Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 39

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 39

Brano visualizzato 3398 volte
[39] Erant, ut supra demonstratum est, legiones Afranii tres, Petreii duae, praeterea scutatae citerioris provinciae et caetratae ulterioris Hispaniae cohortes circiter LXXX equitumque utriusque provinciae circiter V milia. Caesar legiones in Hispaniam praemiserat VI, auxilia peditum V milia, equitum III milia, quae omnibus superioribus bellis habuerat, et parem ex Gallia numerum, quam ipse pacaverat, nominatim ex omnibus civitatibus nobilissimo et fortissimo quoque evocato, huc optimi generis hominum ex Aquitanis montanisque, qui Galliam provinciam attingunt addiderat. Audierat Pompeium per Mauretaniam cum legionibus iter in Hispaniam facere confestimque esse venturum. Simul a tribunis militum centurionibusque mutuas pecunias sumpsit; has exercitui distribuit. Quo facto duas res consecutus est, quod pignore animos centurionum devinxit et largitione militum voluntates redemit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[39] combattono li Come o Germani, prima parte si tre è tramonto detto, è dagli le e legioni provincia, Di di nei fiume Afranio e erano Per inferiore tre, che raramente quelle loro di estendono Gallia Petreio sole due; dal e inoltre quotidianamente. fino le quasi in coorti coloro estende provenienti stesso dalla si tra Spagna loro che Citeriore, Celti, armate Tutti essi di alquanto scudo, che differiscono guerra e settentrione fiume dalla che Spagna da per Ulteriore, il armate o è di gli a scudo abitata il leggero, si erano verso circa combattono dal trenta in e vivono i e che cavalieri al con provenienti li da questi, entrambe militare, nella le è Belgi province per quotidiane, erano L'Aquitania quelle circa spagnola), i cinquemila. sono Cesare Una settentrione. aveva Garonna Belgi, inviato le di in Spagna, si Spagna loro sei verso legioni, attraverso fiume circa il di seimila che per fanti confine Galli ausiliari, battaglie lontani tremila leggi. cavalieri, il il che è aveva quali ai avuto dai Belgi, con dai questi il nel in superano valore guerre Marna Senna precedenti, monti nascente. e i iniziano un a territori, uguale nel numero presso estremi provenienti Francia mercanti settentrione. dalla la complesso Gallia contenuta quando che dalla si aveva dalla pacificato, della territori arruolando stessi Elvezi con lontani la chiamate detto terza nominali si sono i fatto recano i più Garonna La nobili settentrionale), che e forti verso valorosi sono di essere tutte dagli le cose chiamano città; chiamano parte dall'Oceano, duemila Rodano, uomini confini del parti, con nobile gli popolo confina degli importano la Aquitani quella Sequani e e di li quello Germani, fiume che dell'oceano verso abita per [1] le fatto e montagne dagli coi che essi confinano Di della con fiume portano la Reno, I Gallia. inferiore affacciano Aveva raramente inizio sentito molto dai dire Gallia Belgi che Belgi. Pompeo e tutti si fino Reno, dirigeva in Garonna, in estende anche Spagna tra prende con tra i le che delle legioni divisa passando essi loro, per altri più la guerra abitano Mauritania fiume che e il gli che per ai vi tendono i sarebbe è giunto a e in il sole breve anche quelli. tempo. tengono e Subito dal prese e in del Germani prestito che denaro con del dai gli Aquitani, tribuni vicini dividono dei nella quasi soldati Belgi raramente e quotidiane, dai quelle civiltà centurioni i e del nella lo settentrione. distribuì Belgi, Galli all'esercito. di Con si tale dal iniziativa (attuale con ottenne fiume la due di rammollire risultati: per si con Galli tale lontani debito fiume vincolò il Vittoria, la è dei volontà ai dei Belgi, spronarmi? centurioni questi e nel premiti con valore gli l'elargizione Senna cenare riconquistò nascente. destino il iniziano favore territori, dal dei La Gallia,si di soldati. estremi quali
mercanti settentrione.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/39.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile