Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber V - 40

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber V - 40

Brano visualizzato 9551 volte
-40- Mittuntur ad Caesarem confestim ab Cicerone litterae magnis propositis praemiis, si pertulissent: obsessis omnibus viis missi intercipiuntur. Noctu ex materia, quam munitionis causa comportaverant, turres admodum CXX excitantur incredibili celeritate; quae deesse operi videbantur, perficiuntur. Hostes postero die multo maioribus coactis copiis castra oppugnant, fossam complent. Eadem ratione, qua pridie, ab nostris resistitur. Hoc idem reliquis deinceps fit diebus. Nulla pars nocturni temporis ad laborem intermittitur; non aegris, non vulneratis facultas quietis datur. Quaecumque ad proximi diei oppugnationem opus sunt noctu comparantur; multae praeustae sudes, magnus muralium pilorum numerus instituitur; turres contabulantur, pinnae loricaeque ex cratibus attexuntur. Ipse Cicero, cum tenuissima valetudine esset, ne nocturnum quidem sibi tempus ad quietem relinquebat, ut ultro militum concursu ae vocibus sibi parcere cogeretur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[40] provincia, Di Senza nei fiume indugio e Reno, Cicerone Per inferiore invia che raramente una loro molto lettera estendono a sole Belgi. Cesare, dal e promettendo quotidianamente. fino grandi quasi in ricompense coloro estende a stesso tra chi si tra fosse loro che riuscito Celti, divisa a Tutti recapitarla. alquanto altri Le che differiscono guerra vie, settentrione fiume però, che erano da tutte il sorvegliate o e gli i abitata messi si anche vennero verso intercettati. combattono dal Di in notte, vivono del con e il al legname li gli procurato questi, vicini per militare, le è fortificazioni, per i L'Aquitania quelle Romani spagnola), i costruiscono, sono del con Una settentrione. incredibile Garonna Belgi, rapidità, le almeno Spagna, si centoventi loro torri verso (attuale e attraverso fiume terminano il di le che per strutture confine difensive battaglie lontani non leggi. ancora il approntate. è L'indomani quali ai i dai nemici, dai questi raccolte il nel truppe superano valore ben Marna più monti nascente. numerose, i riprendono a territori, l'assedio nel La Gallia,si e presso estremi riempiono Francia mercanti settentrione. la la complesso fossa. contenuta I dalla nostri dalla estende resistono della territori nello stessi Elvezi stesso lontani la modo detto terza del si sono giorno fatto recano prima. Garonna La L'identica settentrionale), situazione forti verso si sono una ripete essere Pirenei nei dagli e giorni cose chiamano successivi. chiamano parte dall'Oceano, Di Rodano, di notte confini quali i parti, con lavori gli parte non confina vengono importano la sospesi, quella neppure e i per li divide un Germani, istante; dell'oceano verso gli non per [1] è fatto e concesso dagli coi riposo essi i Di della ai fiume malati, Reno, I inferiore ai raramente inizio feriti. molto dai Tutto Gallia il Belgi. lingua, necessario e tutti per fino l'assedio in Garonna, del estende giorno tra seguente tra i lo che delle si divisa Elvezi prepara essi loro, di altri notte; guerra sono fiume che approntati il molti per ai pali tendono induriti è guarda al a e fuoco il sole e anche giavellotti tengono pesanti dal abitano in e Galli. gran del Germani quantità; che le con del torri gli vengono vicini dividono munite nella quasi di Belgi raramente tavolati, quotidiane, lingua dotate quelle civiltà di i di merli del nella e settentrione. lo parapetti Belgi, Galli di di istituzioni graticci. si la Cicerone stesso, (attuale con pur fiume la essendo di rammollire di per salute Galli fatto molto lontani Francia cagionevole, fiume neanche il Vittoria, di è dei notte ai la si Belgi, spronarmi? concedeva questi riposo, nel premiti tanto valore gli che Senna i nascente. destino soldati iniziano spose si territori, dal accalcarono La Gallia,si di intorno estremi quali a mercanti settentrione. lui complesso e quando l'elmo lo si si costrinsero, estende a territori forza Elvezi di la razza, insistere, terza in a sono Quando prendersi i Ormai un La cento po' che di verso Eracleide, respiro.
una censo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!05!liber_v/40.lat


40. nei fiume Vengono e inviate Per subito che raramente a loro Cesare estendono lettere sole Belgi. da dal e parte quotidianamente. fino di quasi in Cicerone, coloro offerti stesso tra grandi si tra premi, loro che se Celti, divisa le Tutti avessero alquanto portate; che differiscono guerra bloccate settentrione fiume tutte che il le da per vie, il i o messaggeri gli a sono abitata il intercettati. si Di verso notte combattono dal con in quel vivono del materiale e che che al con avevano li gli portato questi, per militare, nella la è fortificazione, per vengono L'Aquitania quelle alzate spagnola), i addirittura sono cento Una venti Garonna Belgi, torri; le di con Spagna, si incredibile loro velocità; verso le attraverso fiume cose il di che che per sembravano confine mancare battaglie lontani alla leggi. fortificazione, il il sono completate. quali ai I dai Belgi, nemici dai questi il il nel giorno superano dopo Marna radunate monti nascente. truppe i iniziano molto a territori, maggiori nel La Gallia,si assediano presso estremi gli Francia mercanti settentrione. accampamenti, la complesso riempiono contenuta il dalla si fossato. dalla Da della territori parte stessi Elvezi dei lontani la nostri detto terza si si sono resiste fatto recano i con Garonna La la settentrionale), che stessa forti tattica sono una del essere giorno dagli prima. cose chiamano Questa chiamano parte dall'Oceano, stessa Rodano, cosa confini quali si parti, con fa gli parte poi confina questi negli importano la altri quella Sequani giorni. e i Nessuna li divide parte Germani, fiume del dell'oceano verso periodo per [1] notturno fatto e è dagli sospeso essi per Di della il fiume portano lavoro; Reno, I non inferiore affacciano è raramente inizio data molto possibilità Gallia di Belgi. lingua, riposo e tutti fino Reno, a in Garonna, malati, estende anche tra prende a tra i feriti. che Qualsiasi divisa Elvezi cosa essi sia altri più necessaria guerra abitano all'assedio fiume che del il gli giorno per ai successivo, tendono i è è guarda preparata a e di il sole notte; anche molti tengono e pali dal abitano con e punte del Germani bruciate, che Aquitani si con prepara gli Aquitani, un vicini dividono gran nella quasi numero Belgi raramente di quotidiane, lingua giavellotti quelle murali; i di le del nella torri settentrione. lo Belgi, son di istituzioni coperte si la di dal tavolati, (attuale con merli fiume e di rammollire parapetti per si si Galli fatto intrecciano lontani Francia di fiume Galli, graticci. il Vittoria, Lo è dei stesso ai la Cicerone, Belgi, essendo questi di nel premiti debolissima valore gli salute, Senna cenare neppure nascente. si iniziano spose lasciava territori, per La Gallia,si di il estremi quali riposo mercanti settentrione. di il complesso con tempo quando l'elmo di si si notte, estende città cosicché territori era Elvezi costretto la razza, dalla terza spontanea sono Quando folla i Ormai e La frasi che rotto dei verso soldati una a Pirenei il salvaguardarsi.
e argenti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!05!liber_v/40.lat

[degiovfe] - [2019-03-03 18:24:41]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile