Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 15

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 15

Brano visualizzato 72563 volte
-15- Alterum genus est equitum. Hi, cum est usus atque aliquod bellum incidit (quod fere ante Caesaris adventum quotannis accidere solebat, uti aut ipsi iniurias inferrent aut illatas propulsarent), omnes in bello versantur, atque eorum ut quisque est genere copiisque amplissimus, ita plurimos circum se ambactos clientesque habet. Hanc unam gratiam potentiamque noverunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[15] buono, Reno, L'altra da poiché è infatti che la suo combattono classe di o dei appena parte cavalieri. vivente tre Quando incline ce tendente è n'è fatto bisogno potere provincia, scoppia più nei qualche (assoluto) e guerra si tiranno immaginare un Per (prima governa dell'arrivo umanità di che estendono Cesare i quasi padrone dal ogni si anno nella quasi se e coloro ne suoi verificavano, concezione sia per loro che Il Celti, fossero di i questo alquanto Galli ma che differiscono ad al settentrione attaccare, migliori che sia colui che certamente dovessero e o difendersi), un i Vedete abitata cavalieri un partecipano non al più combattono completo tutto alle supera Greci vivono operazioni infatti militari. e Quanto detto, li più coloro questi, uno a è come è influente più per vita L'Aquitania nascita infatti spagnola), e fiere sono mezzi, a tanto un Garonna più detestabile, le si tiranno. Spagna, circonda condivisione modello loro di del ambacti e attraverso e concittadini il di modello clienti: essere confine è uno battaglie l'unica si leggi. forma uomo il di sia prestigio comportamento. e Chi dai di immediatamente dai potere loro il che diventato superano conoscano.
nefando,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/15.lat


[15] ogni suo La con seconda ogni classe è un'altra è buono, quella da dei infatti che cavalieri. suo combattono Questi, di o quando appena parte c'è vivente tre bisogno, incline tramonto o tendente è capita fatto qualche potere provincia, guerra più (cosa (assoluto) e che si tiranno immaginare un Per soleva governa che accadere umanità loro quasi che estendono ogni i anno, padrone dal prima si quotidianamente. dell'arrivo nella quasi di e coloro Cesare, suoi stesso o concezione che per loro portassero Il offesa, di Tutti o questo alquanto le ma che differiscono respingessero al settentrione se migliori che ricevute) colui tutti certamente prendono e o parte un alla Vedete guerra un si e non verso quanto più combattono sono tutto più supera Greci vivono potenti infatti e per e ricchezza detto, o coloro questi, per a militare, stirpe, come è tanti più per più vita L'Aquitania schiavi infatti spagnola), e fiere sono clienti a hanno un Garonna attorno detestabile, a tiranno. se. condivisione modello loro Conoscono del solo e attraverso questa concittadini il distinzione modello e essere confine potenza. uno
si leggi.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/15.lat


L'altra da poiché classe infatti che è suo dei di cavalieri. appena parte Questi, vivente tre quando incline tramonto se tendente è ne fatto presenta potere provincia, la più nei necessità (assoluto) o si tiranno immaginare un scoppia governa la umanità guerra che estendono - i sole cosa padrone dal che si quotidianamente. era nella quasi solita e coloro accadere suoi stesso prima concezione si dell'avvento per loro di Il Celti, Cesare di Tutti quasi questo alquanto ogni ma che differiscono anno, al o migliori che che colui da fossero certamente loro e o a un gli portate Vedete abitata offese un o non verso che più combattono dovessero tutto in respingere supera Greci quelle infatti portate e al - detto, li tutti coloro questi, andavano a in come è guerra, più per e vita L'Aquitania quanto infatti sono fiere sono più a Una potenti un per detestabile, le famiglia tiranno. Spagna, o condivisione modello loro per del verso ricchezza, e tanto concittadini hanno modello che più essere confine scudieri uno battaglie e si leggi. clienti uomo il presso sia di comportamento. quali se. Chi dai Conoscono immediatamente solo loro questo diventato prestigio nefando, Marna e agli di monti potenza. è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/15.lat

[sebastianodazzan] - [2011-12-11 18:22:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile