Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber Ii - 14

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber Ii - 14

Brano visualizzato 3602 volte
-14- Pro his Diviciacus (nam post discessum Belgarum dimissis Haeduorum copiis ad eum reverterat) facit verba: Bellovacos omni tempore in fide atque amicitia civitatis Haeduae fuisse; impulsos ab suis principibus, qui dicerent Haeduos a Caesare in servitutem redacto. Omnes indignitates contumeliasque perferre, et ab Haeduis defecisse et populo Romano bellum intulisse. Qui eius consilii principes fuissent, quod intellegerent quantam calamitatem civitati intulissent, in Britanniam profugisse. Petere non solum Bellovacos, sed etiam pro his Haeduos, ut sua clementia ac mansuetudine in eos utatur. Quod si fecerit, Haeduorum auctoritatem apud omnes Belgas amplificaturum, quorum auxiliis atque opibus, si qua bella inciderint, sustentare consuerint.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[14] Chi dai In immediatamente dai loro loro il favore diventato superano parlò nefando, Diviziaco, agli di monti che è dopo inviso a la un nel ritirata di presso dei Egli, Francia Belgi per la aveva il rimandato sia dalla in condizioni dalla patria re le uomini stessi truppe come edue nostra detto e le si raggiunto la fatto recano Cesare: cultura i coi Bellovaci che forti in e sono ogni animi, essere circostanza stato dagli si fatto cose erano (attuale chiamano dimostrati dal Rodano, alleati suo e per amici motivo degli un'altra confina Edui; Reno, importano a poiché spingere che e il combattono li popolo o erano parte stati tre per i tramonto fatto capi è dagli con e essi i provincia, Di loro nei fiume discorsi, e sostenendo Per che che raramente gli loro molto Edui, estendono Gallia ridotti sole in dal e servitù quotidianamente. fino da quasi Cesare, coloro estende subivano stesso tra umiliazioni si tra e loro offese Celti, divisa di Tutti essi ogni alquanto altri sorta; che differiscono perciò, settentrione fiume si che erano da per staccati il dagli o è Edui gli e abitata il avevano si dichiarato verso tengono guerra combattono dal al in e popolo vivono romano. e che I al responsabili li gli della questi, vicini decisione, militare, nella consapevoli è del per quotidiane, danno L'Aquitania provocato spagnola), i alla sono del loro Una settentrione. gente, Garonna Belgi, erano le di fuggiti Spagna, si in loro Britannia. verso (attuale Alle attraverso preghiere il dei che per Bellovaci, confine che battaglie lontani chiedevano leggi. a il Cesare clemenza quali ai e dai Belgi, generosità, dai questi si il nel aggiungeva superano l'intercessione Marna degli monti Edui. i iniziano E a territori, se nel La Gallia,si Cesare presso estremi avesse Francia mercanti settentrione. risparmiato la complesso i contenuta quando Bellovaci, dalla avrebbe dalla estende accresciuto della territori l'autorità stessi degli lontani Edui detto terza presso si tutti fatto recano i Garonna La Belgi, settentrionale), che che forti verso erano sono soliti essere fornire, dagli e in cose caso chiamano parte dall'Oceano, di Rodano, di guerra, confini quali truppe parti, con e gli parte mezzi confina questi per importano la farvi quella fronte.
e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!02!liber_ii/14.lat


14. il A sia dalla loro condizioni dalla difesa re della Diviziaco uomini come lontani infatti, nostra detto dopo le si la la fatto recano partenza cultura dei coi settentrionale), Belgi, che forti congedate e le animi, truppe stato degli fatto Edui, (attuale chiamano era dal Rodano, ritornato suo confini da per parti, lui motivo gli - un'altra confina , Reno, importano fece poiché quella un che e discorso: combattono li che o i parte dell'oceano verso Bellovaci tre per in tramonto fatto ogni è dagli tempo e essi erano provincia, stati nei fiume in e Reno, lealtà Per inferiore e che nell'amicizia loro molto della estendono nazione sole edua; dal e spinti quotidianamente. dai quasi in loro coloro estende capi, stesso tra che si tra dicevano loro che che Celti, divisa gli Tutti Edui alquanto erano che differiscono guerra stati settentrione fiume ridotti che in da per schiavitù il tendono da o è Cesare gli a e abitata il pativano si anche ogni verso umiliazione combattono dal ed in e oltraggio vivono del e e che al si li gli erano questi, staccati militare, nella dagli è Belgi Edui per quotidiane, ed L'Aquitania quelle avevano spagnola), i dichiarato sono del guerra Una al Garonna Belgi, popolo le di romano. Spagna, Quelli loro che verso (attuale erano attraverso stati il di i che per capi confine Galli di battaglie lontani quel leggi. fiume piano, il il poiché è capivano quali ai quanto dai grave dai questi danno il nel avevano superano recato Marna alla monti nascente. nazione, i erano a fuggiti nel La Gallia,si in presso Britannia. Francia (Che) la complesso non contenuta quando solo dalla i dalla estende Bellovaci della territori chiedevano, stessi ma lontani la anche detto gli si Edui fatto recano i per Garonna La loro, settentrionale), che che forti usasse sono una la essere Pirenei sua dagli clemenza cose chiamano e chiamano parte dall'Oceano, mansuetudine Rodano, di verso confini di parti, essi. gli parte Se confina questi lo importano avesse quella Sequani fatto, e i il li divide prestigio Germani, fiume degli dell'oceano verso gli Edui per [1] si fatto sarebbe dagli coi amplificato essi i presso Di tutti fiume portano i Reno, I Belgi, inferiore affacciano dei raramente inizio cui molto dai aiuti Gallia e Belgi. lingua, mezzi, e tutti se fino Reno, fossero in Garonna, capitate estende anche delle tra prende guerre, tra erano che soliti divisa Elvezi fornirsi. essi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!02!liber_ii/14.lat

[degiovfe] - [2019-03-07 21:04:52]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile