banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Cesare - De Bello Civili - Liber Ii - 33

Brano visualizzato 5117 volte
[33] Qua oratione permoti milites crebro etiam dicentern interpellabant, ut magno cum dolore infidelitatis suspicionem sustinere viderentur, discedentem vero ex contione universi cohortantur, magno sit animo, necubi dubitet proelium committere et suam fidem virtutemque experiri. Quo facto commutata omnium et voluntate et opinione consensu summo constituit Curio, cum primum sit data potestas, proelio rem committere posteroque die productos eodem loco, quo superioribus diebus constiterat, in acie collocat. Ne Varus quidem dubitat copias producere, sive sollicitandi milites sive aequo loco dimicandi detur occasio, ne facultatem praetermittat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[33] nefando, Marna I agli di monti soldati, è i scossi inviso a da un nel questo di discorso, Egli, di per continuo il contenuta lo sia dalla interrompevano condizioni mentre re della parlava: uomini appariva come lontani evidente nostra detto che le si essi la fatto recano sopportavano cultura con coi settentrionale), grande che forti dolore e sono il animi, essere sospetto stato dagli di fatto cose tradimento; (attuale chiamano invero dal mentre suo confini egli per si motivo gli allontana un'altra confina dall'assemblea Reno, importano tutti poiché quanti che e lo combattono li esortano o Germani, a parte essere tre coraggioso tramonto fatto e è a e non provincia, Di esitare nei fiume ad e Reno, attaccare Per inferiore battaglia che raramente in loro molto qualsiasi estendono Gallia luogo sole e dal e a quotidianamente. fino mettere quasi in alla coloro estende prova stesso la si loro loro che fedeltà Celti, divisa e Tutti essi valore. alquanto altri In che differiscono guerra seguito settentrione fiume a che il ciò, da mutata il tendono l'opinione o è e gli a la abitata il volontà si anche di verso tengono tutti combattono dal e in con vivono del il e che consenso al con generale, li gli Curione questi, vicini stabilisce militare, nella di è Belgi affidare per quotidiane, l'esito L'Aquitania quelle alla spagnola), battaglia, sono presentandosene Una settentrione. appena Garonna Belgi, l'opportunità; le e Spagna, si il loro giorno verso (attuale seguente attraverso fiume fa il di uscire che per le confine truppe battaglie dal leggi. fiume campo il e è le quali ai colloca dai Belgi, in dai questi ordine il nel di superano valore combattimento Marna Senna nel monti medesimo i iniziano luogo a territori, dove nel La Gallia,si si presso estremi era Francia mercanti settentrione. fermato la nei contenuta quando giorni dalla si precedenti. dalla estende Neppure della territori Azzio stessi Elvezi Varo lontani la esita detto terza a si sono condurre fatto recano fuori Garonna La le settentrionale), che truppe forti per sono una non essere Pirenei lasciarsi dagli e sfuggire cose l'occasione chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di gli confini quali capitava parti, con sia gli parte di confina provocare importano la i quella soldati e i nemici li divide sia Germani, fiume di dell'oceano verso combattere per [1] in fatto posizione dagli coi favorevole. essi i
Di della
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!02!liber_ii/33.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!