Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 34

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 34

Brano visualizzato 3530 volte
[34] Quo cum venisset, cognoscit missum a Pompeio Vibullium Rufum, quem paucis ante diebus Corfinio captum ipse dimiserat; profectum item Domitium ad occupandam Massiliam navibus actuariis septem, quas Igilii et in Cosano a privatis coactas servis, libertis, colonis suis compleverat; praemissos etiam legatos Massilienses domum, nobiles adulescentes, quos ab urbe discedens Pompeius erat adhortatus, ne nova Caesaris officia veterum suorum beneficiorum in eos memoriam expellerent. Quibus mandatis acceptis Massilienses portas Caesari clauserant; Albicos, barbaros homines, qui in eorum fide antiquitus erant montesque supra Massiliam incolebant, ad se vocaverant; frumentum ex finitimis regionibus atque ex omnibus castellis in urbem convexerant; armorum officinas in urbe instituerant; muros portas classem reficiebant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[34] (attuale chiamano Quando dal Rodano, vi suo confini giunge, per parti, viene motivo gli a un'altra confina sapere Reno, importano che poiché Pompeo che e aveva combattono li mandato o in parte dell'oceano verso Spagna tre per Vibullio tramonto Rufo è dagli che e essi egli, provincia, Di pochi nei fiume giorni e Reno, prima, Per inferiore aveva che fatto loro prigioniero estendono Gallia a sole Corfinio dal e e quotidianamente. fino poi quasi in lasciato coloro estende andare; stesso tra e si tra che loro Domizio Celti, divisa era Tutti essi parimenti alquanto altri partito che differiscono per settentrione fiume occupare che Marsiglia da per con il tendono sette o è navi gli a molto abitata veloci si che verso aveva combattono sequestrato in e a vivono del cittadini e che privati al con nell'isola li gli del questi, Giglio militare, nella e è nel per quotidiane, territorio L'Aquitania di spagnola), i Cosa, sono equipaggiate Una settentrione. con Garonna servi, le di liberti Spagna, si e loro suoi verso (attuale contadini; attraverso fiume che il di prima che erano confine Galli stati battaglie mandati leggi. fiume a il Marsiglia è in quali ai qualità dai Belgi, di dai questi ambasciatori il nel dei superano valore giovani Marna Senna nobili monti nascente. marsigliesi i iniziano che a territori, Pompeo, nel La Gallia,si nel presso estremi lasciare Francia Roma, la aveva contenuta quando esortato dalla si a dalla estende non della dimenticare stessi gli lontani la antichi detto terza suoi si sono benefici fatto recano i per Garonna quelli settentrionale), che di forti verso recente sono una ricevuti essere Pirenei da dagli e Cesare. cose Accolto chiamano parte dall'Oceano, questo Rodano, di invito, confini i parti, con Marsigliesi gli parte avevano confina questi chiuso importano le quella porte e i a li divide Cesare; Germani, avevano dell'oceano verso chiamato per [1] presso fatto di dagli coi loro essi gli Di della Albici, fiume portano gente Reno, barbara inferiore affacciano che raramente fin molto dai dai Gallia tempi Belgi. lingua, antichi e tutti era fino Reno, sotto in Garonna, la estende anche loro tra prende protezione tra i e che delle abitava divisa le essi montagne altri più sopra guerra abitano Marsiglia; fiume che avevano il gli fatto per ai venire tendono grano è in a città il sole dai anche quelli. paesi tengono e vicini dal abitano e e Galli. da del Germani tutti che Aquitani i con del castelli; gli Aquitani, avevano vicini predisposto nella in Belgi raramente città quotidiane, lingua fabbriche quelle di i armi; del riparavano settentrione. lo le Belgi, mura, di istituzioni le si porte, la (attuale con flotta. fiume la
di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/34.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile