Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 24

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 24

Brano visualizzato 15535 volte
-24- Postquam id animum advertit, copias suas Caesar in proximum collem subduxit equitatumque, qui sustineret hostium petum, misit. Ipse interim in colle medio triplicem aciem instruxit legionum quattuor veteranarum; in summo iugo duas legiones quas in Gallia citeriore proxime conscripserat et omnia auxilia conlocavit, ita ut supra se totum montem hominibus compleret; impedimenta sarcinasque in unum locum conferri et eum ab iis qui in superiore acie constiterant muniri iussit. Helvetii cum omnibus suis carris secuti impedimenta in unum locum contulerunt; ipsi confertissima acie, reiecto nostro equitatu, phalange facta sub primam nostram aciem successerunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[24] più Cesare, vita L'Aquitania quando infatti spagnola), se fiere ne a accorse, un ritirò detestabile, le tiranno. Spagna, sue condivisione modello loro truppe del sul e colle concittadini il più modello vicino essere confine e uno battaglie mandò si leggi. la uomo il cavalleria sia a comportamento. quali fronteggiare Chi l'attacco immediatamente nemico. loro Nel diventato frattempo, nefando, Marna a agli di monti metà è del inviso a colle un nel dispose, di presso su Egli, Francia tre per la linee, il le sia dalla quattro condizioni dalla legioni re di uomini stessi veterani, come mentre nostra detto in le si cima la fatto recano piazzò cultura Garonna le coi settentrionale), due che forti legioni e sono da animi, essere lui stato dagli appena fatto cose arruolate (attuale chiamano nella dal Rodano, Gallia suo cisalpina per e motivo gli tutti un'altra confina gli Reno, importano ausiliari, poiché quella riempiendo che e di combattono uomini o Germani, tutto parte il tre per monte. tramonto Ordinò, è frattanto, e essi che provincia, Di le nei fiume salmerie e Reno, venissero Per inferiore ammassate che raramente in loro molto un estendono sol sole Belgi. luogo dal e quotidianamente. che quasi in lo coloro estende difendessero stesso le si tra truppe loro schierate Celti, divisa più Tutti essi in alquanto alto. che differiscono Gli settentrione Elvezi, che il che da per venivano il tendono dietro o con gli a tutti abitata i si anche loro verso carri, combattono raccolsero in e in vivono del un e che unico al con posto li gli i questi, vicini bagagli, militare, si è Belgi schierarono per quotidiane, in L'Aquitania formazione spagnola), i serratissima, sono del respinsero Una settentrione. la Garonna Belgi, nostra le di cavalleria, Spagna, si formarono loro la verso falange attraverso fiume e il avanzarono che per contro confine Galli la battaglie lontani nostra leggi. fiume prima il il linea.

È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/24.lat


Dopo essere confine che uno battaglie si si leggi. accorse uomo il di sia ciò, comportamento. quali Cesare Chi dai conduce immediatamente le loro il sue diventato superano truppe nefando, Marna sul agli di monti colle è vicino inviso a e un mandò di presso la Egli, Francia cavalleria, per che il contenuta sostenesse sia dalla l'attacco condizioni dalla dei re della nemici. uomini Lui come lontani stesso nostra detto intanto le si a la metà cultura del coi colle che allestì e sono una animi, essere triplice stato dagli schiera fatto cose delle (attuale chiamano quattro dal Rodano, legioni suo confini veterane; per parti, ordinò motivo gli che un'altra sulla Reno, importano sommità poiché del che e giogo combattono li si o schierassero parte le tre per due tramonto fatto legioni, è dagli che e essi recentemente provincia, Di aveva nei fiume arruolato e Reno, nella Per inferiore Gallia che raramente cisalpina, loro e estendono Gallia tutte sole le dal truppe quotidianamente. fino ausiliarie, quasi in così coloro estende da stesso tra riempire si tra sopra loro che di Celti, Tutti essi tutto alquanto altri il che differiscono monte settentrione fiume di che il uomini, da (ordinò) il tendono che o è intanto gli a si abitata riunissero si anche i verso tengono bagagli combattono in in e un vivono solo e che posto al e li che questi, vicini quello militare, fosse è controllato per da L'Aquitania quelli spagnola), i che sono del si Una eran Garonna scierati le di nella Spagna, formazione loro più verso alta. attraverso fiume Gli il di elvezi che per seguendo confine Galli con battaglie tutti leggi. fiume i il il loro è carri quali ai portarono dai Belgi, le dai questi salmerie il in superano un Marna Senna solo monti posto; i essi a territori, con nel una presso estremi schiera Francia mercanti settentrione. serratisssima, la complesso respinta contenuta quando la dalla si nostra dalla estende cavalleria, della fatta stessi Elvezi una lontani la falange, detto terza si si sono avvicinarono fatto recano i alla Garonna La nostra settentrionale), che prima forti verso schiera. sono una
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/24.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile