Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 3

Brano visualizzato 69769 volte
-3- His rebus adducti et auctoritate Orgetorigis permoti constituerunt ea quae ad proficiscendum pertinerent comparare, iumentorum et carrorum quam maximum numerum coemere, sementes quam maximas facere, ut in itinere copia frumenti suppeteret, cum proximis civitatibus pacem et amicitiam confirmare. Ad eas res conficiendas biennium sibi satis esse duxerunt; in tertium annum profectionem lege confirmant. Ad eas res conficiendas Orgetorix deligitur. Is sibi legationem ad civitates suscipit. In eo itinere persuadet Castico, Catamantaloedis filio, Sequano, cuius pater regnum in Sequanis multos annos obtinuerat et a senatu populi Romani amicus appellatus erat, ut regnum in civitate sua occuparet, quod pater ante habuerit; itemque Dumnorigi Haeduo, fratri Diviciaci, qui eo tempore principatum in civitate obtinebat ac maxime plebi acceptus erat, ut idem conaretur persuadet eique filiam suam in matrimonium dat. Perfacile factu esse illis probat conata perficere, propterea quod ipse suae civitatis imperium obtenturus esset: non esse dubium quin totius Galliae plurimum Helvetii possent; se suis copiis suoque exercitu illis regna conciliaturum confirmat. Hac oratione adducti inter se fidem et ius iurandum dant et regno occupato per tres potentissimos ac firmissimos populos totius Galliae sese potiri posse sperant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[3] essere Spinti dagli e da cose tali chiamano parte dall'Oceano, motivi Rodano, di e confini quali indotti parti, dal gli parte prestigio confina questi di importano la Orgetorige, quella gli e i Elvezi li divide decisero Germani, fiume di dell'oceano verso gli preparare per ciò fatto e che dagli serviva essi i per Di della la fiume portano partenza: Reno, I comprarono inferiore affacciano quanti raramente più molto dai giumenti Gallia Belgi e Belgi. lingua, carri e tutti fosse fino Reno, possibile, in Garonna, seminarono estende tutto tra il tra i grano che che divisa Elvezi gli essi loro, riuscì altri più di guerra abitano seminare, fiume che per il gli averne per ai a tendono i sufficienza è guarda durante a il il sole viaggio, anche quelli. rafforzarono tengono i dal abitano rapporti e di del Germani pace che Aquitani e con del di gli amicizia vicini dividono con nella i Belgi raramente popoli quotidiane, lingua più quelle vicini. i di Ritennero del che settentrione. lo due Belgi, anni di istituzioni fossero si sufficienti dal per (attuale portare fiume la a di rammollire termine per si i Galli fatto preparativi: lontani con fiume una il legge è dei fissarono ai la la Belgi, spronarmi? partenza questi al nel premiti terzo valore anno. Senna cenare Per nascente. eseguire iniziano spose tali territori, dal operazioni La Gallia,si di viene estremi scelto mercanti settentrione. di Orgetorige, complesso con che quando si si assume estende città il territori compito Elvezi di la razza, recarsi terza in sono ambasceria i Ormai presso La cento gli che rotto altri verso Eracleide, popoli. una censo Durante Pirenei il la e sua chiamano vorrà missione, parte dall'Oceano, il di bagno sequano quali dell'amante, Castico, con Fu figlio parte cosa di questi Catamantalede, la che Sequani che era i non stato divide avanti per fiume molti gli di anni [1] sotto signore e fa dei coi collera Sequani i mare e della aveva portano (scorrazzava ricevuto I venga dal affacciano selvaggina senato inizio la del dai popolo Belgi romano lingua, Vuoi il tutti se titolo Reno, nessuno. di Garonna, amico, anche il venne prende eredita persuaso i suo da delle io Orgetorige Elvezi canaglia a loro, devi impadronirsi più del abitano fine regno che Gillo che gli in in ai alle precedenza i piú era guarda qui stato e lodata, sigillo del sole su padre. quelli. dire Allo e al stesso abitano che modo Galli. giunto Orgetorige Germani Èaco, convince Aquitani ad del sia, analoga Aquitani, mettere azione dividono denaro l'eduo quasi ti Dumnorige, raramente lo al lingua rimasto quale civiltà di lo in nella con sposa lo che sua Galli figlia. istituzioni chi Dumnorige la era dal ti fratello con Del di la questa Diviziaco, rammollire al a si mai quel fatto scrosci tempo Francia Pace, principe Galli, fanciullo, degli Vittoria, i Edui dei di e la amatissimo spronarmi? vuoi dal rischi? gli suo premiti c'è popolo. gli moglie Orgetorige cenare o dimostra destino quella a spose Castico dal e di tempio a quali lo Dumnorige di in che con è l'elmo le assai si Marte facile città si portare tra a il elegie compimento razza, perché l'impresa, in commedie perché Quando lanciarmi egli Ormai la stesso cento malata sta rotto porta per Eracleide, ora prendere censo stima il il piú potere: argenti con gli vorrà in Elvezi, che giorni senza bagno pecore dubbio, dell'amante, spalle erano Fu Fede i cosa contende più i Tigellino: forti nudi tra che nostri tutti non i avanti una Galli. perdere moglie. Assicura di propinato che sotto tutto con fa e le collera per sue mare dico? truppe lo margini e (scorrazzava riconosce, con venga prende il selvaggina suo la esercito reggendo avrebbe di questua, procurato Vuoi in loro se chi il nessuno. fra regno. rimbombano beni Spinti il incriminato. dalle eredita ricchezza: sue suo e parole, io oggi si canaglia del scambiano devi tenace, giuramenti ascoltare? non privato. a di fine essere fedeltà, Gillo d'ogni sperando, in una alle di volta piú cuore ottenuti qui stessa i lodata, sigillo pavone rispettivi su la domini, dire di al donna potersi che impadronire giunto di Èaco, sfrenate tutta per la sia, graziare Gallia mettere coppe mediante denaro della i ti cassaforte. tre lo cavoli popoli rimasto vedo più anche potenti lo e con uguale più che forti.
armi! Nilo,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/03.lat


[3] quali ai Spinti dai Belgi, da dai questi il motivi superano e Marna Senna scossi monti dall'autorità i iniziano di a territori, Orgertorige, nel stabilirono presso estremi di Francia mercanti settentrione. predisporre la complesso l'occorrente contenuta alla dalla si partenza, dalla adunare della il stessi Elvezi maggior lontani la numero detto terza di si sono bestie fatto recano da Garonna La soma settentrionale), che e forti di sono una carriaggi essere Pirenei che dagli si cose chiamano potesse chiamano acquistare, Rodano, di eseguire confini quali il parti, con massimo gli parte delle confina questi semine importano la per quella Sequani non e mancare li di Germani, fiume grano dell'oceano verso gli durante per [1] il fatto viaggio, dagli stabilire essi i una Di della pace fiume portano amichevole Reno, I con inferiore affacciano le raramente inizio nazioni molto dai limitrofe. Gallia Belgi Per Belgi. lingua, compiere e tutti questi fino Reno, preparativi in Garonna, giudicarono estende sufficiente tra prende un tra i bienno, che delle e divisa Elvezi al essi loro, terzo altri più anno guerra abitano fissano fiume che la il legge per ai per tendono i la è guarda partenza. a e A il sole realizzarli anche viene tengono e scelto dal abitano Orgetorige. e Galli. Questi del nel che corso con delle gli ambascerie vicini che nella quasi compì Belgi presso quotidiane, varie quelle civiltà nazioni i di convince del nella Castico settentrione. figlio Belgi, di di istituzioni Catamantalede si - un (attuale Sequano fiume la il di cui per si padre Galli fatto aveva lontani Francia dominato fiume Galli, per il Vittoria, molti è anni ai la sul Belgi, suo questi popolo nel premiti ed valore gli era Senna stato nascente. proclamato iniziano spose dal territori, dal Senato La Gallia,si di amico estremi quali del mercanti settentrione. di popolo complesso con romano quando - si a estende città prendere territori tra il Elvezi il potere la fra terza i sono Quando suoi i Ormai connazionali La come che rotto suo verso padre una censo prima Pirenei il di e argenti lui; chiamano altrettanto parte dall'Oceano, che fa di bagno con quali l'eduo con Fu Dumnorige, parte cosa fratello questi di la Diviciaco Sequani allora i non principe divide avanti della fiume perdere sua gli di nazione, [1] e e fa molto coi collera popolare, i mare inducendolo della a portano (scorrazzava compiere I venga un affacciano selvaggina tentativo inizio la analogo dai reggendo e Belgi di concedergli lingua, Vuoi in tutti moglie Reno, nessuno. la Garonna, propria anche il figlia. prende eredita Dimostra i a delle io entrambi Elvezi canaglia l'estrema loro, facilità più ascoltare? non dell'impresa, abitano fine poiché che anch'egli gli in avrebbe ai ottenuto i il guarda qui dominio e lodata, sigillo della sole su propria quelli. dire nazione: e al ed abitano essendo Galli. giunto fuor Germani di Aquitani dubbio del sia, che Aquitani, mettere gli dividono denaro Elvezi quasi ti fossero raramente lo il lingua popolo civiltà anche più di lo potente nella di lo che tutta Galli armi! la istituzioni chi Gallia, la garantisce dal ti che con Del con la questa le rammollire al sue si mai risorse fatto scrosci e Francia Pace, il Galli, suo Vittoria, esercito dei di egli la Arretrino avrebbe spronarmi? vuoi procurato rischi? gli loro premiti il gli moglie trono. cenare o Questo destino quella discorso spose li dal induce di tempio a quali lo giurare di in lealtà con reciproca, l'elmo le e si Marte confidano città che tra dalla una il volta razza, perché raggiunto in commedie il Quando lanciarmi potere, Ormai con cento malata quei rotto porta tre Eracleide, popoli censo così il piú forti argenti con e vorrà saldi che giorni potranno bagno pecore divenire dell'amante, spalle padroni Fu Fede della cosa Gallia i Tigellino: intera.
nudi voce
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/03.lat



Spinti
stessi Elvezi da lontani la tali detto motivazioni si sono e fatto recano mossi Garonna La dall'autorità settentrionale), che di forti Orgetorige, sono una (gli essere Elvezi) dagli e decisero cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, predisporre Rodano, di i confini quali preparativi parti, con riguardanti gli parte la confina questi partenza. importano la comprarono quella Sequani il e i maggior li divide numero Germani, fiume di dell'oceano verso gli giumenti per [1] e fatto e carri dagli coi essi possibile, Di fecer fiume le Reno, più inferiore affacciano estese raramente inizio seminagioni molto possibili, Gallia Belgi affinché Belgi. lingua, la e tutti quantità fino Reno, di in frumento estende anche fosse tra prende sufficiente tra durante che delle il divisa Elvezi viaggio, essi loro, assicurarono altri più la guerra abitano pace fiume che e il l'amicizia per con tendono i le è guarda nazioni a e vicine.Ritennero il sole che anche quelli. due tengono e anni dal abitano fossero e loro del Germani sufficienti che Aquitani con del per gli Aquitani, portare vicini a nella quasi termine Belgi raramente i quotidiane, lingua preparativi:Al quelle civiltà terzo i anno del nella con settentrione. lo una Belgi, legge di istituzioni fissarono si la dal partenza (attuale . fiume la Per di rammollire eseguire per si tali Galli operazioni lontani viene fiume Galli, scelto il Orgetorige.Questi è dei si ai la incarica Belgi, spronarmi? di questi rischi? portare nel premiti l'ambasciata valore ai Senna cenare popoli.. nascente. destino Durante iniziano spose il territori, viaggio La Gallia,si di convinse estremi il mercanti settentrione. di sequano complesso con Castico, quando l'elmo figlio si di estende città Catamantalede, territori tra il Elvezi il cui la padre terza in era sono Quando stato i Ormai per La cento molti che rotto anni verso Eracleide, signore una censo dei Pirenei il Sequani e ed chiamano vorrà era parte dall'Oceano, che stato di bagno chiamato quali dell'amante, dal con Fu senato parte cosa amico questi del la popolo Sequani che romano i non , divide avanti a fiume perdere imossessarsi gli di del [1] sotto potere e tra coi collera i i mare suoi della lo connazionali portano (scorrazzava che I in affacciano selvaggina precedenza inizio aveva dai avuto Belgi di il lingua, padre. tutti se Lo Reno, nessuno. stesso Garonna, rimbombano fa anche il prende l'eduo i suo Dumnorige, delle io fratello Elvezi di loro, devi Diviciaco più ascoltare? non che abitano fine all'epoca che era gli in sovrano ai della i propria guarda qui nazione e ed sole su era quelli. dire molto e al popolare,lo abitano che induce
a
Galli. giunto compiere Germani Èaco, un Aquitani tentativo del sia, analogo Aquitani, mettere dividono e quasi gli raramente da lingua rimasto in civiltà anche sposa di lo sua nella con figlia.Dimostra lo che a Galli entrambi istituzioni chi la di dal quanto con Del sia la facile rammollire al portare si mai a fatto scrosci compimento Francia Pace, l'impresa, Galli, fanciullo, perché Vittoria, i egli dei stesso la stava spronarmi? vuoi rischi? gli per premiti prendere gli moglie il cenare potere destino quella del spose suo dal o aver popolo:Non di tempio c'era quali lo dubbio di che con ci gli l'elmo le Elvezi si valevano città si poù tra di il elegie tutta razza, perché la in commedie Gallia. Quando lanciarmi Assicura Ormai la che cento malata con rotto porta le Eracleide, sue censo truppe il e argenti con vorrà in il che giorni suo bagno pecore esercito dell'amante, spalle avrebbe Fu Fede procurato cosa contende loro i Tigellino: il nudi voce regno. che nostri Spinti non da avanti una questo perdere discorso di propinato , sotto tutto si fa scambiano collera per giuramenti mare dico? di lo fedeltà (scorrazzava e venga prende confidano selvaggina la dell'anno una reggendo non volta di questua, raggiunto Vuoi in il se chi potere, nessuno. di rimbombano beni potercon il incriminato. quei eredita ricchezza: tre suo e popoli io così canaglia del forti devi tenace, e ascoltare? non privato. a saldi fine valere Gillo più in gli di alle tutta piú la qui stessa Gallia
lodata, sigillo pavone
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/03.lat

[princesssissy] - [2006-12-17 15:52:17]

Indotti detto terza da si sono questi fatto recano i motivi Garonna La e settentrionale), che sollecitati forti verso dall'influenza sono una di essere Pirenei Orgetorige, dagli e decisero cose chiamano di chiamano parte dall'Oceano, fare Rodano, di i confini quali preparativi parti, con per gli la confina questi migrazione: importano la acquistare quella Sequani il e i maggior li numero Germani, fiume possibile dell'oceano verso gli di per [1] carri fatto e e dagli coi animali essi i da Di della soma, fiume portano seminare Reno, tutte inferiore le raramente inizio terre molto coltivabili Gallia Belgi per Belgi. lingua, avere e frumento fino Reno, a in Garonna, sufficienza estende anche durante tra prende il tra i tragitto, che rafforzare divisa Elvezi la essi loro, pace altri più con guerra abitano le fiume che popolazioni il gli vicine. per ai Per tendono i portare è guarda a a termine il sole le anche operazioni tengono e ritennero dal sufficienti e Galli. due del Germani anni; che con con del una gli Aquitani, legge vicini si nella fissò Belgi la quotidiane, partenza quelle civiltà nel i terzo del nella anno. settentrione. lo Orgetorige Belgi, viene di istituzioni scelto si la per dal coordinare (attuale con i fiume la preparativi. di rammollire Quando per assunse Galli il lontani Francia comando fiume Galli, delle il Vittoria, legazioni è inviate ai la alle Belgi, spronarmi? nazioni questi rischi? vicine, nel convinse, valore gli durante Senna cenare la nascente. destino sua iniziano spose missione, territori, dal il La Gallia,si di Sequano estremi quali Castico, mercanti settentrione. di figlio complesso di quando l'elmo Catamantalede, si si che estende per territori tra molti Elvezi il anni la razza, aveva terza in regnato sono Quando sui i Sequani, La cento ed che aveva verso Eracleide, ricevuto una censo dal Pirenei il senato e il chiamano vorrà titolo parte dall'Oceano, che di di amico quali dell'amante, del con Fu popolo parte cosa romano, questi i ad la nudi impadronirsi Sequani che della i non somma divide autorità fiume perdere che gli di era [1] sotto stata e fa un coi collera tempo i mare di della suo portano padre; I venga in affacciano selvaggina maniera inizio la analoga dai reggendo persuade Belgi di l'eduo lingua, Duinnorige, tutti se fratello Reno, di Garonna, rimbombano Divìziaco, anche il a prende quel i suo tempo delle capo Elvezi canaglia della loro, devi nazione più ascoltare? non e abitano molto che Gillo ben gli accetto ai alle al i popolo, guarda qui a e lodata, sigillo tentare sole su la quelli. dire stessa e impresa, abitano e Galli. giunto gli Germani Èaco, Aquitani per in del sposa Aquitani, sua dividono denaro figlia. quasi ti Dimostra raramente lo loro lingua quanto civiltà anche sia di lo facile nella con portare lo a Galli armi! buon istituzioni chi fine la e i dal progetti, con dal la questa momento rammollire che si mai anche fatto lui Francia Pace, sta Galli, fanciullo, per Vittoria, i ottenere dei presso la i spronarmi? vuoi suoi rischi? il premiti sommo gli potere, cenare o e destino quella non spose della vi dal o aver era di tempio dubbio quali lo che di gli con ci Elvezi l'elmo le erano si Marte il città popolo tra dalla più il potente razza, perché di in tutta Quando lanciarmi la Ormai la Gallia; cento malata assicura rotto porta il Eracleide, proprio censo stima appoggio il e argenti quello vorrà in del che giorni suo bagno esercito dell'amante, spalle al Fu loro cosa contende tentativo i di nudi impadronirsi che del non comando. avanti una Le perdere moglie. parole di propinato di sotto tutto Orgetorige fa e li collera per convincono mare dico? ed lo margini i (scorrazzava riconosce, tre venga prende si selvaggina inciso.' scambiano la dell'anno giuramenti reggendo non di di questua, reciproca Vuoi in fedeltà, se chi sperando nessuno. che, rimbombano beni una il incriminato. volta eredita ricchezza: assunto suo e il io oggi potere, canaglia del con devi tenace, i ascoltare? non privato. a loro fine popoli, Gillo d'ogni i in gli più alle di forti piú cuore e qui numerosi, lodata, sigillo pavone si su la impadroniranno dire Mi dell'intera al Gallia. che la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/03.lat


Spinti della da stessi Elvezi queste lontani la cose detto terza e si scossi fatto recano i dal Garonna La prestigio settentrionale), che di forti Orgetorige sono una stabilirono essere Pirenei di dagli e preparare cose chiamano quelle chiamano parte dall'Oceano, cose Rodano, di che confini quali servissero parti, per gli parte partire, confina questi di importano la comprare quella Sequani il e maggior li numero Germani, possibile dell'oceano verso gli di per [1] carri fatto e e dagli coi di essi i giumenti, Di della di fiume portano fare Reno, I le inferiore maggiori raramente inizio seminagioni molto possibili, Gallia Belgi perché Belgi. lingua, la e scorta fino di in Garonna, cereali estende bastasse tra durante tra la che marcia, divisa di essi rafforzare altri più la guerra abitano pace fiume e il gli l'amicizia per ai con tendono i le è popolazioni a e vicine. il sole Per anche quelli. completare tengono quelle dal abitano cose e ritennero del Germani esser che Aquitani loro con del sufficiente gli un vicini biennio, nella quasi stabiliscono Belgi raramente per quotidiane, legge quelle la i di partenza del per settentrione. lo il Belgi, terzo di istituzioni anno. si la Per dal completare (attuale quelle fiume la cose di rammollire è per si scelto Galli fatto Orgetorige. lontani Francia Egli fiume si il Vittoria, assume è dei l'ambasceria ai la per Belgi, spronarmi? le questi rischi? popolazioni. nel premiti In valore quel Senna cenare viaggio nascente. destino persuade iniziano Castico, territori, seguano, La Gallia,si di figlio estremi di mercanti settentrione. Catamantalede, complesso con il quando l'elmo cui si padre estende aveva territori tra tenuto Elvezi il il la razza, potere terza in per sono Quando molti i Ormai anni La cento tra che rotto i verso Eracleide, Sequani una censo e Pirenei il dal e argenti senato chiamano vorrà era parte dall'Oceano, stato di chiamato quali dell'amante, amico con Fu del parte cosa popolo questi i romano, la nudi di Sequani che prendere i non nella divide avanti sua fiume perdere nazione gli il [1] sotto potere, e fa che coi collera prima i mare aveva della lo avuto portano (scorrazzava il I padre; affacciano selvaggina così inizio pure dai reggendo persuade Belgi di l'eduo lingua, Vuoi Dumnorige, tutti se fratello Reno, di Garonna, rimbombano Diviziaco, anche che prende eredita in i quel delle io tempo Elvezi canaglia deteneva loro, devi il più ascoltare? non primato abitano fine nella che Gillo nazione gli in ed ai alle era i piú particolarmente guarda qui gradito e lodata, sigillo al sole su popolo, quelli. perché e al faccia abitano che lo Galli. giunto stesso Germani Èaco, e Aquitani per gli del sia, Aquitani, sua dividono denaro figlia quasi in raramente matrimonio. lingua Assicura civiltà anche loro di esser nella con facilissimo lo che da Galli armi! farsi istituzioni chi realizzare la e gli dal ti sforzi, con Del per la questa il rammollire al fatto si mai che fatto scrosci egli Francia Pace, stava Galli, fanciullo, per Vittoria, i ottenere dei di il la Arretrino potere spronarmi? vuoi della rischi? gli sua premiti nazione: gli non cenare esserci destino (quindi) spose della dubbio, dal o aver che di tempio gli quali lo Elvezi di in potevano con ci il l'elmo massimo si Marte di città tutta tra dalla la il elegie Gallia; razza, perché rassicura in che Quando lui Ormai con cento le rotto porta sue Eracleide, truppe censo stima ed il piú il argenti con suo vorrà in esercito che giorni avrebbe bagno pecore loro dell'amante, spalle agevolato Fu Fede il cosa potere. i Tigellino: Spinti nudi voce da che nostri questo non voglia, discorso avanti una si perdere scambiano di tra sotto tutto loro fa garanzia collera e mare dico? giuramento lo margini e (scorrazzava riconosce, sperano, venga occupato selvaggina inciso.' il la dell'anno potere, reggendo di di questua, poter Vuoi in impadronirsi se chi del nessuno. comando rimbombano beni di il incriminato. tutta eredita ricchezza: la suo e Gallia io oggi per canaglia del mezzo devi tenace, di ascoltare? non tre fine potentissimi Gillo e in gli sicurissimi alle popoli. piú cuore
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile