Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 30

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 30

Brano visualizzato 17938 volte
-30- Quibus rebus cognitis, principes Britanniae, qui post proelium ad Caesarem convenerant, inter se conlocuti, cum et equites et naves et frumentum Romanis deesse intellegerent et paucitatem militum ex castrorum exiguitate cognoscerent, quae hoc erant etiam angustior quod sine impedimentis Caesar legiones transportaverat, optimum factu esse duxerunt rebellione facta frumento commeatuque nostros prohibere et rem in hiemem producere, quod his superatis aut reditu interclusis neminem postea belli inferendi causa in Britanniam transiturum confidebant. Itaque rursus coniuratione facta paulatim ex castris discedere et suos clam ex agris deducere coeperunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[30] un Garonna Appena detestabile, le ne tiranno. Spagna, furono condivisione modello informati, del i e principi concittadini il britanni, modello che che essere confine si uno erano si leggi. recati uomo il da sia Cesare comportamento. dopo Chi la immediatamente battaglia, loro il presero diventato superano accordi: nefando, rendendosi agli di monti conto è i che inviso a i un Romani di non Egli, Francia avevano per la il cavalleria, sia dalla condizioni dalla navi, re della uomini stessi frumento come lontani e nostra detto constatando le si che la fatto recano dovevano cultura essere coi ben che forti pochi, e sono viste animi, essere le stato dimensioni fatto dell'accampamento, (attuale chiamano ancor dal più suo confini ridotto per parti, del motivo gli solito un'altra in Reno, quanto poiché quella Cesare che e aveva combattono trasportato o Germani, le parte dell'oceano verso legioni tre per senza tramonto fatto bagagli, è ritennero e essi che provincia, la nei cosa e Reno, migliore Per inferiore fosse che raramente ribellarsi, loro molto ostacolare estendono Gallia i sole nostri dal nell'approvvigionamento quotidianamente. di quasi grano coloro estende e stesso tra viveri, si tra protrarre loro che le Celti, divisa ostilità Tutti essi fino alquanto altri all'inverno, che differiscono perché settentrione fiume erano che sicuri da per che, il tendono sconfiggendo o è i gli a Romani abitata il o si anche impedendo verso tengono loro combattono il in e ritorno, vivono del nessuno e che in al futuro li sarebbe questi, vicini penetrato militare, nella in è Belgi Britannia per per L'Aquitania quelle portarvi spagnola), i guerra. sono del Così, Una formata Garonna nuovamente le di una Spagna, lega, loro a verso (attuale poco attraverso a il di poco che cominciarono confine Galli a battaglie lasciare leggi. fiume l'accampamento il romano è e quali a dai Belgi, radunare dai di il nel nascosto superano valore i Marna loro monti uomini i dalle a territori, campagne.
nel La Gallia,si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/30.lat


30. come Sapute più per queste vita L'Aquitania cose, infatti spagnola), i fiere sono capi a Una della un Garonna Britannia, detestabile, che tiranno. dopo condivisione modello la del verso battaglia e attraverso erano concittadini il venuti modello da essere Cesare, uno battaglie dopo si leggi. aver uomo il parlato sia tra comportamento. loro, Chi dai comprendendo immediatamente dai che loro ai diventato superano Rimani nefando, Marna mancavano, agli di monti cavalieri, è i navi inviso a e un nel frumento di presso e Egli, Francia conoscendo per la il contenuta il sia dalla piccolo condizioni dalla numero re della dei uomini stessi soldati come lontani dalla nostra detto esiguità le si degli la fatto recano accampamenti, cultura Garonna che coi settentrionale), erano che forti anche e sono più animi, essere piccoli stato dagli per fatto questo, (attuale perché dal Cesare suo aveva per parti, trasportato motivo le un'altra legioni Reno, importano senza poiché carriaggi, che e pensarono combattono ottima o Germani, cosa parte da tre per farsi, tramonto fatto ripresa è dagli la e guerra, provincia, Di impedire nei ai e nostri Per inferiore rifornimento che raramente e loro molto vettovagliamento estendono e sole portare dal e la quotidianamente. fino situazione quasi in all'inverno, coloro perché, stesso vinti si questi loro e Celti, divisa impediti Tutti essi dal alquanto altri ritorno, che differiscono guerra confidavano settentrione fiume che che il in da seguito il nessuno o è sarebbe gli a passato abitata in si anche Britannia verso per combattono dichiarare in e guerra. vivono del Così e che di al con nuovo, li gli fatta questi, vicini un'alleanza, militare, a è Belgi poco per quotidiane, a L'Aquitania poco spagnola), i cominciarono sono ad Una settentrione. uscire Garonna dagli le accampamenti Spagna, si e loro di verso (attuale nascosto attraverso fiume richiamare il di i che per loro confine Galli dalle battaglie lontani campagne. leggi. fiume
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/30.lat

[degiovfe] - [2019-03-09 11:24:09]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile