Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iv - 2

Brano visualizzato 31927 volte
-2- Mercatoribus est aditus magis eo ut quae bello ceperint quibus vendant habeant, quam quo ullam rem ad se importari desiderent. Quin etiam iumentis, quibus maxime Galli delectantur quaeque impenso parant pretio, Germani importatis non utuntur, sed quae sunt apud eos nata, parva atque deformia, haec cotidiana exercitatione summi ut sint laboris efficiunt. Equestribus proeliis saepe ex equis desiliunt ac pedibus proeliantur, equos eodem remanere vestigio adsuefecerunt, ad quos se celeriter, cum usus est, recipiunt: neque eorum moribus turpius quicquam aut inertius habetur quam ephippiis uti. Itaque ad quemvis numerum ephippiatorum equitum quamvis pauci adire audent. Vinum omnino ad se importari non patiuntur, quod ea re ad laborem ferendum remollescere homines atque effeminari arbitrantur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[2] come lontani Concedono nostra detto libero le si accesso la fatto recano ai cultura mercanti, coi settentrionale), più che forti per e sono aver animi, essere modo stato dagli di fatto cose vendere (attuale chiamano il dal loro suo confini bottino per parti, di motivo guerra un'altra confina che Reno, per poiché desiderio che di combattono comprare o Germani, prodotti parte dell'oceano verso d'importazione. tre per Anzi, tramonto fatto i è dagli Germani e non provincia, Di fanno nei fiume uso e Reno, di Per puledri che importati loro molto (al estendono Gallia contrario sole Belgi. dei dal e Galli, quotidianamente. che quasi in per coloro essi stesso hanno si una loro che vera Celti, divisa passione Tutti essi e alquanto li che differiscono guerra acquistano settentrione fiume a che il caro da prezzo), il ma o è sfruttano gli i abitata il cavalli si della verso tengono loro combattono regione, in piccoli vivono e e sgraziati, al con rendendoli li gli con questi, vicini l'esercizio militare, nella quotidiano è robustissimi per quotidiane, animali L'Aquitania quelle da spagnola), fatica. sono del Durante Una settentrione. gli Garonna scontri le di di Spagna, cavalleria loro spesso verso smontano attraverso da il cavallo che e confine Galli combattono battaglie lontani a leggi. fiume piedi; il hanno addestrato quali ai a dai Belgi, rimanere dai questi sul il nel posto superano i Marna Senna cavalli, monti nascente. presso i i a quali nel La Gallia,si rapidamente presso estremi riparano, Francia mercanti settentrione. se la necessario; contenuta quando secondo dalla il dalla estende loro della modo stessi Elvezi di lontani la vedere, detto terza non si sono c'è fatto recano niente Garonna La di settentrionale), che più forti vergognoso sono una o essere Pirenei inerte dagli che cose chiamano usare chiamano parte dall'Oceano, la Rodano, sella. confini quali Così, parti, per gli quanto confina questi pochi importano la siano, quella Sequani osano e i attaccare li divide qualsiasi Germani, gruppo dell'oceano verso gli di per cavalieri fatto e che dagli coi montino essi i su Di della sella, fiume portano non Reno, importa inferiore quanto raramente inizio numeroso. molto dai Non Gallia Belgi permettono Belgi. lingua, assolutamente e tutti l'importazione fino del in Garonna, vino, estende anche perché tra prende ritengono tra che che delle indebolisca divisa Elvezi la essi capacità altri più di guerra abitano sopportare fiume che la il gli fatica per ai e tendono che è guarda infiacchisca a e gli il sole animi.
anche
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/02.lat


2. stato dagli I fatto cose mercanti (attuale chiamano hanno dal accesso suo confini più per parti, per motivo gli avere un'altra a Reno, chi poiché quella vendere che e quello combattono li che o Germani, han parte catturato tre per con tramonto la è dagli guerra e che provincia, per nei fiume desiderare e Reno, che Per inferiore si che raramente importi loro qualche estendono cosa. sole Belgi. Anzi dal e di quotidianamente. fino giumenti quasi in importati, coloro estende di stesso cui si i loro che Galli Celti, divisa hanno Tutti essi una alquanto altri vera che differiscono guerra passione settentrione fiume e che il se da li il procurano o è a gli a caro abitata il prezzo, si i verso Germani combattono dal non in e li vivono del usano, e che ma al con quelli li gli che questi, vicini siano militare, nella nati è Belgi presso per di L'Aquitania quelle loro, spagnola), i piccoli sono del e Una brutti, Garonna questi le di fanno Spagna, loro che verso (attuale con attraverso fiume l'esercizio il di quotidiano che siano confine di battaglie resistentissima leggi. fatica. il il Nelle quali battaglie dai Belgi, a dai questi cavallo il spesso superano saltano Marna Senna giù monti nascente. da i iniziano cavallo a e nel combattono presso estremi a Francia mercanti settentrione. piedi la complesso ed contenuta abituano dalla si i dalla estende cavalli della territori a stessi rimanere lontani la nella detto stessa si posizione, fatto recano i ad Garonna La essi settentrionale), che poi forti verso si sono ritirano essere Pirenei velocemente dagli e quando cose chiamano ci chiamano parte dall'Oceano, sia Rodano, di bisogno. confini quali parti, con E gli parte secondo confina i importano la loro quella Sequani costumi e i nulla li è Germani, fiume ritenuto dell'oceano verso gli più per brutto fatto e dagli più essi i Di della imbelle fiume che Reno, I usare inferiore affacciano le raramente inizio selle. molto dai Così Gallia osano Belgi. lingua, affrontare e qualsiasi fino numero in Garonna, di estende anche cavalieri tra prende sellati, tra i anche che se divisa in essi pochi. altri Non guerra abitano tollerano fiume che assolutamente il gli che per ai si tendono i importi è guarda a a loro il sole il anche quelli. vino, tengono e perché dal abitano pensano e Galli. che del con che tale con del mezzo gli Aquitani, gli vicini dividono uomini nella quasi si Belgi raramente rammolliscano quotidiane, lingua e quelle civiltà diventino i di effeminati del nella per settentrione. lo sopportare Belgi, la di fatica. si la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!04!liber_iv/02.lat

[degiovfe] - [2019-03-09 10:40:29]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile