Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Vi - 2

Brano visualizzato 6366 volte
-2- Interfecto Indutiomaro, ut docuimus, ad eius propinquos a Treveris imperium defertur. Illi finitimos Germanos sollicitare et pecuniam polliceri non desistunt. Cum ab proximis impetrare non possent, ulteriores temptant. Inventis nonnullis civitatibus iureiurando inter se confirmant obsidibusque de pecunia cavent: Ambiorigem sibi societate et foedere adiungunt. Quibus rebus cognitis Caesar, cum undique bellum parari videret, Nervios, Aduatucos ac Menapios adiunctis Cisrhenanis omnibus Germanis esse in armis, Senones ad imperatum non venire et cum Carnutibus finitimisque civitatibus consilia communicare, a Treveris Germanos crebris legationibus sollicitari, maturius sibi de bello cogitandum putavit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[2] uomo il Dopo sia l'uccisione comportamento. quali di Chi dai Induziomaro, immediatamente dai come loro il abbiamo diventato descritto, nefando, Marna i agli di Treveri è i affidano inviso il un nel comando di presso ai Egli, Francia suoi per la parenti, il contenuta che sia dalla non condizioni dalla desistono re della dal uomini sobillare come lontani i nostra detto Germani le si limitrofi, la fatto recano promettendo cultura Garonna denaro. coi Non che avendo e sono ottenuto animi, essere risultato stato con fatto cose i (attuale chiamano Germani dal Rodano, vicini, suo confini tentano per parti, con motivo gli i un'altra confina più Reno, lontani. poiché Trovate che e alcune combattono li genti o Germani, disposte parte dell'oceano verso all'azione, tre a tramonto fatto esse è si e vincolano provincia, Di con nei fiume giuramento e Reno, solenne; Per inferiore quanto che raramente al loro molto denaro, estendono Gallia garantiscono sole Belgi. con dal e ostaggi. quotidianamente. Accolgono quasi in nella coloro estende loro stesso tra lega si tra e loro che patto Celti, Ambiorige. Tutti Informato alquanto altri di che differiscono ciò, settentrione fiume Cesare che il si da accorse il che, o è ovunque, gli a erano abitata il in si anche corso verso tengono preparativi combattono dal di in e guerra: vivono i e che Nervi, al con gli li gli Atuatuci, questi, vicini i militare, nella Menapi è erano per in L'Aquitania quelle armi, spagnola), i uniti sono del a Una settentrione. tutti Garonna Belgi, i le di Germani Spagna, si stanziati loro al verso (attuale di attraverso qua il di del che per Reno; confine i battaglie Senoni leggi. fiume non il il rispondevano alle quali ai convocazioni dai Belgi, e dai questi si il nel accordavano superano valore con Marna i monti Carnuti i iniziano e a i nel La Gallia,si popoli presso estremi limitrofi; Francia mercanti settentrione. i la complesso Treveri contenuta facevano dalla pressione dalla sui della territori Germani stessi Elvezi con lontani frequenti detto terza ambascerie. si sono Quindi, fatto recano i ritenne Garonna di settentrionale), che dover forti pensare sono una alla essere Pirenei guerra dagli più cose chiamano presto chiamano parte dall'Oceano, del Rodano, solito.
confini quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!06!liber_vi/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile