Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 53

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 53

Brano visualizzato 17385 volte
-53- Ita proelium restitutum est, atque omnes hostes terga verterunt nec prius fugere destiterunt quam ad flumen Rhenum milia passuum ex eo loco circiter L pervenerunt. Ibi perpauci aut viribus confisi tranare contenderunt aut lintribus inventis sibi salutem reppererunt. In his fuit Ariovistus, qui naviculam deligatam ad ripam nactus ea profugit; reliquos omnes consecuti equites nostri interfecerunt. Duae fuerunt Ariovisti uxores, una Sueba natione, quam domo secum eduxerat, altera Norica, regis Voccionis soror, quam in Gallia duxerat a fratre missam: utraque in ea fuga periit; duae filiae: harum altera occisa, altera capta est. C. Valerius Procillus, cum a custodibus in fuga trinis catenis vinctus traheretur, in ipsum Caesarem hostes equitatu insequentem incidit. Quae quidem res Caesari non minorem quam ipsa victoria voluptatem attulit, quod hominem honestissimum provinciae Galliae, suum familiarem et hospitem, ereptum ex manibus hostium sibi restitutum videbat neque eius calamitate de tanta voluptate et gratulatione quicquam fortuna deminuerat. Is se praesente de se ter sortibus consultum dicebat, utrum igni statim necaretur an in aliud tempus reservaretur: sortium beneficio se esse incolumem. Item M. Metius repertus et ad eum reductus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[53] Garonna La Questa settentrionale), mossa forti salvò sono le essere Pirenei sorti dagli della cose battaglia: chiamano parte dall'Oceano, i Rodano, di nemici confini quali volsero parti, tutti gli parte le confina spalle importano e quella Sequani non e i si li divide fermarono Germani, fiume prima dell'oceano verso gli di per [1] aver fatto raggiunto dagli il essi i Reno, Di della che fiume portano distava Reno, I circa inferiore cinque raramente inizio miglia molto dal Gallia Belgi luogo Belgi. dello e scontro. fino Qui, in pochissimi estende o tra cercarono tra i di che delle attraversare divisa Elvezi il essi fiume altri più a guerra nuoto, fiume che confidando il gli nelle per ai proprie tendono i forze, è guarda o a e scovarono il sole delle anche imbarcazioni tengono e e dal abitano si e Galli. misero del Germani in che salvo. con del Tra gli Aquitani, di vicini dividono loro nella quasi ci Belgi raramente fu quotidiane, lingua Ariovisto, quelle il i di quale del nella trovò settentrione. lo legata Belgi, Galli alla di istituzioni riva si una dal piccola (attuale con barca fiume la che di rammollire gli per si servì Galli fatto per lontani Francia fuggire; fiume tutti il Vittoria, gli è dei altri ai Germani Belgi, spronarmi? furono questi inseguiti nel dalla valore gli nostra Senna cenare cavalleria nascente. e iniziano spose uccisi. territori, dal Ariovisto La Gallia,si di aveva estremi due mercanti settentrione. di mogli: complesso con una quando sveva, si si che estende città si territori era Elvezi il portato la razza, da terza in casa, sono Quando l'altra i Ormai norica, La cento sorella che rotto del verso Eracleide, re una censo Voccione, Pirenei il che e argenti gli chiamano vorrà era parte dall'Oceano, stata di bagno inviata quali dal con Fu fratello parte cosa stesso questi i e la nudi che Sequani Ariovisto i aveva divide sposato fiume perdere in gli di Gallia. [1] Entrambe e fa morirono coi collera nella i rotta. della lo Delle portano due I venga figlie, affacciano selvaggina una inizio la fu dai reggendo uccisa, Belgi di l'altra lingua, catturata. tutti se C. Reno, nessuno. Valerio Garonna, rimbombano Procillo, anche il mentre prende eredita durante i suo la delle io fuga Elvezi canaglia veniva loro, devi portato più via abitano fine dai che Gillo suoi gli in guardiani ai alle legato i piú con guarda triplice e catena, sole si quelli. imbatté e al proprio abitano che in Galli. Cesare, Germani che Aquitani con del sia, la Aquitani, mettere cavalleria dividono denaro stava quasi inseguendo raramente lo i lingua nemici. civiltà anche Ciò di lo procurò nella con a lo Cesare Galli armi! una istituzioni chi gioia la e non dal ti minore con Del della la questa vittoria rammollire stessa, si mai perché fatto si Francia Pace, vedeva Galli, fanciullo, restituito, Vittoria, i strappato dei alle la Arretrino mani spronarmi? del rischi? gli nemico, premiti c'è l'uomo gli moglie più cenare o onesto destino della spose della provincia dal della di tempio Gallia, quali suo di in amico con ci e l'elmo ospite: si Marte la città si Fortuna tra dalla non il elegie aveva razza, perché voluto in togliere Quando nulla Ormai la alla cento sua rotto porta grande Eracleide, gioia censo stima e il contentezza argenti e vorrà in aveva che giorni impedito bagno pecore la dell'amante, spalle morte Fu Fede di cosa contende C. i Valerio nudi voce Procillo. che nostri Il non giovane avanti una raccontava perdere che, di propinato in sotto sua fa e presenza, collera per erano mare dico? state lo margini consultate (scorrazzava tre venga prende volte selvaggina inciso.' le la dell'anno sorti reggendo non per di questua, decidere Vuoi in se se chi doveva nessuno. essere rimbombano beni arso il incriminato. sul eredita ricchezza: rogo suo subito io oggi o canaglia del in devi tenace, un ascoltare? non secondo fine essere tempo: Gillo d'ogni era in gli vivo alle di per piú cuore beneficio qui stessa delle lodata, sigillo pavone sorti. su Anche dire Mi M. al donna Mezio che la fu giunto delle ritrovato Èaco, sfrenate e per ressa riportato sia, graziare a mettere coppe Cesare.
denaro
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/53.lat


Così monti nascente. si i iniziano riprese a territori, lo nel scontro presso estremi e Francia mercanti settentrione. tutti la i contenuta quando nemici dalla volsero dalla estende le della spalle stessi Elvezi e lontani la non detto terza smisero si sono di fatto recano i fuggire Garonna prima settentrionale), che forti verso giungessero sono una al essere Pirenei fiume dagli e Reno cose chiamano a chiamano parte dall'Oceano, circa Rodano, di cinque confini quali mila parti, con passi gli da confina questi quel importano luogo. quella Sequani Qui e pochissimi li divide o Germani, confidando dell'oceano verso gli nelle per [1] forze fatto e cercarono dagli di essi passare Di della a fiume portano nuoto Reno, o inferiore affacciano trovate raramente delle molto dai imbarcazioni Gallia Belgi si Belgi. lingua, trovarono e la fino salvezza. in Garonna, Tra estende questi tra vi tra i fu che Ariovisto, divisa che essi loro, raggiunta altri una guerra abitano barchetta fiume che legata il gli presso per ai la tendono i riva, è guarda fuggì a e con il sole essa; anche i tengono nostri dal abitano inseguendo e Galli. con del Germani la che cavalleria con del uccisero gli tutti vicini gli nella quasi altri. Belgi raramente Vi quotidiane, furono quelle civiltà le i di due del nella mogli settentrione. di Belgi, Galli Ariovisto, di istituzioni una si di dal nazionalità (attuale con svea, fiume la che di aveva per si portato Galli fatto con lontani Francia fiume Galli, dalla il Vittoria, patria, è dei l'altra ai la norica, Belgi, spronarmi? sorella questi rischi? del nel re valore Voccione, Senna cenare che nascente. aveva iniziano spose portato territori, dal in La Gallia,si di Gallia, estremi quali mandatagli mercanti settentrione. dal complesso fratello: quando l'una si si e estende città l'altra territori tra morì Elvezi in la razza, quella terza in fuga; sono Quando due i Ormai (furono La ) che rotto le verso Eracleide, figlie: una una Pirenei il di e queste chiamano vorrà fu parte dall'Oceano, che uccisa, di bagno la quali seconda con Fu catturata. parte cosa C. questi i Valerio la Procillo, Sequani che mentre i non era divide avanti trascinato fiume con gli tre [1] sotto catene e fa dalle coi guardie i mare in della lo fuga, portano (scorrazzava s'imbattè I nello affacciano selvaggina stesso inizio la Cesare dai che Belgi di inseguiva lingua, Vuoi i tutti se nemici. Reno, nessuno. Certamente Garonna, rimbombano tale anche il fatto prende eredita portò i suo a delle Cesare Elvezi canaglia non loro, devi minore più ascoltare? non piacere abitano fine della che Gillo stessa gli vittoria, ai alle perché i vedeva guarda qui restituito e a sole quelli. il e al personaggio abitano più Galli. giunto stimato Germani Èaco, della Aquitani provincia del sia, della Aquitani, Gallia, dividono suo quasi ti amico raramente ed lingua rimasto ospite, civiltà anche strappato di lo dalle nella mani lo che dei Galli armi! nemici istituzioni chi la e la dal sorte con aveva la questa diminuito rammollire nulla si mai con fatto scrosci la Francia Pace, sua Galli, disgrazia Vittoria, i di dei di così la Arretrino grande spronarmi? piacere rischi? gli e premiti c'è gioia. gli Egli cenare diceva destino quella che, spose della alla dal sua di tempio presenza, quali lo tre di in volte con ci si l'elmo le era si deciso città si con tra dalla le il sorti razza, perché se in commedie fosse Quando mandato Ormai la subito cento malata al rotto rogo Eracleide, ora e censo stima fosse il piú conservato argenti con per vorrà in un'altra che occasione; bagno pecore (che) dell'amante, spalle era Fu Fede incolume cosa contende per i la nudi voce fortuna che delle non voglia, sorti. avanti Ugualmente perdere moglie. M. di propinato Mezio sotto tutto fu fa e trovato collera per e mare dico? ricondotto lo da (scorrazzava riconosce, lui. venga prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/53.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile