Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Ii - 29

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Ii - 29

Brano visualizzato 8415 volte
-29- Atuatuci, de quibus supra diximus, cum omnibus copiis auxilio Nerviis venirent, hac pugna nuntiata ex itinere domum reverterunt; cunctis oppidis castellisque desertis sua omnia in unum oppidum egregie natura munitum contulerunt. Quod cum ex omnibus in circuitu partibus altissimas rupes deiectusque haberet, una ex parte leniter acclivis aditus in latitudinem non amplius pedum CC relinquebatur; quem locum duplici altissimo muro munierant; tum magni ponderis saxa et praeacutas trabes in muro conlocabant. Ipsi erant ex Cimbris Teutonisque prognati, qui, cum iter in provinciam nostram atque Italiam facerent, iis impedimentis quae secum agere ac portare non poterant citra flumen Rhenum depositis custodiam [ex suis] ac praesidium VI milia hominum una reliquerant. Hi post eorum obitum multos annos a finitimis exagitati, cum alias bellum inferrent, alias inlatum defenderent, consensu eorum omnium pace facta hunc sibi domicilio locum delegerant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[29] quasi in Gli coloro estende Atuatuci stesso tra - si ne loro che abbiamo Celti, parlato Tutti essi prima alquanto altri - che differiscono guerra stavano settentrione fiume accorrendo che il con da per l'esercito il tendono al o è completo gli a in abitata aiuto si anche dei verso tengono Nervi, combattono dal ma, in non vivono appena e fu al loro li gli riferito questi, l'esito militare, nella dello è Belgi scontro, per quotidiane, senza L'Aquitania quelle neppure spagnola), i fermarsi sono rientrarono Una settentrione. in Garonna Belgi, patria. le di Abbandonata Spagna, ogni loro città verso o attraverso fiume torre il di fortificata, che si confine Galli asserragliarono battaglie lontani con leggi. fiume tutti il il i è loro quali ai beni dai Belgi, in dai questi una il sola superano roccaforte, Marna molto monti nascente. ben i difesa a territori, per nel La Gallia,si posizione presso naturale. Francia mercanti settentrione. Da la complesso ogni contenuta quando lato dalla la dalla estende circondavano della territori altissime stessi Elvezi rupi, lontani la da detto terza dove si sono la fatto recano i vista Garonna La dominava; settentrionale), in forti verso un sono solo essere punto dagli e si cose chiamano apriva chiamano parte dall'Oceano, un Rodano, di accesso, confini quali in parti, con lieve gli parte pendio, confina non importano più quella Sequani largo e i di li divide duecento Germani, fiume passi: dell'oceano verso gli lo per [1] avevano fatto e fortificato dagli con essi i un Di duplice fiume muro, Reno, I altissimo, inferiore affacciano e raramente inizio ora molto dai vi Gallia Belgi collocavano Belgi. lingua, massi e enormi fino Reno, e in Garonna, travi estende molto tra prende acuminate. tra Gli che delle Atuatuci divisa Elvezi discendevano essi loro, dai altri più Cimbri guerra e fiume dai il gli Teutoni, per ai i tendono i quali è all'epoca a e della il sole loro anche penetrazione tengono e nella dal abitano nostra e Galli. provincia del Germani e che in con del Italia gli Aquitani, avevano vicini dividono lasciato nella al Belgi raramente di quotidiane, lingua qua quelle civiltà del i di Reno del le settentrione. salmerie Belgi, che di istituzioni non si la si dal potevano (attuale portare fiume la dietro, di rammollire affidandole per si a Galli fatto seimila lontani dei fiume Galli, loro, il incaricati è dei di ai la custodirle Belgi, e questi rischi? proteggerle. nel Costoro, valore gli dopo Senna l'annientamento nascente. destino dei iniziano spose Cimbri territori, dal e La Gallia,si dei estremi quali Teutoni, mercanti settentrione. di per complesso con molti quando l'elmo anni si tormentati estende dai territori tra popoli Elvezi di la razza, confine, terza in sostennero sono Quando guerre i attaccando La cento o che rotto difendendosi. verso Eracleide, Fatta una censo la Pirenei il pace, e argenti con chiamano il parte dall'Oceano, consenso di bagno generale quali delle con Fu genti parte limitrofe, questi i si la erano Sequani che scelti i non come divide sede fiume perdere la gli di regione [1] sotto in e cui coi collera si i mare trovavano.
della lo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!02!liber_ii/29.lat


29. e essi Gli provincia, Atuatuci, nei fiume di e cui Per inferiore abbiamo che raramente parlato loro molto precedentemente, estendono venendo sole Belgi. in dal aiuto quotidianamente. fino ai quasi in Nervi coloro con stesso tutte si le loro che loro Celti, truppe, Tutti essi annunciata alquanto altri questa che differiscono guerra battaglia settentrione fiume dalla che il marcia da per ritornarono il tendono in o patria; gli a abbandonate abitata il tutte si le verso tengono città combattono e in e le vivono del fortezze e che portarono al con tutte li gli le questi, vicini loro militare, nella cose è Belgi in per un'unica L'Aquitania città spagnola), i straordinariamente sono del fortificata Una dalla Garonna Belgi, natura. le Avendo Spagna, si questa loro attorno verso (attuale da attraverso fiume tutte il di le che per parti confine Galli altissime battaglie lontani rocce leggi. fiume e il dirupi, è da quali una dai parte dai questi era il nel rimasto superano valore un Marna accesso monti leggermente i in a pendio nel La Gallia,si non presso estremi più Francia mercanti settentrione. ampio la in contenuta larghezza dalla di dalla estende duecento della territori piedi; stessi Elvezi avevano lontani la munito detto terza quella si postazione fatto recano i con Garonna La un settentrionale), doppio forti verso altissimo sono muro; essere Pirenei poi dagli collocavano cose sul chiamano parte dall'Oceano, muro Rodano, travi confini quali acuminate parti, e gli parte sassi confina di importano la gran quella Sequani peso. e li divide Essi Germani, fiume stessi dell'oceano verso erano per [1] discendenti fatto e dai dagli Cimbri essi i e Di della dai fiume Teutoni, Reno, I che inferiore affacciano facendo raramente inizio marcia molto dai verso Gallia la Belgi. lingua, nostra e provincia fino Reno, e in l'Italia, estende abbandonati tra tra al che delle di divisa Elvezi qua essi loro, del altri più fiume guerra abitano Reno fiume che quei il gli carriaggi, per che tendono non è guarda avevano a e potuto il sole spingere anche quelli. e tengono portare dal abitano con e Galli. sé, del lasciarono che insieme con sei gli Aquitani, mila vicini dividono uomini nella quasi dei Belgi loro quotidiane, come quelle civiltà guarnigione i di ed del presidio. settentrione. lo Questi Belgi, Galli dopo di istituzioni la si loro morte (attuale con tormentati fiume la per di rammollire molti per anni Galli fatto dai lontani loro fiume Galli, confinanti, il mentre è da ai la una Belgi, spronarmi? parte questi dichiaravano nel premiti guerra, valore gli dall'altra Senna s'opponevano nascente. ad iniziano una territori, dichiarata, La Gallia,si col estremi consenso mercanti settentrione. di di complesso con tutti quando loro, si fatta estende la territori pace, Elvezi il si la razza, scelsero terza in questo sono Quando luogo i Ormai per La cento domicilio. che rotto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!02!liber_ii/29.lat

[degiovfe] - [2019-03-08 10:37:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile