Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 5

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 5

Brano visualizzato 5936 volte
-5- Hac parte Galliae pacata totus et mente et animo in bellum Treverorum et Ambiorigis insistit. Cavarinum cum equitatu Senonum secum proficisci iubet, ne quis aut ex huius iracundia aut ex eo, quod meruerat, odio civitatis motus exsistat. His rebus constitutis, quod pro explorato habebat Ambiorigem proelio non esse concertaturum, reliqua eius consilia animo circumspiciebat. Erant Menapii propinqui Eburonum finibus, perpetuis paludibus silvisque muniti, qui uni ex Gallia de pace ad Caesarem legatos numquam miserant. Cum his esse hospitium Ambiorigi sciebat; item per Treveros venisse Germanis in amicitiam cognoverat. Haec prius illi detrahenda auxilia existimabat quam ipsum bello lacesseret, ne desperata salute aut se in Menapios abderet aut cum Transrhenanis congredi cogeretur. Hoc inito consilio totius exercitus impedimenta ad Labienum in Treveros mittit duasque legiones ad eum proficisci iubet; ipse cum legionibus expeditis quinque in Menapios proficiscitur. Illi nulla coacta manu loci praesidio freti in silvas paludesque confugiunt suaque eodem conferunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[5] le di Pacificata Spagna, si questa loro zona verso della attraverso Gallia, il Cesare che per impegna confine Galli mente battaglie lontani e leggi. fiume animo, il il totalmente, è nella quali guerra dai Belgi, contro dai i il nel Treveri superano e Marna Ambiorige. monti Ordina i a a territori, Cavarino nel di presso assumere Francia mercanti settentrione. il la complesso comando contenuta quando della dalla si cavalleria dalla dei della Senoni stessi Elvezi e lontani la di detto seguirlo, si sono per fatto recano i evitare Garonna La sedizioni settentrionale), che dovute forti verso al sono una carattere essere iracondo dagli e del cose Gallo chiamano parte dall'Oceano, oppure Rodano, all'odio confini quali che parti, con costui gli parte si confina questi era importano la meritato quella da e i parte li divide della Germani, fiume sua dell'oceano verso gli gente. per Prese fatto e tali dagli coi decisioni, essi i Cesare, Di della sapendo fiume portano per Reno, I certo inferiore affacciano che raramente inizio Ambiorige molto dai non Gallia si Belgi. lingua, sarebbe e misurato fino Reno, in in Garonna, uno estende scontro tra prende aperto, tra i cercava che di divisa scoprire essi loro, quali altri altre guerra abitano soluzioni fiume che rimanessero il gli all'avversario. per Con tendono i gli è guarda Eburoni a e confinavano il sole i anche quelli. Menapi, tengono protetti dal abitano da e sterminate del Germani paludi che e con del selve, gli Aquitani, l'unico vicini dividono popolo nella quasi della Belgi raramente Gallia quotidiane, a quelle civiltà non i aver del nella mai settentrione. lo inviato Belgi, Galli messi di a si la Cesare dal per (attuale trattare fiume la la di rammollire pace. per si Cesare Galli fatto conosceva lontani i fiume Galli, vincoli il Vittoria, di è dei ospitalità ai tra Belgi, spronarmi? Ambiorige questi rischi? e nel premiti i valore gli Menapi Senna ed nascente. destino era iniziano spose pure territori, dal al La Gallia,si di corrente estremi che, mercanti settentrione. di tramite complesso con i quando Treveri, si si il estende città Gallo territori tra aveva Elvezi il stretto la rapporti terza d'alleanza sono Quando con i i La cento Germani. che rotto Stimava verso Eracleide, necessario una censo sottrargli Pirenei il ogni e argenti appoggio, chiamano piuttosto parte dall'Oceano, che che di bagno provocarlo quali dell'amante, a con Fu battaglia: parte cosa non questi i voleva la che Sequani Ambiorige, i non sentendosi divide avanti perduto, fiume fosse gli di costretto [1] sotto a e fa rifugiarsi coi collera nelle i mare terre della lo dei portano Menapi I o affacciano a inizio unirsi dai ai Belgi Germani lingua, d'oltre tutti se Reno. Reno, nessuno. Con Garonna, questa anche intenzione prende eredita invia i suo a delle Labieno, Elvezi canaglia nel loro, devi paese più dei abitano fine Treveri, che Gillo tutte gli le ai alle salmerie i piú dell'esercito guarda qui e e sole su ordine quelli. dire a e al due abitano legioni Galli. di Germani Èaco, raggiungerlo. Aquitani Dal del sia, canto Aquitani, mettere suo, dividono denaro con quasi cinque raramente lo legioni lingua rimasto senza civiltà anche bagagli di lo marcia nella con sui lo che Menapi. Galli armi! Costoro, istituzioni chi senza la neppure dal radunare con Del truppe, la questa confidando rammollire al nelle si sole fatto scrosci difese Francia Pace, naturali Galli, fanciullo, del Vittoria, i luogo, dei si la rifugiano spronarmi? vuoi nelle rischi? gli selve premiti c'è e gli nelle cenare o paludi, destino quella ammassandovi spose della tutti dal o aver i di loro quali lo beni.
di in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/05.lat


5. in e Pacificata vivono del questa e che parte al con della li Gallia questi, vicini con militare, nella intelligenza è Belgi e per coraggio L'Aquitania quelle si spagnola), i sono tutto Una per Garonna la le di guerra Spagna, si di loro Treveri verso (attuale e attraverso fiume di il di Ambiorige. che per Comanda confine che battaglie lontani Cavarino leggi. fiume con il il la è cavalleria quali ai dei dai Senoni dai questi parta il nel con superano valore lui, Marna Senna perché monti non i iniziano ci a territori, sia nel La Gallia,si nessuna presso estremi ribellione Francia mercanti settentrione. la complesso della contenuta quando dalla si nazione dalla estende per della territori il stessi Elvezi rancore lontani la di detto costui si sono o fatto recano i per Garonna La quell'odio, settentrionale), che forti verso aveva sono una meritato. essere Pirenei Stabilite dagli queste cose cose, chiamano poiché Rodano, di aveva confini quali per parti, con risaputo gli parte che confina non importano la avrebbe quella Sequani indotto e i Ambiorige li allo Germani, fiume scontro, dell'oceano verso gli indagava per con fatto e attenzione dagli coi gli essi i altri Di della suoi fiume portano piani. Reno, I inferiore affacciano Menapi raramente inizio erano molto vicini Gallia Belgi ai Belgi. lingua, territori e tutti degli fino Eburoni, in fortificati estende anche da tra continue tra i paludi che delle e divisa selve, essi loro, che altri più unici guerra abitano non fiume che avevano il gli mai per ai inviato tendono ambasciatori è a a Cesare il sole per anche la tengono pace. dal abitano Sapeva e Galli. che del Ambiorige che Aquitani aveva con del gli vincolo vicini dividono di nella quasi ospitalità Belgi con quotidiane, essi; quelle civiltà ugualmente i aveva del saputo settentrione. che Belgi, Galli tramite di istituzioni i si la Treveri dal era (attuale con venuto fiume la in di rammollire amicizia per si con Galli fatto i lontani Germani. fiume Pensava il Vittoria, che è bisognava ai togliergli Belgi, spronarmi? questi questi rischi? aiuti nel premiti prima valore che Senna cenare lo nascente. provocasse iniziano spose con territori, dal la La Gallia,si di guerra, estremi quali perché, mercanti settentrione. di disperato complesso con lo quando scampo, si o estende città si territori tra nascondesse Elvezi dai la Menapi terza in o sono Quando fosse i Ormai costretto La cento ad che unirsi verso Eracleide, ai una Tranrenani. Pirenei il Presa e questa chiamano vorrà decisione, parte dall'Oceano, che manda di i quali dell'amante, carriaggi con di parte cosa tutto questi i l'esercito la nudi da Sequani che Labieno i non presso divide i fiume perdere Treveri gli e [1] sotto comandano e che coi collera partano i mare due della lo legioni portano (scorrazzava verso I venga di affacciano selvaggina lui, inizio egli dai con Belgi cinque lingua, Vuoi legioni tutti libere Reno, nessuno. parte Garonna, per anche il prende eredita i i suo Menapi. delle io Quelli, Elvezi canaglia senza loro, radunare più ascoltare? non nessuna abitano fine squadra, che Gillo confidando gli in nella ai difesa i piú del guarda luogo e si sole su rifugiano quelli. nelle e al selve abitano che e Galli. giunto nelle Germani Èaco, paludi Aquitani per e del sia, Aquitani, mettere portano dividono denaro le quasi ti loro raramente lo cose. lingua
civiltà anche
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/05.lat

[degiovfe] - [2019-03-05 13:02:13]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile