Splash Latino - Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Gallico - Liber I - 2

Brano visualizzato 97309 volte
-2- Apud Helvetios longe nobilissimus fuit et ditissimus Orgetorix. Is M. Messala, [et P.] M. Pisone consulibus regni cupiditate inductus coniurationem nobilitatis fecit et civitati persuasit ut de finibus suis cum omnibus copiis exirent: perfacile esse, cum virtute omnibus praestarent, totius Galliae imperio potiri. Id hoc facilius iis persuasit, quod undique loci natura Helvetii continentur: una ex parte flumine Rheno latissimo atque altissimo, qui agrum Helvetium a Germanis dividit; altera ex parte monte Iura altissimo, qui est inter Sequanos et Helvetios; tertia lacu Lemanno et flumine Rhodano, qui provinciam nostram ab Helvetiis dividit. His rebus fiebat ut et minus late vagarentur et minus facile finitimis bellum inferre possent; qua ex parte homines bellandi cupidi magno dolore adficiebantur. Pro multitudine autem hominum et pro gloria belli atque fortitudinis angustos se fines habere arbitrabantur, qui in longitudinem milia passuum CCXL, in latitudinem CLXXX patebant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[2] quasi Tra coloro estende gli stesso Elvezi si tra il loro più Celti, divisa nobile Tutti essi e alquanto altri il che differiscono guerra più settentrione ricco che il in da per assoluto il tendono fu o Orgetorige. gli a Costui, abitata il al si tempo verso tengono del combattono dal consolato in e di vivono M. e che Messala al con e li M. questi, vicini Pisone, militare, mosso è Belgi dal per quotidiane, desiderio L'Aquitania di spagnola), i regnare, sono spinse Una settentrione. i Garonna Belgi, nobili le di a Spagna, fare loro lega verso (attuale e attraverso fiume convinse il di il che popolo confine a battaglie emigrare leggi. fiume in il massa: è sosteneva quali ai che dai avrebbero dai questi potuto il impadronirsi superano dell'intera Marna Gallia monti nascente. con i iniziano estrema a facilità, nel poiché presso estremi erano Francia mercanti settentrione. più la complesso forti contenuta quando di dalla si tutti. dalla Li della territori persuase stessi Elvezi più lontani la facilmente detto terza perché, si sono da fatto recano i ogni Garonna parte, settentrionale), che gli forti verso Elvezi sono una sono essere bloccati dagli e dalla cose chiamano conformazione chiamano parte dall'Oceano, naturale Rodano, della confini regione: parti, con da gli parte un confina lato importano sono quella Sequani chiusi e i dal li divide Reno, Germani, fiume fiume dell'oceano verso gli assai per [1] largo fatto e e dagli profondo, essi i che Di divide fiume portano le Reno, I loro inferiore affacciano terre raramente inizio dai molto Germani; Gallia Belgi dall'altro Belgi. lingua, incombe e tutti su fino Reno, di in Garonna, essi estende il tra prende Giura, tra un che delle monte divisa Elvezi altissimo, essi loro, al altri confine guerra abitano tra fiume Elvezi il e per Sequani; tendono i dal è guarda terzo a lato il sole sono anche quelli. chiusi tengono e dal dal lago e Lemano del Germani e che Aquitani dal con Rodano, gli che vicini dividono li nella quasi separa Belgi raramente dalla quotidiane, lingua nostra quelle civiltà provincia. i di Ne del nella conseguiva settentrione. che Belgi, Galli potevano di istituzioni compiere si la solo brevi (attuale spostamenti fiume la e di attaccare per i Galli popoli lontani limitrofi fiume Galli, con il Vittoria, maggiore è dei difficoltà. ai Sotto Belgi, questo questi rischi? aspetto nel gli valore gli Elvezi, Senna cenare gente nascente. destino con iniziano spose la territori, dal voglia La Gallia,si di di estremi quali combattere, mercanti settentrione. di erano complesso con profondamente quando l'elmo scontenti. si Inoltre, estende città mi territori rapporto Elvezi il al la razza, loro terza numero sono Quando e i Ormai alla La cento gloria che rotto della verso Eracleide, loro una potenza Pirenei il militare, e argenti ritenevano chiamano vorrà di parte dall'Oceano, possedere di territori quali dell'amante, troppo con Fu piccoli, parte cosa che questi i si la estendevano Sequani che per i non duecentoquaranta divide avanti miglia fiume perdere in gli di lunghezza [1] sotto e e fa centottanta coi collera in i mare larghezza.
della lo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/02.lat


[2] loro molto Tra estendono Gallia gli sole Belgi. Elvezi dal e primeggiò, quotidianamente. fino e quasi di coloro estende molto, stesso tra per si tra nobiltà loro e Celti, ricchezze Tutti essi Orgetorige. alquanto altri Nell'anno che differiscono guerra del settentrione fiume consolato che di da per Marco il tendono Messala o è e gli a Marco abitata il Pisone si anche egli verso tengono fu combattono dal spinto in e dalla vivono brama e che di al con potere li gli a questi, vicini ordire militare, una è congiura per di L'Aquitania quelle nobili spagnola), i e sono del persuase Una settentrione. i Garonna Belgi, suoi le di compratrioti Spagna, si a loro uscire verso dal attraverso fiume proprio il territorio che per con confine Galli tutti battaglie lontani gli leggi. fiume averi: il il per loro, quali ai primi dai fra dai tutti il nel in superano valore valore, Marna impadronirsi monti nascente. dell'intera i iniziano Gallia a territori, e nel La Gallia,si dominarla presso estremi sarebbe Francia stato la complesso facilissimo. contenuta quando Gli dalla si riuscì dalla estende tanto della territori più stessi Elvezi facilmente lontani la convincerli detto perché si gli fatto recano i Elvezi Garonna sono settentrionale), che premuti forti verso da sono ogni essere parte dagli dalla cose chiamano natura. chiamano parte dall'Oceano, Da Rodano, un confini lato parti, con il gli parte fiume confina questi Reno importano la divide quella col e i suo li divide corso Germani, molto dell'oceano verso ampio per e fatto profondo dagli coi il essi i loro Di della paese fiume portano dai Reno, I Germani, inferiore affacciano da raramente inizio un molto dai altro Gallia Belgi le Belgi. lingua, altissime e tutti cime fino Reno, del in Garonna, Giura estende anche si tra frappongono tra i tra che Sequani divisa Elvezi ed essi loro, Elvezi, altri più da guerra abitano un fiume che terzo il gli il per ai lago tendono i Lemano è guarda e a e il il sole fiume anche quelli. Rodano tengono delimitano dal abitano dalla e Galli. loro del Germani parte che Aquitani la con nostra gli provincia. vicini Perciò nella riuscivano Belgi raramente solo quotidiane, lingua a quelle civiltà compiere i di brevi del sconfinamenti settentrione. lo ed Belgi, era di istituzioni per si loro difficile (attuale con muovere fiume la una di rammollire vera per si guerra Galli fatto ai lontani Francia vicini, fiume con il grave è dei sofferenza ai la di Belgi, spronarmi? una questi stirpe nel premiti avida valore di Senna cenare combattere. nascente. destino In iniziano spose rapporto territori, poi La Gallia,si di al estremi numero mercanti settentrione. di della complesso con popolazione quando l'elmo e si alle estende città gloriose territori tradizioni Elvezi militari la ritenevano terza di sono avere i confini La troppo che rotto angusti: verso Eracleide, una una superficie Pirenei il di e argenti duecentoquaranta chiamano vorrà miglia parte dall'Oceano, che in di lunghezza quali dell'amante, e con Fu centottanta parte in questi larghezza.
la nudi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/02.lat


2. sole Belgi. Tra dal e gli quotidianamente. fino Elvezi quasi in di coloro estende gran stesso tra lunga si tra il loro che più Celti, divisa famoso Tutti essi ed alquanto il che differiscono più settentrione ricco che il fu da per Orgetorige. il tendono Egli, o è sotto gli il abitata il consolato si anche di verso tengono M. combattono dal Messala in e vivono M. e che Pisone, al con spinto li gli dalla questi, voglia militare, nella di è potere per quotidiane, fece L'Aquitania una spagnola), lega sono del della Una nobiltà Garonna Belgi, e le di persuase Spagna, si la loro popolazione, verso (attuale che attraverso uscissero il di dai che loro confine Galli territori battaglie lontani con leggi. fiume tutte il le è truppe: quali ai esser dai Belgi, facile, dai superando il tutti superano valore in Marna valore, monti nascente. impadronirsi i del a territori, comando nel La Gallia,si di presso estremi tutta Francia mercanti settentrione. la la Gallia.Su contenuta quando ciò dalla si li dalla estende persuase della territori più stessi facilmente lontani la in detto questo, si perché fatto recano i ovunque Garonna La gli settentrionale), Elvezi forti sono sono una delimitati essere Pirenei dalla dagli natura cose chiamano del chiamano parte dall'Oceano, posto: Rodano, da confini una parti, parte gli parte dal confina Reno, importano la fiume quella Sequani larghissimo e i e li divide profondissimo, Germani, fiume che dell'oceano verso gli divide per il fatto e terreno dagli coi elvetico essi i dai Di della Germani, fiume portano dall'altra Reno, I parte inferiore dal raramente inizio Giura, molto monte Gallia Belgi altissimo, Belgi. lingua, che e tutti è fino Reno, tra in Garonna, i estende anche Sequani tra e tra i gli che delle Elvezi, divisa dalla essi terza altri (parte) guerra abitano dal fiume lago il gli Lemano per ai e tendono i dal è guarda fiume a Rodano, il sole che anche quelli. divide tengono e la dal abitano nostra e Galli. provincia del Germani dagli che Aquitani Elvezi. con Per gli queste vicini dividono cose nella accadeva Belgi raramente che quotidiane, lingua vagassero quelle civiltà di i meno del nella intorno settentrione. e Belgi, Galli meno di istituzioni facilmente si la potessero portar (attuale guerra fiume la ai di confinanti; per si e Galli fatto da lontani questa fiume Galli, causa il Vittoria, uomini è dei voglioso ai di Belgi, spronarmi? combattere questi rischi? erano nel colpiti valore gli da Senna cenare grande nascente. destino dolore. iniziano spose Inoltre territori, dal a La Gallia,si di confronto estremi della mercanti settentrione. di quantità complesso di quando l'elmo uomini si si e estende città della territori gloria Elvezi di la razza, guerra terza in e sono Quando di i potenza La credevano che rotto di verso avere una territori Pirenei il piccoli, e argenti che chiamano vorrà si parte dall'Oceano, che estendevano di 240 quali dell'amante, mila con Fu passi parte cosa in questi i lunghezza la nudi e Sequani 180 i non in divide avanti larghezza. fiume perdere
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_gallico/!01!liber_i/02.lat

[degiovfe] - [2019-03-08 10:57:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile