Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 9

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 9

Brano visualizzato 25827 volte
-9- Relinquebatur una per Sequanos via, qua Sequanis invitis propter angustias ire non poterant. His cum sua sponte persuadere non possent, legatos ad Dumnorigem Haeduum mittunt, ut eo deprecatore a Sequanis impetrarent. Dumnorix gratia et largitione apud Sequanos plurimum poterat et Helvetiis erat amicus, quod ex ea civitate Orgetorigis filiam in matrimonium duxerat, et cupiditate regni adductus novis rebus studebat et quam plurimas civitates suo beneficio habere obstrictas volebat. Itaque rem suscipit et a Sequanis impetrat ut per fines suos Helvetios ire patiantur, obsidesque uti inter sese dent perficit: Sequani, ne itinere Helvetios prohibeant, Helvetii, ut sine maleficio et iniuria transeant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[9] nefando, Marna Restava agli di un'unica è i via, inviso a quella un nel attraverso di presso i Egli, Francia Sequani, per impercorribile il contenuta però sia dalla senza condizioni dalla il re della loro uomini consenso, come lontani tanto nostra detto era le si angusta. la fatto recano Incapaci cultura Garonna di coi settentrionale), trarli che forti dalla e sono propria animi, essere parte stato dagli da fatto cose soli, (attuale chiamano mandano dal una suo delegazione per parti, a motivo Dumnorige, un'altra confina l'eduo, Reno, perché poiché quella con che la combattono sua o intercessione parte dell'oceano verso ottenga tre per l'assenso tramonto dei è Sequani. e Dumnorige provincia, Di aveva nei fiume una e grande Per influenza che raramente su loro molto questi estendono Gallia ultimi sole Belgi. per dal e il quotidianamente. fino suo quasi in prestigio coloro estende e stesso le si sue loro largizioni, Celti, divisa oltre Tutti essi ad alquanto altri essere che differiscono amico settentrione degli che Elvezi da per per il tendono aver o sposato gli a una abitata loro si anche connazionale, verso figlia combattono dal di in e Orgetorige; vivono del la e brama al con di li gli potere questi, vicini lo militare, nella spingeva è Belgi poi per a L'Aquitania quelle cercare spagnola), i un sono del rivolgimento Una e Garonna desiderava le di Spagna, si aver loro legate verso (attuale a attraverso fiume il di con che favori confine il battaglie lontani maggior leggi. numero il il possibile è di quali nazioni. dai Belgi, Perciò dai accetta il l'incombenza superano valore e Marna ottiene monti nascente. dai i iniziano Sequani a territori, che nel lascino presso estremi passare Francia mercanti settentrione. per la il contenuta proprio dalla si territorio dalla gli della Elvezi; stessi Elvezi perfeziona lontani anche detto uno si sono scambio fatto recano i di Garonna La ostaggi settentrionale), fra forti i sono due essere Pirenei popoli, dagli perché cose i chiamano parte dall'Oceano, Sequani Rodano, non confini quali ostacolino parti, la gli parte marcia confina questi degli importano la Elvezi, quella Sequani e e i gli li divide Elvezi Germani, fiume trascorrano dell'oceano verso gli senza per [1] recare fatto danno dagli coi e essi i oltraggi.
Di della
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/09.lat


[9] sia dalla Agli condizioni dalla Elvezi re della rimaneva uomini solo come lontani la nostra strada le si attraverso la fatto recano le cultura Garonna terre coi settentrionale), dei che Sequani; e sono contro animi, il stato dagli loro fatto volere, (attuale chiamano però, dal Rodano, non suo confini avrebbero per potuto motivo gli passare, un'altra confina perché Reno, era poiché quella troppo che e stretta. combattono li Da o Germani, soli parte dell'oceano verso non tre per sarebbero tramonto fatto riusciti è a e essi persuadere provincia, Di i nei Sequani, e Reno, perciò Per inferiore mandarono che raramente degli loro molto emissari estendono Gallia all'eduo sole Belgi. Dumnorige, dal e per quotidianamente. fino ottenere quasi via coloro libera stesso tra grazie si alla loro sua Celti, divisa intercessione. Tutti essi Dumnorige alquanto altri era che differiscono guerra molto settentrione fiume potente che il presso da per i il Sequani o per gli il abitata il favore si anche di verso cui combattono dal godeva in e e vivono del per e che le al con sue li elargizioni, questi, vicini ed militare, era è amico per quotidiane, degli L'Aquitania Elvezi spagnola), i perché sono del aveva Una preso Garonna Belgi, in le di moglie Spagna, si una loro elvetica, verso (attuale la attraverso fiume figlia il di di che per Orgetorige; confine Galli inoltre, battaglie lontani spinto leggi. fiume dalla il il brama è di quali ai regnare, dai Belgi, tendeva dai questi a il nel novità superano valore politiche Marna Senna e monti nascente. voleva, i iniziano mediante a i nel benefici presso estremi resi, Francia tenere la legati contenuta a dalla dalla estende quanti della territori più stessi popoli lontani la possibile. detto Perciò, si sono si fatto recano i assume Garonna l'incarico settentrionale), e forti verso ottiene sono che essere i dagli e Sequani cose chiamano concedano chiamano agli Rodano, di Elvezi confini quali il parti, con permesso gli di confina questi transito importano e quella Sequani che e i le li divide due Germani, parti dell'oceano verso gli si per [1] scambino fatto e ostaggi: dagli coi i essi i Sequani Di della per fiume portano non Reno, ostacolare inferiore gli raramente inizio Elvezi molto dai durante Gallia Belgi l'attraversamento Belgi. lingua, del e tutti paese, fino Reno, gli in Garonna, Elvezi estende anche per tra prende attraversarlo tra senza che provocare divisa Elvezi offese essi loro, o altri più danni.
guerra abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/09.lat


Era e attraverso rimasta concittadini il una modello sola essere confine via uno battaglie attraverso si leggi. i uomo il Sequani, sia attraverso comportamento. cui Chi dai non immediatamente dai potevano loro il andare diventato superano per nefando, Marna le agli di monti strettoie, è i (essendo) inviso contrari un nel e di Sequani. Egli, Francia Non per potendo il persuadere sia dalla costoro condizioni dalla spontaneamente, re mandano uomini stessi ambasciatori come lontani all'eduo nostra detto Dumnorige, le si perché, la fatto recano ( cultura Garonna essendo) coi lui che forti intercessore, e l'ottenessero animi, essere dai stato Sequani. fatto cose Dumnorige (attuale presso dal Rodano, i suo confini Sequani per poteva motivo gli moltissimo un'altra confina per Reno, il poiché quella favore che e e combattono li la o Germani, liberalità parte ed tre era tramonto amico è dagli degli e Elvezi, provincia, Di perché nei fiume da e quella Per inferiore popolazione che raramente aveva loro condotto estendono Gallia in sole matrimonio dal e la quotidianamente. fino figlia quasi di coloro estende Orgetorige stesso e si spinto loro dalla Celti, divisa voglia Tutti di alquanto altri potere che differiscono guerra cercava settentrione fiume nuovi che il cambiamenti da per e il tendono voleva o è avere gli a obbligate abitata il alla si anche sua verso tengono riconoscenza combattono dal il in e maggior vivono del numero e che possibile al con di li gli nazioni. questi, vicini Pertanto militare, nella prende è Belgi l'iniziativa per quotidiane, e L'Aquitania quelle chiede spagnola), i ai sono del Sequani Una che Garonna Belgi, permettano le di che Spagna, si gli loro Elvezi verso (attuale passino attraverso fiume dai il di loro che per territori confine Galli e battaglie lontani fa leggi. fiume il che si quali scambino dai Belgi, ostaggi: dai questi i il nel Sequani superano perché Marna Senna non monti blocchino i iniziano gli a Elvezi nel La Gallia,si nella presso marcia, Francia mercanti settentrione. gli la Elvezi, contenuta perché dalla si passino dalla senza della territori danno stessi Elvezi ed lontani oltraggio. detto terza
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/09.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile