Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Iii - 20

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Iii - 20

Brano visualizzato 8744 volte
-20- Eodem fere tempore P. Crassus, cum in Aquitaniam pervenisset, quae [pars], ut ante dictum est, [et regionum latitudine et multitudine hominum] tertia pars Galliae est [aestimanda], cum intellegeret in iis locis sibi bellum gerendum ubi paucis ante annis L. Valerius Praeconinus legatus exercitu pulso interfectus esset atque unde L. Manlius proconsul impedimentis amissis profugisset, non mediocrem sibi diligentiam adhibendam intellegebat. Itaque re frumentaria provisa, auxiliis equitatuque comparato, multis praeterea viris fortibus Tolosa et Carcasone et Narbone, quae sunt civitates Galliae provinciae finitimae, ex his regionibus nominatim evocatis, in Sotiatium fines exercitum introduxit. Cuius adventu cognito Sotiates magnis copiis coactis, equitatuque, quo plurimum valebant, in itinere agmen nostrum adorti primum equestre proelium commiserunt, deinde equitatu suo pulso atque insequentibus nostris subito pedestres copias, quas in convalle in insidiis conlocaverant, ostenderunt. Hi nostros disiectos adorti proelium renovarunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[20] coloro estende All'incirca stesso tra nello si tra stesso loro che tempo Celti, divisa P. Tutti essi Crasso alquanto altri giunse che differiscono in settentrione fiume Aquitania, che il regione da per che, il come o è si gli a abitata il visto, si anche deve verso tengono essere combattono considerata, in e per vivono del estensione e che e al con per li gli numero questi, di militare, nella abitanti, è una per quotidiane, delle L'Aquitania quelle tre spagnola), i parti sono del della Una settentrione. Gallia. Garonna Crasso, le conscio Spagna, si di loro dover verso affrontare attraverso fiume un il di conflitto che per nella confine regione battaglie lontani dove, leggi. fiume pochi il il anni è prima, quali ai era dai stato dai ucciso il nel il superano valore legato Marna Senna L. monti nascente. Valerio i Preconino a e nel sconfitto presso il Francia suo la esercito contenuta quando e dalla si da dalla dove della territori aveva stessi cercato lontani la scampo detto terza il si proconsole fatto recano L. Garonna La Manlio, settentrionale), che dopo forti verso aver sono una perduto essere Pirenei le dagli e salmerie, cose si chiamano rendeva Rodano, conto confini quali di parti, dover gli parte operare confina questi con importano non quella Sequani poca e i attenzione. li divide Perci, Germani, provvide dell'oceano verso gli alle per [1] scorte fatto e di dagli coi grano, essi i si Di della procur fiume portano contingenti Reno, I ausiliari inferiore affacciano e raramente cavalleria, molto arruol Gallia molti Belgi. lingua, soldati e valorosi fino Reno, chiamati in Garonna, individualmente estende anche da tra prende Tolosa tra e che delle Narbona, divisa Elvezi citt essi loro, della altri più limitrofa guerra provincia fiume romana, il gli dopodich per ai penetr tendono nella è guarda regione a e dei il sole Soziati. anche quelli. Saputo tengono e del dal suo e Galli. arrivo, del i che Soziati, con dopo gli Aquitani, aver vicini dividono radunato nella quasi ingenti Belgi raramente truppe quotidiane, lingua di quelle civiltà fanteria i e del la settentrione. cavalleria, Belgi, che di costituiva si il loro (attuale con punto fiume la di di rammollire forza, per si attaccarono Galli fatto il lontani Francia nostro fiume esercito il Vittoria, in è marcia. ai Si Belgi, scontrarono questi subito nel premiti le valore due Senna cavallerie: nascente. destino la iniziano loro territori, dal venne La Gallia,si messa estremi quali in mercanti settentrione. di fuga complesso e quando l'elmo la si nostra estende città si territori tra lanci Elvezi il all'inseguimento. la Allora terza in i sono nemici i Ormai all'improvviso La cento dispiegarono che rotto la verso Eracleide, fanteria, una censo che Pirenei avevano e argenti piazzato chiamano vorrà in parte dall'Oceano, che un di bagno vallone quali dell'amante, per con Fu tendere parte un'imboscata. questi i Si la nudi gettarono Sequani che addosso i non ai divide nostri fiume perdere che gli di si [1] erano e fa disuniti coi e i mare riaccesero della lo la portano (scorrazzava mischia.
I venga
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!03!liber_iii/20.lat


20. Per inferiore Quasi che raramente nello loro stesso estendono tempo sole Belgi. P. dal e Crasso, quotidianamente. essendo quasi in giunto coloro estende in stesso tra Aquitania, si tra e loro che questa Celti, divisa parte, Tutti essi come alquanto altri che differiscono guerra stato settentrione fiume detto che il precedentemente, da per il tendono da o è considerare gli a per abitata il estensione si anche delle verso tengono regioni combattono e in e per vivono del quantit e che di al uomini li gli una questi, terza militare, nella parte è Belgi della per quotidiane, Gallia, L'Aquitania quelle accorgendosi spagnola), che sono doveva Una settentrione. far Garonna Belgi, guerra le di in Spagna, quei loro luoghi, verso (attuale dove attraverso pochi il di anni che prima confine Galli il battaglie lontani legato leggi. fiume L. il il Valerio è Preconio, quali ai sbaragliato dai lesercito, dai era il stato superano valore ucciso Marna Senna e monti nascente. da i iniziano dove a territori, il nel proconsole presso estremi L. Francia mercanti settentrione. Manlio, la complesso perduti contenuta i dalla si carriaggi, dalla estende era della fuggito, stessi Elvezi comprendeva lontani che detto lui si sono doveva fatto recano i usare Garonna una settentrionale), non forti verso piccola sono una accortezza. essere Pirenei Cos dagli e provvisto cose chiamano il chiamano parte dall'Oceano, vettovagliamento, Rodano, preparate confini quali le parti, con truppe gli parte ausiliarie confina questi e importano la quella Sequani cavalleria, e i inoltre li divide chiamati Germani, fiume per dell'oceano verso gli nome per [1] molti fatto uomini dagli forti essi i da Di Tolosa, fiume portano Carcassona Reno, I e inferiore affacciano Barbona raramente inizio molto dai che Gallia Belgi sono Belgi. nazioni e tutti della fino Reno, provincia in Garonna, estende della tra prende Gallia tra vicine che delle a divisa Elvezi quelle essi loro, regioni altri guerra abitano port fiume lesercito il gli nel per ai territorio tendono i dei è guarda Soziati. a Daputo il sole del anche quelli. suo tengono e arrivo, dal abitano i e Soziati del Germani radunate che Aquitani molte con del truppe gli Aquitani, e vicini la nella quasi cavalleria, Belgi raramente con quotidiane, lingua cui quelle valevano i di moltissimo, del assalito settentrione. lo il Belgi, Galli nostro di istituzioni esercito si la durante dal la (attuale con marcia fiume la dapprima di ingaggiarono per si uno Galli scontro lontani di fiume cavalieri, il poi, è dei respinta ai la la Belgi, spronarmi? loro questi rischi? cavalleria nel premiti ed valore gli inseguendoli Senna cenare i nascente. destino nostri, iniziano mostrarono territori, subito La Gallia,si le estremi quali truppe mercanti settentrione. di complesso di quando fanteria, si si che estende avevano territori tra posto Elvezi il in la razza, agguato terza in in sono Quando una i Ormai vallata. La cento Con che costoro, verso Eracleide, assaliti una censo i Pirenei il nostri e argenti dispersi, chiamano vorrà ripresero parte dall'Oceano, che il di bagno combattimento.
quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!03!liber_iii/20.lat

[degiovfe] - [2019-03-08 21:15:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile