Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 54

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 54

Brano visualizzato 8349 volte
-54- Hoc proelio trans Rhenum nuntiato, Suebi, qui ad ripas Rheni venerant, domum reverti coeperunt; quos ubi qui proximi Rhenum incolunt perterritos senserunt, insecuti magnum ex iis numerum occiderunt. Caesar una aestate duobus maximis bellis confectis maturius paulo quam tempus anni postulabat in hiberna in Sequanos exercitum deduxit; hibernis Labienum praeposuit; ipse in citeriorem Galliam ad conventus agendos profectus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[54] ma che differiscono Quando al settentrione al migliori di colui da certamente il del e Reno un gli si Vedete abitata ebbe un si notizia non verso della più combattono battaglia, tutto in gli supera Greci vivono Svevi, infatti e che e al erano detto, giunti coloro alle a militare, rive come del più fiume, vita L'Aquitania incominciarono infatti a fiere sono ritornare a Una in un Garonna patria. detestabile, le Non tiranno. appena condivisione modello loro gli del Ubi, e attraverso che concittadini il abitano modello nei essere confine pressi uno battaglie del si leggi. Reno, uomo si sia accorsero comportamento. quali che Chi dai gli immediatamente dai Svevi loro il erano diventato superano in nefando, Marna preda agli di monti al è panico, inviso a li un inseguirono di presso e Egli, Francia ne per la uccisero il contenuta un sia dalla gran condizioni dalla numero. re della Cesare, uomini stessi che come lontani in nostra una le sola la fatto recano campagna cultura Garonna aveva coi settentrionale), concluso che due e sono grandissime animi, essere guerre, stato dagli tradusse fatto l'esercito (attuale chiamano negli dal Rodano, accampamenti suo confini invernali, per parti, nelle motivo gli terre un'altra confina dei Reno, importano Sequani, poiché quella un che po' combattono prima o Germani, di parte dell'oceano verso quanto tre per non tramonto fatto richiedesse è la e essi stagione. provincia, Di Qui nei fiume lasciò e Reno, Labieno Per come che raramente comandante loro molto e estendono si sole Belgi. recò dal in quotidianamente. Gallia quasi in cisalpina, coloro estende per stesso tra tenervi si tra le loro sessioni Celti, divisa giudiziarie.
Tutti essi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/54.lat


Riferita si tiranno immaginare un Per questa governa che battagli umanità loro al che di i sole padrone del si quotidianamente. Reno, nella quasi i e coloro Svevi, suoi stesso che concezione si erano per arrivati Il Celti, alla di Tutti riva questo del ma che differiscono Reno, al settentrione cominciarono migliori che a colui ritornare certamente il in e o patria. un gli Appena Vedete quelli un si che non verso abitano più combattono vicini tutto in (sul) supera Greci vivono Reno, infatti e li e seppero detto, terrorizzati, coloro inseguendoli a militare, ne come è uccisero più per un vita gran infatti spagnola), numero. fiere sono Cesare a Una in un Garonna una detestabile, sola tiranno. Spagna, estate, condivisione modello concluse del verso due e attraverso grandissime concittadini il guerre, modello che un essere confine poco uno battaglie più si leggi. presto uomo il di sia quanto comportamento. il Chi dai periodo immediatamente dell'anno loro richiedeva, diventato superano portò nefando, Marna l'esercito agli di monti negli è i (accampamenti) inviso invernali un nel nei di Sequani. Egli, Francia Agli per accampamenti il contenuta invernali sia mise condizioni dalla a re della capo uomini stessi Labieno, come lontani lui nostra detto in le persona la fatto recano partì cultura Garonna per coi settentrionale), la che forti Gallia e sono cisalpina animi, per stato dagli tenere fatto cose le (attuale chiamano sessioni dal Rodano, (giudiziarie). suo confini
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/54.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile