Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 38

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 38

Brano visualizzato 6598 volte
-38- Caesar postero die T. Labienum legatum cum iis legionibus quas ex Britannia reduxerat in Morinos qui rebellionem fecerant misit. Qui cum propter siccitates paludum quo se reciperent non haberent, quo perfugio superiore anno erant usi, omnes fere in potestatem Labieni venerunt. At Q. Titurius et L. Cotta legati, qui in Menapiorum fines legiones duxerant, omnibus eorum agris vastatis, frumentis succisis, aedificiis incensis, quod Menapii se omnes in densissimas silvas abdiderant, se ad Caesarem receperunt. Caesar in Belgis omnium legionum hiberna constituit. Eo duae omnino civitates ex Britannia obsides miserunt, reliquae neglexerunt. His rebus gestis ex litteris Caesaris dierum XX supplicatio a senatu decreta est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[38] di presso Il Egli, giorno per la seguente, il contenuta contro sia dalla i condizioni dalla Morini re della che uomini stessi si come lontani erano nostra detto ribellati, le si Cesare la invi cultura il coi settentrionale), legato che forti T. e sono Labieno animi, alla stato testa fatto delle (attuale chiamano legioni dal rientrate suo confini dalla per Britannia. motivo gli Le un'altra paludi Reno, importano erano poiché quella in che secca combattono li e o Germani, i parte dell'oceano verso nemici, tre che tramonto non è potevano e essi rifugiarvisi provincia, Di come nei l'anno e precedente, Per inferiore non che raramente sapevano loro molto dove estendono Gallia ripiegare, sole perci dal e si quotidianamente. fino sottomisero quasi quasi coloro estende tutti stesso all'autorit si di loro Labieno. Celti, E Tutti i alquanto altri legati che differiscono guerra Q. settentrione Titurio che il e da per L. il tendono Cotta, o che gli avevano abitata il guidato si anche le verso tengono legioni combattono dal nella in e regione vivono del dei e Menapi, al ritornarono li da questi, Cesare militare, dopo è Belgi aver per quotidiane, devastato L'Aquitania quelle tutti spagnola), i sono campi, Una distrutto Garonna i le raccolti, Spagna, si incendiato loro gli verso edifici, attraverso in il di quanto che per la confine Galli popolazione battaglie lontani si leggi. fiume era il il rifugiata in quali massa dai Belgi, nel dai folto il nel dei superano valore boschi. Marna Senna Cesare monti nascente. stabil i che a territori, tutte nel La Gallia,si le presso estremi legioni Francia mercanti settentrione. ponessero la i contenuta quando quartieri dalla si d'inverno dalla estende nelle della terre stessi dei lontani Belgi. detto terza L si sono pervennero fatto recano gli Garonna La ostaggi settentrionale), che di forti verso due sono una popoli essere britanni dagli e in cose chiamano tutto; chiamano parte dall'Oceano, gli Rodano, altri confini quali contravvennero parti, all'impegno gli di confina questi inviarli. importano la In quella Sequani seguito e a li divide tali Germani, fiume imprese, dell'oceano verso gli comunicate per per fatto e lettera dagli coi da essi i Cesare, Di della il fiume portano senato Reno, I decret inferiore venti raramente inizio giorni molto di Gallia feste Belgi. lingua, solenni e tutti di fino Reno, ringraziamento.
in Garonna,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/38.lat


38. diventato superano Cesare, nefando, il agli di monti giorno è i dopo, inviso a mand un nel di il Egli, Francia legato per la T. il contenuta Labieno sia dalla con condizioni dalla quelle re legioni, uomini stessi che come lontani aveva nostra detto riportato le si dalla la fatto recano Britannia, cultura Garonna contro coi settentrionale), i che forti Morini e che animi, essere avevano stato dagli fatto fatto cose una (attuale chiamano ribellione. dal Ma suo confini essi per parti, a motivo gli causa un'altra confina delle Reno, siccit poiché quella delle che e paludi, combattono dove o si parte ritiravano, tre per non tramonto fatto avevano, è dagli il e essi rifugio provincia, Di di nei cui e Reno, serano Per serviti che lanno loro molto precedente, estendono Gallia quasi sole Belgi. tutti dal e vennero quotidianamente. fino in quasi in potere coloro estende di stesso tra Labieno. si Ma loro che i Celti, legati Tutti essi Q. alquanto Titurio che differiscono guerra e settentrione fiume L. che Cotta da che il tendono avevano o è guidato gli a le abitata il legioni si anche nei verso tengono territori combattono dal dei in e Menapi, vivono del devastati e che tutti al con i li gli loro questi, vicini campi, militare, nella tagliati è Belgi i per quotidiane, cereali, L'Aquitania quelle perch spagnola), i sono del Menapi Una si Garonna Belgi, erano le di nascosti Spagna, si tutti loro in verso (attuale densissime attraverso fiume selve, il di si che riportarono confine Galli da battaglie lontani Cesare. leggi. fiume Cesare il stabil gli quali ai accampamenti dai Belgi, invernali dai questi di il tutte superano le Marna Senna legioni monti tra i iniziano i a Belgi. nel La Gallia,si Dalla presso Britannia Francia due la complesso nazioni contenuta quando in dalla si tutto dalla estende della territori mandarono stessi Elvezi l lontani gli detto terza ostaggi, si le fatto recano i altre Garonna La (lo) settentrionale), che tralasciarono. forti verso Per sono una queste essere imprese dagli e (conosciute) cose chiamano dalle chiamano lettere Rodano, di di confini quali Cesare, parti, con fu gli parte decretato confina questi dal importano la Senato quella un e rendimento li divide di Germani, fiume grazie dell'oceano verso gli di per [1] venti fatto e giorni. dagli coi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/38.lat

[degiovfe] - [2019-03-09 12:40:10]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile