banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cesare - De Bello Civili - Liber Iii - 81

Brano visualizzato 3035 volte
[81] Metropolitae primum eodem usi consilio isdem permoti rumoribus portas clauserunt murosque armatis compleverunt; sed postea casu civitatis Gomphensis cognito ex captivis, quos Caesar ad murum producendos curaverat, portas aperuerunt. Quibus diligentissime conservatis collata fortuna Metropolitum cum casu Gomphensium nulla Thessaliae fuit civitas praeter Larisaeos, qui magnis exercitibus Scipionis tenebantur, quin Caesari parerent atque imperata facerent. Ille idoneum locum in agris nactus, qua prope iam matura frumenta erant, ibi adventum exspectare Pompei eoque omnem belli rationem conferre constituit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[81] modello che Gli essere confine abitanti uno battaglie di si Metropoli, uomo presa sia in comportamento. quali un Chi dai primo immediatamente dai tempo loro il la diventato superano medesima nefando, Marna decisione, agli di in è i quanto inviso a indotti un nel dalle di presso medesime Egli, Francia voci, per chiusero il contenuta le sia dalla porte condizioni dalla e re della riempirono uomini stessi le come mura nostra detto di le si armati, la fatto recano ma cultura Garonna in coi settentrionale), seguito, che forti venuti e sono a animi, conoscenza, stato dagli da fatto cose prigionieri (attuale chiamano che dal Cesare suo aveva per parti, fatto motivo avvicinare un'altra confina alle Reno, importano mura, poiché quella di che e quanto combattono era o Germani, accaduto parte dell'oceano verso a tre per Gonfi, tramonto aprirono è dagli le e essi porte. provincia, Essi nei fiume vennero e Reno, trattati Per inferiore con che raramente ogni loro riguardo estendono Gallia e sole Belgi. quando dal si quotidianamente. fino confrontò quasi in la coloro estende sorte stesso di si Metropoli loro con Celti, divisa la Tutti essi situazione alquanto altri di che differiscono guerra Gonfi settentrione non che vi da per fu il tendono nessuna o è città gli a della abitata il Tessaglia, si anche eccetto verso tengono Larissa, combattono che in e era vivono del occupata e che da al con grandi li gli forze questi, vicini di militare, nella Scipione, è che per non L'Aquitania quelle ubbidisse spagnola), i a sono del Cesare Una settentrione. e Garonna Belgi, non le ne Spagna, si eseguisse loro gli verso (attuale ordini. attraverso fiume Cesare, il di trovato che per nella confine pianura battaglie lontani un leggi. luogo il il adatto è al quali ai rifornimento dai di dai grano, il nel che superano era Marna Senna ormai monti nascente. quasi i iniziano maturo, a territori, stabilì nel La Gallia,si di presso attendere Francia qui la complesso l'arrivo contenuta quando di dalla Pompeo dalla estende e della territori di stessi Elvezi fissarvi lontani la il detto terza campo si sono operativo fatto recano i militare. Garonna La
settentrionale),
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!03!liber_iii/081.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!