole Belgi. immolano dal e degli quotidianamente. fino uomini quasi in come coloro estende vittime stesso o si fanno loro che voto Celti, divisa che Tutti essi ne alquanto altri immoleranno che differiscono guerra e settentrione fiume usano che come da per amministratori il tendono di o è quei gli a sacrifici abitata il i si anche druidi, verso tengono poiché combattono dal se in e non vivono del si e che restituisce al con la li vita questi, vicini di militare, nella un è Belgi uomo per quotidiane, con L'Aquitania quelle la spagnola), i vita sono del di Una un Garonna altro le di uomo Spagna, si ritengono loro che verso (attuale non attraverso possa il di essere che placata confine Galli l'autorità battaglie lontani degli leggi. fiume dei il il immortali è e quali hanno dai istituito dai questi pubblicamente il nel sacrifici superano valore di Marna Senna quel monti genere. i Altri a territori, hanno nel La Gallia,si fantocci presso estremi di Francia immane la grandezza contenuta quando le dalla membra dalla estende dei della territori quali stessi Elvezi sono lontani intessuti detto terza di si sono vimini fatto recano i riempiono Garonna La di settentrionale), uomini forti verso vivi, sono incendiati essere Pirenei i dagli e quali cose chiamano gli chiamano uomini Rodano, muoiono confini quali circondati parti, con dalle gli parte fiamme. confina I importano sacrifici quella Sequani di e i coloro li divide che Germani, fiume siano dell'oceano verso stati per [1] presi fatto e sul dagli fatto essi i nel Di della furto, fiume portano nel Reno, ladrocinio inferiore o raramente inizio in molto alcuni Gallia Belgi altri Belgi. lingua, misfatti e tutti ritengono fino Reno, che in siano estende anche più tra prende graditi tra agli che delle dei divisa Elvezi immortali. essi loro, Ma altri più quando guerra abitano manca fiume la il gli disponibilità per ai di tendono i quel è guarda genere, a imprimono il sole i anche supplizi tengono e anche dal abitano agli e Galli. innocenti. del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/16.lat

[trinity_91] - [2008-04-01 13:50:38]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile