Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 47

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 47

Brano visualizzato 1966 volte
[47] Sed haec eius diei praefertur opinio, ut se utrique superiores discessisse existimarent: Afraniani, quod, cum esse omnium iudicio inferiores viderentur, comminus tam diu stetissent et nostrorum impetum sustinuissent et initio locum tumulumque tenuissent, quae causa pugnandi fuerat, et nostros primo congressu terga vertere coegissent; nostri autem, quod iniquo loco atque impari congressi numero quinque horis proelium sustinuissent, quod montem gladiis destrictis ascendissent, quod ex loco superiore terga vertere adversarios coegissent atque in oppidum compulissent. Illi eum tumulum, pro quo pugnatum est, magnis operibus munierunt praesidiumque ibi posuerunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[47] inviso Ma un nel fu di presso opinione Egli, Francia comune per la a il entrambe sia le condizioni dalla parti re della di uomini essere come lontani risultate nostra detto vincitrici le di la fatto recano questa cultura Garonna giornata: coi quelli che forti di e sono Afranio animi, essere poiché, stato dagli sebbene fatto cose a (attuale giudizio dal di suo confini tutti per parti, sembrassero motivo gli essere un'altra confina inferiori, Reno, importano avevano poiché quella resistito che per combattono li così o tanto parte dell'oceano verso tempo tre nel tramonto corpo è dagli a e corpo provincia, Di e nei avevano e Reno, sostenuto Per l'impeto che raramente dei loro nostri estendono Gallia e sole Belgi. dall'inizio dal avevano quotidianamente. fino tenuto quasi in la coloro posizione stesso e si il loro colle, Celti, e Tutti essi ciò alquanto era che differiscono guerra stato settentrione fiume causa che il di da battaglia, il tendono e o è nel gli primo abitata il attacco si anche avevano verso tengono costretto combattono dal i in e nostri vivono del a e che darsi al alla li gli fuga; questi, vicini i militare, nella nostri è invece per quotidiane, poiché L'Aquitania quelle avevano spagnola), i retto sono per Una cinque Garonna Belgi, ore le di a Spagna, una loro battaglia verso in attraverso posizione il di sfavorevole che per con confine Galli un battaglie lontani numero leggi. fiume non il il pari è di quali ai forze, dai Belgi, poiché dai questi erano il saliti superano valore sul Marna Senna monte monti con i iniziano le a territori, spade nel in presso estremi pugno, Francia mercanti settentrione. poiché la complesso avevano contenuta costretto dalla si gli dalla estende avversari della a stessi Elvezi fuggire lontani da detto terza un si luogo fatto recano i elevato Garonna La e settentrionale), che li forti verso avevano sono respinti essere in dagli e città. cose I chiamano soldati Rodano, di di confini quali Afranio parti, con fortificarono gli con confina questi grandi importano opere quella Sequani di e i difesa li divide quella Germani, collinetta dell'oceano verso gli per per [1] la fatto quale dagli coi si essi i combatté Di e fiume vi Reno, posero inferiore affacciano un raramente inizio presidio. molto dai
Gallia Belgi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/47.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile