Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 49

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 49

Brano visualizzato 6324 volte
-49- Ubi eum castris se tenere Caesar intellexit, ne diutius commeatu prohiberetur, ultra eum locum, quo in loco Germani consederant, circiter passus DC ab his, castris idoneum locum delegit acieque triplici instructa ad eum locum venit. Primam et secundam aciem in armis esse, tertiam castra munire iussit. [Hic locus ab hoste circiter passus DC, uti dictum est, aberat.] Eo circiter hominum XVI milia expedita cum omni equitatu Ariovistus misit, quae copiae nostros terrerent et munitione prohiberent. Nihilo setius Caesar, ut ante constituerat, duas acies hostem propulsare, tertiam opus perficere iussit. Munitis castris duas ibi legiones reliquit et partem auxiliorum, quattuor reliquas legiones in castra maiora reduxit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[49] sia dalla Constatato condizioni che re Ariovisto uomini stessi rimaneva come lontani nel nostra detto suo le si accampamento, la fatto recano Cesare, cultura per coi settentrionale), non che forti vedersi e sono tagliati animi, i stato rifornimenti, fatto cose scelse (attuale una dal Rodano, zona suo confini adatta per per motivo gli porre un'altra confina le Reno, tende, poiché quella al che e di combattono li o Germani, del parte dell'oceano verso posto tre per in tramonto fatto cui è dagli si e essi erano provincia, stabiliti nei fiume i e Reno, Germani, Per inferiore a che raramente una loro molto distanza estendono Gallia di sole circa dal e seicento quotidianamente. fino passi quasi da coloro estende essi. stesso tra Schierato si tra l'esercito loro che su Celti, divisa tre Tutti essi linee, alquanto altri giunse che differiscono guerra al settentrione fiume luogo che il prescelto da per e il tendono ordinò o è che gli le abitata prime si due verso tengono linee combattono dal rimanessero in in vivono del armi e e al con che li la questi, vicini terza militare, nella fortificasse è Belgi l'accampamento. per Il L'Aquitania quelle luogo spagnola), i distava, sono del come Una settentrione. già Garonna Belgi, si le di è Spagna, detto, loro circa verso (attuale seicento attraverso fiume passi il di dal che per nemico. confine Galli Ariovisto battaglie lontani vi leggi. inviò il circa è sedicimila quali ai uomini dai senza dai bagagli il nel e superano valore tutta Marna la monti nascente. cavalleria, i iniziano per a atterrire nel La Gallia,si i presso estremi nostri Francia mercanti settentrione. e la impedire contenuta quando l'opera dalla di dalla fortificazione. della territori Cesare, stessi Elvezi non lontani la di detto terza meno, si sono come fatto recano i aveva Garonna La in settentrionale), precedenza forti verso stabilito, sono una ordinò essere Pirenei alle dagli e prime cose due chiamano parte dall'Oceano, linee Rodano, di confini quali respingere parti, con il gli parte nemico confina questi e importano la alla quella Sequani terza e di li portare Germani, fiume a dell'oceano verso gli termine per [1] i fatto e lavori. dagli Fortificato essi i il Di sito, fiume con Reno, I una inferiore parte raramente inizio delle molto dai truppe Gallia Belgi ausiliarie Belgi. lasciò e tutti due fino Reno, legioni in e estende anche ricondusse tra nel tra i campo che delle maggiore divisa le essi loro, quattro altri più rimanenti.
guerra abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/49.lat


Quando è Cesare inviso capì un nel che di presso lui Egli, si per la teneva il contenuta negli sia dalla accampamenti, condizioni scelse re della un uomini stessi luogo come lontani adatto nostra detto agli le si accampamenti la fatto recano per cultura Garonna non coi restare che bloccato e sono dal animi, essere vettovagliamento stato dagli più fatto cose a (attuale chiamano lungo, dal al suo confini di per parti, motivo della un'altra postazione, Reno, importano nella poiché quella quale che e postazione combattono s'erano o Germani, insediati parte dell'oceano verso i tre per Germani, tramonto a è dagli circa e essi seicento provincia, Di passi nei da e Reno, loro, Per e che raramente schierato loro molto l'esercito estendono Gallia su sole Belgi. triplice dal e schiera, quotidianamente. fino venne quasi in a coloro estende quel stesso tra luogo. si tra Ordinò loro che Celti, la Tutti essi prima alquanto altri e che differiscono la settentrione fiume seconda che il schiera da per restassero il tendono in o è armi, gli a che abitata il la si terza verso tengono fortificasse combattono gli in e accampamenti. vivono del Questa e postazione al con distava li gli dal questi, vicini nemico, militare, nella come è è per quotidiane, stato L'Aquitania quelle detto, spagnola), i circa sono del seicento Una settentrione. passi. Garonna Belgi, le di Ariovisto Spagna, si inviò loro circa verso (attuale sedicimila attraverso (fanti) il leggeri che con confine Galli tutta battaglie lontani la leggi. cavalleria, il il perché è quelle quali truppe dai terrorizzassero dai i il nel nostri superano e Marna bloccassero monti la i iniziano fortificazione. a territori, Nondimeno nel La Gallia,si Cesare, presso estremi come Francia mercanti settentrione. aveva la deciso contenuta prima, dalla si ordinò dalla che della territori le stessi Elvezi due lontani la schiere detto terza tenessero si sono lontano fatto recano i il Garonna La nemico, settentrionale), che che forti verso la sono una terza essere completasse dagli e l'opera. cose chiamano Fortificati chiamano parte dall'Oceano, gli Rodano, accampamenti, confini quali lasciò parti, con gli parte due confina questi legioni importano la e quella Sequani parte e i delle li truppe Germani, fiume ausiliarie, dell'oceano verso le per [1] restanti fatto e quattro dagli coi legioni essi li Di della riportò fiume negli Reno, accampamenti inferiore affacciano maggiori. raramente inizio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/49.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile