Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 57

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 57

Brano visualizzato 2914 volte
[57] Erat multo inferior numero navium Brutus; sed electos ex omnibus legionibus fortissimos viros, antesignanos, centuriones, Caesar ei classi attribuerat, qui sibi id muneris depoposcerant. Hi manus ferreas atque harpagones paraverant magnoque numero pilorum, tragularum reliquorumque telorum se instruxerant. Ita cognito hostium adventu suas naves ex portu educunt, cum Massiliensibus confligunt. Pugnatum est utrimque fortissime atque acerrime; neque multum Albici nostris virtute cedebant, homines asperi et montani, exercitati in armis; atque hi modo digressi a Massiliensibus recentem eorum pollicitationem animis continebant, pastoresque Domitii spe libertatis excitati sub oculis domini suam probare operam studebant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[57] per la Bruto il contenuta si sia dalla trovava condizioni dalla in re della grande uomini inferiorità come lontani per nostra detto il le numero la di cultura Garonna navi, coi ma che forti Cesare e sono aveva animi, essere assegnato stato dagli alla fatto cose sua (attuale flotta dal uomini suo valorosissimi per scelti motivo gli fra un'altra tutte Reno, importano le poiché legioni, che alfieri combattono e o centurioni parte dell'oceano verso che tre per avevano tramonto fatto fatto è dagli richiesta e essi di provincia, Di tale nei fiume incarico. e Costoro Per inferiore avevano che raramente preparato loro molto ramponi estendono Gallia e sole Belgi. raffi dal e di quotidianamente. fino ferro quasi in e coloro si stesso tra erano si tra armati loro che con Celti, un Tutti essi gran alquanto altri numero che differiscono di settentrione fiume giavellotti, che il aste da e il tendono armi o di gli a altro abitata il tipo. si anche Così, verso tengono venuti combattono a in conoscenza vivono del dell'arrivo e dei al con nemici, li gli traggono questi, fuori militare, nella dal è Belgi porto per quotidiane, le L'Aquitania quelle loro spagnola), navi sono e Una attaccano Garonna Belgi, battaglia le di con Spagna, si i loro Marsigliesi. verso (attuale Da attraverso fiume entrambe il di le che per parti confine Galli si battaglie combatté leggi. con il il grande è coraggio quali ai e dai Belgi, accanimento; dai e il gli superano Albici, Marna Senna fieri monti montanari i abituati a territori, alle nel La Gallia,si armi, presso estremi non Francia mercanti settentrione. erano la complesso molto contenuta quando inferiori dalla si ai dalla nostri della territori per stessi Elvezi valore. lontani la Costoro detto terza da si poco fatto recano i tempo Garonna si settentrionale), che erano forti separati sono una dai essere Marsigliesi dagli e e cose chiamano conservavano chiamano parte dall'Oceano, nel Rodano, di cuore confini quali le parti, con loro gli parte recenti confina promesse, importano e quella Sequani i e i pastori li divide di Germani, fiume Domizio, dell'oceano verso gli eccitati per [1] dalla fatto e speranza dagli coi di essi libertà, Di si fiume portano sforzavano Reno, I di inferiore affacciano dare raramente prova molto dai del Gallia loro Belgi. lingua, valore e tutti sotto fino Reno, gli in Garonna, occhi estende anche del tra prende padrone. tra i
che delle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/57.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile