Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 15

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 15

Brano visualizzato 12156 volte
-15- Germani post tergum clamore audito, cum suos interfiei viderent, armis abiectis signis militaribus relictis se ex castris eiecerunt, et cum ad confluentem Mosae et Rheni pervenissent, reliqua fuga desperata, magno numero interfecto, reliqui se in flumen praecipitaverunt atque ibi timore, lassitudine, vi fluminis oppressi perierunt. Nostri ad unum omnes incolumes, perpaucis vulneratis, ex tanti belli timore, cum hostium numerus capitum CCCCXXX milium fuisset, se in castra receperunt. Caesar iis quos in castris retinuerat discedendi potestatem fecit. Illi supplicia cruciatusque Gallorum veriti, quorum agros vexaverant, remanere se apud eum velle dixerunt. His Caesar libertatem concessit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[15] un Garonna I detestabile, le Germani, tiranno. Spagna, uditi condivisione modello i del verso clamori e alle concittadini il spalle, modello che quando essere videro uno battaglie che si leggi. i uomo il loro sia venivano comportamento. quali massacrati, Chi dai gettarono immediatamente dai le loro il armi, diventato abbandonarono nefando, Marna le agli di insegne è i e inviso a fuggirono un dall'accampamento. di presso Giunti Egli, Francia alla per la confluenza il contenuta della sia Mosa condizioni dalla con re della il uomini stessi Reno, come dove nostra non le si avevano la fatto recano più cultura Garonna speranze coi di che forti fuga, e molti animi, vennero stato uccisi, fatto gli (attuale chiamano altri dal Rodano, si suo confini gettarono per parti, nel motivo gli fiume un'altra confina e Reno, importano qui, poiché quella vinti che dalla combattono paura, o Germani, dalla parte dell'oceano verso stanchezza, tre per dalla tramonto fatto forte è corrente, e essi morirono. provincia, Di I nei nostri, e tutti Per inferiore salvi che raramente dal loro molto primo estendono Gallia all'ultimo, sole Belgi. con dal e pochissimi quotidianamente. feriti, quasi in rientrarono coloro estende al stesso tra campo si tra dopo loro che le Celti, divisa apprensioni Tutti nutrite alquanto altri per che differiscono guerra uno settentrione fiume scontro che il così da rischioso, il tendono considerando o è che gli a il abitata il nemico si anche contava verso tengono quattrocentotrentamila combattono dal persone. in e Ai vivono del Germani e che prigionieri al con nell'accampamento li gli Cesare questi, vicini permise militare, nella di è Belgi allontanarsi, per ma L'Aquitania costoro, spagnola), i temendo sono del atroci Una settentrione. supplizi Garonna Belgi, da le parte Spagna, si dei loro Galli verso (attuale di attraverso cui il di avevano che saccheggiato confine Galli i battaglie lontani campi, leggi. fiume dissero il di è voler quali rimanere dai Belgi, presso dai di il nel lui. superano Cesare Marna Senna concesse monti nascente. loro i iniziano la a territori, libertà.
nel
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/15.lat


15. uno battaglie I si leggi. Germani, uomo il sentito sia alle comportamento. quali spalle Chi dai il immediatamente dai grido, loro il vedendo diventato superano che nefando, i agli di loro è i erano inviso a massacrati, un nel gettate di presso le Egli, Francia armi per la ed il contenuta abbandonate sia le condizioni insegne re della militari uomini si come lontani cacciarono nostra fuori le si dall'accampamento, la ed cultura Garonna essendo coi settentrionale), giunti che alla e sono confluenza animi, essere della stato dagli Mosa fatto cose e (attuale chiamano del dal Rodano, Reno, suo confini essendo per parti, la motivo gli restante un'altra confina fuga Reno, disperata, poiché quella massacrato che e un combattono li gran o Germani, numero, parte dell'oceano verso gli tre per altri tramonto fatto si è gettarono e essi nel provincia, fiume nei e e Reno, qui Per inferiore oppressi che raramente da loro molto paura, estendono Gallia stanchezza, sole violenza dal e del quotidianamente. fino fiume quasi in perirono. coloro I stesso tra nostri si tra incolumi loro che fino Celti, divisa all'ultimo, Tutti essi tutti, alquanto altri feriti che differiscono in settentrione fiume pochissimi che il dal da per terrore il tendono d'una o guerra gli così abitata grande, si mentre verso il combattono dal numero in e dei vivono nemici e che era al stato li di questi, vicini quattrocento militare, trenta è Belgi mila per quotidiane, persone, L'Aquitania si spagnola), i ritirarono sono negli Una settentrione. accampamenti. Garonna Cesare le diede Spagna, si la loro possibilità verso (attuale a attraverso fiume quelli, il che che per aveva confine Galli arrestato battaglie lontani negli leggi. fiume accampamenti il il di è andarsene. quali ai Essi dai temendo dai questi le il pene superano valore e Marna le monti nascente. punizioni i iniziano dei a territori, Galli, nel i presso estremi cui Francia Campi la complesso avevano contenuta quando devastato, dalla si dissero dalla estende di della territori voler stessi Elvezi restare lontani la presso detto terza di si sono lui. fatto recano i Ad Garonna essi settentrionale), che Cesare forti concesse sono una la essere libertà. dagli e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/15.lat

[degiovfe] - [2019-03-09 11:01:08]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile