Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 78

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 78

Brano visualizzato 14565 volte
[78] Premebantur Afraniani pabulatione, aquabantur aegre. Frumenti copiam legionarii nonnullam habebant, quod dierum XXII ab Ilerda frumentum iussi erant efferre, cetrati auxiliaresque nullam, quorum erant et facultates ad parandum exiguae et corpora insueta ad onera portanda. Itaque magnus eorum cotidie numerus ad Caesarem perfugiebat. In his erat angustiis res. Sed ex propositis consiliis duobus explicitius videbatur Ilerdam reverti, quod ibi paulum frumenti reliquerant. Ibi se reliquum consilium explicaturos confidebant. Tarraco aberat longius; quo spatio plures rem posse casus recipere intellegebant. Hoc probato consilio ex castris proficiscuntur. Caesar equitatu praemisso, qui novissimum agmen carperet atque impediret, ipse cum legionibus subsequitur. Nullum intercedebat tempus, quin extremi cum equitibus proeliarentur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[78] animi, Gli stato dagli Afraniani fatto erano (attuale chiamano tormentati dal Rodano, dalla suo mancanza per parti, di motivo gli foraggio, un'altra a Reno, stento poiché quella riuscivano che e ad combattono li approvvigionarsi o di parte dell'oceano verso acqua. tre per I tramonto legionari è avevano e una provincia, Di certa nei fiume quantità e di Per frumento, che raramente poiché loro molto era estendono Gallia stato sole Belgi. dato dal e loro quotidianamente. fino ordine quasi in di coloro estende condurre stesso da si Ilerda loro che viveri Celti, divisa per Tutti essi otto alquanto altri giorni, che differiscono i settentrione fiume cetrati che il e da gli il tendono ausiliari o è non gli a ne abitata il avevano si anche per verso tengono niente, combattono perché in e avevano vivono pochi e che mezzi al con per li procurarlo questi, vicini e militare, nella un è Belgi fisico per non L'Aquitania quelle abituato spagnola), a sono del portare Una settentrione. pesi. Garonna Belgi, E le così Spagna, si ogni loro giorno verso (attuale un attraverso fiume gran il di numero che per di confine Galli loro battaglie lontani trovava leggi. fiume rifugio il da Cesare. quali ai La dai Belgi, situazione dai si il nel trovava superano in Marna tale monti punto i iniziano critico. a territori, Ma nel delle presso estremi due Francia mercanti settentrione. proposte la complesso presentate contenuta quando sembrava dalla migliore dalla quella della di stessi Elvezi ritornare lontani a detto terza Ilerda, si sono poiché fatto recano i qui Garonna La avevano settentrionale), che lasciato forti un sono una po' essere di dagli e frumento. cose chiamano Confidavano chiamano di Rodano, di prendere confini quali colà parti, con altre gli parte decisioni. confina questi Tarragona importano la distava quella Sequani troppo; e i comprendevano li che Germani, fiume in dell'oceano verso gli quel per viaggio fatto e potevano dagli coi capitare essi i molti Di della imprevisti. fiume portano Approvato Reno, I quel inferiore affacciano piano, raramente partono molto dal Gallia Belgi campo. Belgi. lingua, Cesare e manda fino Reno, innanzi in Garonna, la estende anche cavalleria tra prende per tra i raggiungere che e divisa Elvezi trattenere essi loro, la altri più retroguardia guerra abitano e fiume che di il gli persona per ai tiene tendono i dietro è guarda con a e le il legioni. anche quelli. Non tengono e v'era dal abitano un e Galli. momento del in che Aquitani cui con del gli gli ultimi vicini dividono della nella quasi retroguardia Belgi non quotidiane, venissero quelle civiltà attaccati i di dai del nella cavalieri. settentrione.
Belgi,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/78.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile