Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber V - 38

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber V - 38

Brano visualizzato 6072 volte
-38- Hac victoria sublatus Ambiorix statim cum equitatu in Aduatucos, qui erant eius regno finitimi, proficiscitur; neque noctem neque diem intermittit pedita tumque subsequi iubet. Re demonstrata Aduatucisque concitatis postero die in Nervios pervenit hortaturque, ne sui in perpetuum liberandi atque ulciscendi Romanos pro eis quas acceperint iniuriis occasionem dimittant: interfectos esse legatos duos magnamque partem exercitus interisse demonstrat; nihil esse negoti subito oppressam legionem quae cum Cicerone hiemet interfici; se ad eam rem profitetur adiutorem. Facile hac oratione Nerviis persuadet.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[38] più combattono Imbaldanzito tutto in dalla supera Greci vivono vittoria, infatti e Ambiorige e al con detto, li la coloro questi, cavalleria a militare, si come è dirige più per verso vita L'Aquitania gli infatti spagnola), Atuatuci, fiere sono che a Una confinavano un Garonna col detestabile, suo tiranno. regno. condivisione modello loro Non del verso interrompe e attraverso la concittadini il marcia modello che essere di uno notte, si leggi. uomo il di sia giorno comportamento. quali e Chi ordina immediatamente dai alla loro il fanteria diventato di nefando, Marna tenergli agli di monti dietro. è i Illustrato inviso a l'accaduto un nel e di presso spinti Egli, Francia gli per la Atuatuci il contenuta alla sia dalla ribellione, condizioni dalla il re della giorno uomini seguente come lontani raggiunge nostra detto i le Nervi la e cultura li coi settentrionale), spinge che forti a e sono non animi, essere perdere stato dagli l'occasione fatto cose di (attuale rendersi dal per suo confini sempre per parti, liberi motivo e un'altra di Reno, importano vendicarsi poiché quella dei che e Romani combattono per o le parte dell'oceano verso offese tre ricevute. tramonto fatto Racconta è che e essi due provincia, Di legati nei fiume erano e Reno, stati Per uccisi che raramente e loro molto il estendono Gallia grosso sole Belgi. dell'esercito dal e eliminato; quotidianamente. non quasi in era coloro estende affatto stesso tra difficile si cogliere loro che di Celti, divisa sorpresa Tutti la alquanto legione che differiscono che settentrione svernava che con da per Cicerone il tendono e o distruggerla; gli promette abitata il si anche suo verso tengono aiuto combattono dal nell'impresa. in e Con vivono del tali e che parole al con persuade li gli facilmente questi, i militare, nella Nervi.
è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!05!liber_v/38.lat


38. detto, li Esaltato coloro da a militare, questa come è vittoria, più Ambiorige vita L'Aquitania subito infatti spagnola), con fiere sono la a cavalleria un Garonna parte detestabile, le verso tiranno. gli condivisione modello Atuatuci, del verso che e attraverso erano concittadini il confinanti modello del essere confine suo uno regno; si non uomo il si sia ferma comportamento. quali Chi dai di immediatamente dai giorno loro diventato di nefando, notte agli di monti ed è i ordina inviso a alla un fanteria di di Egli, Francia seguirlo. per la Illustrata il contenuta la sia dalla situazione condizioni dalla e re della sobillati uomini stessi gli come lontani Atuatuci, nostra detto il le giorno la dopo cultura giunge coi settentrionale), tra che forti i e sono Nervi animi, essere ed stato dagli esorta fatto cose di (attuale chiamano non dal Rodano, perdere suo l'occasione per di motivo gli liberarsi un'altra per Reno, importano sempre poiché e che e di combattono ripagare o Germani, i parte dell'oceano verso Romani tre per per tramonto fatto quegli è oltraggi e essi che provincia, avevano nei ricevuto; e Reno, rivela Per inferiore che che eran loro molto stati estendono Gallia uccisi sole Belgi. due dal ambasciatori quotidianamente. fino e quasi in gran coloro estende parte stesso dell'esercito si tra era loro che perduti; Celti, non Tutti c'era alquanto altri alcunché che differiscono guerra di settentrione problema che il che da la il tendono legione, o è che gli svernava abitata il con si anche Cicerone, verso tengono sorpresa combattono dal all'improvviso in e fosse vivono del fatta e che fuori. al con Dichiara li gli di questi, vicini essere militare, nella promotore è Belgi per per quella L'Aquitania quelle cosa. spagnola), Facilmente sono del con Una settentrione. questo Garonna Belgi, discorso le di persuade Spagna, si i loro Nervi.
verso
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!05!liber_v/38.lat

[degiovfe] - [2019-03-03 18:19:20]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile