Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 23

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 23

Brano visualizzato 19457 volte
-23- His constitutis rebus, nactus idoneam ad navigandum tempestatem III. fere vigilia solvit equitesque in ulteriorem portum progredi et naves conscendere et se sequi iussit. A quibus cum paulo tardius esset administratum, ipse hora diei circiter IIII. cum primis navibus Britanniam attigit atque ibi in omnibus collibus eitas hostium copias armatas conspexit. Cuius loci haec erat natura atque ita montibus angustis mare continebatur, uti ex locis superioribus in litus telum adigi posset. Hunc ad egrediendum nequaquam idoneum locum arbitratus, dum reliquae naves eo convenirent ad horam nonam in ancoris expectavit. Interim legatis tribunisque militum convocatis et quae ex Voluseno cognovisset et quae fieri vellet ostendit monuitque, ut rei militaris ratio, maximeque ut maritimae res postularent, ut, cum celerem atque instabilem motum haberent, ad nutum et ad tempus D omnes res ab iis administrarentur. His dimissis, et VII ab eo loco progressus aperto ac plano litore naves constituit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[23] alquanto altri Presi che differiscono guerra tali settentrione fiume provvedimenti, che il approfittando da per del il tendono tempo o è favorevole gli alla abitata il navigazione, si salpò verso tengono all'incirca combattono dal dopo in e mezzanotte vivono e e comandò al con alla li cavalleria questi, vicini di militare, nella raggiungere è Belgi il per quotidiane, porto L'Aquitania quelle successivo spagnola), i per sono imbarcarsi Una e Garonna Belgi, seguirlo. le di I Spagna, si cavalieri loro eseguirono verso gli attraverso fiume ordini il di troppo che lentamente; confine Cesare, battaglie invece, leggi. fiume con il il le è prime quali ai navi dai Belgi, pervenne dai questi alle il nel coste superano valore della Marna Britannia monti verso i le a territori, nove nel La Gallia,si di presso estremi mattina Francia mercanti settentrione. e la complesso contenuta vide dalla si le dalla estende truppe della territori nemiche, stessi Elvezi in lontani la armi, detto terza schierate si sono su fatto recano tutte Garonna le settentrionale), che alture forti circostanti. sono una La essere Pirenei natura dagli del cose chiamano luogo chiamano parte dall'Oceano, era Rodano, di tale confini quali e parti, con le gli scogliere confina questi erano importano così quella a e i precipizio li divide sul Germani, mare, dell'oceano verso gli che per i fatto e dardi dagli coi scagliati essi dall'alto Di potevano fiume portano raggiungere Reno, I il inferiore litorale. raramente inizio Avendo molto dai giudicato Gallia il Belgi. luogo e tutti assolutamente fino inadatto in per estende anche uno tra prende sbarco, tra i gettò che delle l'ancora divisa Elvezi e essi loro, fino altri alle guerra due fiume che del il gli pomeriggio per ai attese tendono i l'arrivo è guarda delle a e altre il sole navi. anche quelli. Nel tengono e frattempo, dal abitano convocati e i del legati che e con del i gli tribuni vicini dividono militari, nella espose Belgi le quotidiane, lingua informazioni quelle raccolte i da del nella Voluseno settentrione. e Belgi, il di istituzioni suo si la piano, dal invitandoli (attuale con a fiume la compiere di tutte per le Galli manovre lontani Francia al fiume Galli, primo il Vittoria, cenno è e ai la istantaneamente, Belgi, come questi richiede nel premiti la valore gli tecnica Senna cenare militare, nascente. soprattutto iniziano spose negli territori, scontri La Gallia,si di navali, estremi quali dove mercanti settentrione. i complesso con movimenti quando sono si si rapidi estende e territori tra variano Elvezi il continuamente. la razza, Dopo terza in averli sono Quando congedati, i Ormai sfruttando La il che contemporaneo verso Eracleide, favore una censo della Pirenei il marea e e chiamano del parte dall'Oceano, che vento, di diede quali dell'amante, il con segnale parte cosa e questi i levò la nudi le Sequani che ancore. i non Avanzò divide per fiume circa gli sette [1] miglia e fa e coi collera mise i mare le della navi portano (scorrazzava alla I venga fonda affacciano selvaggina in inizio un dai punto Belgi di in lingua, Vuoi cui tutti il Reno, litorale Garonna, rimbombano era anche aperto prende eredita e i piano.
delle io
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/23.lat


23. spagnola), i Decise sono del queste Una settentrione. cose, Garonna colto le di il Spagna, si momento loro opportuno verso (attuale per attraverso navigare, il quasi che alla confine Galli terza battaglie lontani veglia leggi. fiume sciolse il il le è navi quali e dai Belgi, comandò dai questi che il nel i superano cavalieri Marna Senna monti nascente. avanzassero i iniziano al a territori, porto nel più presso avanti, Francia mercanti settentrione. salissero la complesso sulle contenuta quando navi dalla si e dalla estende lo della seguissero. stessi Elvezi Mentre lontani la da detto terza parte si sono di fatto recano i questi Garonna La si settentrionale), agiva forti verso piuttosto sono una lentamente, essere Pirenei egli dagli circa cose chiamano alla chiamano parte dall'Oceano, quarta Rodano, di ora confini quali del parti, con giorno gli con confina questi le importano la prime quella Sequani navi e i toccò li la Germani, fiume Britannia dell'oceano verso e per qui fatto e vide dagli coi su essi tutte Di le fiume portano colline Reno, I le inferiore affacciano truppe raramente inizio dei molto dai nemici Gallia Belgi in Belgi. lingua, posizione e tutti armate. fino Reno, La in natura estende di tra quel tra luogo che delle era divisa Elvezi questa essi loro, ed altri il guerra mare fiume che era il gli delimitato per ai così tendono i da è guarda strette a e montagne, il che anche quelli. dalle tengono e postazioni dal abitano superiori e si del Germani poteva che Aquitani lanciare con del un gli giavellotto vicini sul nella quasi lido. Belgi Ritenendo quotidiane, lingua che quelle civiltà questo i di non del nella fosse settentrione. assolutamente Belgi, Galli un di istituzioni luogo si adatto dal a (attuale con sbarcare, fiume la aspettò di nelle per si ancore Galli fatto fino lontani Francia all'ora fiume Galli, nona il Vittoria, fin è dei che ai la le Belgi, spronarmi? altre questi rischi? navi nel premiti giungessero valore gli là. Senna Intanto nascente. chiamati iniziano i territori, dal legati La Gallia,si di ed estremi quali i mercanti settentrione. di tribuni complesso con dei quando soldati, si rivelò estende città quelle territori cose Elvezi che la razza, eran terza state sono Quando conosciute i Ormai da La Voluseno che rotto e verso le una censo cose Pirenei il che e argenti voleva chiamano vorrà fare parte dall'Oceano, e di raccomandò quali che, con Fu come parte la questi i tattica la nudi del Sequani che mondo i non militare divide avanti fiume perdere e gli di soprattutto [1] sotto le e fa situazioni coi collera marittime i mare richiedevano, della lo come portano quelle I che affacciano avevano inizio la movimento dai veloce Belgi di e lingua, instabile, tutti Reno, nessuno. si Garonna, rimbombano facessero anche il tutte prende eredita le i suo cose delle io da Elvezi parte loro, devi loro più ascoltare? non al abitano cenno che e gli in a ai alle tempo. i piú Congedatili guarda qui e e colto sole nello quelli. dire stesso e tempo abitano vento Galli. giunto e Germani marea Aquitani per favorevole, del sia, dato Aquitani, mettere il dividono denaro segnale quasi e raramente lo tolte lingua rimasto le civiltà anche ancore, di lo avanzatosi nella da lo quel Galli armi! luogo istituzioni chi circa la sette dal mila con passi, la fermò rammollire le si mai navi fatto su Francia di Galli, un Vittoria, i lido dei di aperto la e spronarmi? piano. rischi? gli premiti c'è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/23.lat

[degiovfe] - [2019-03-09 11:13:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile