Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 29

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 29

Brano visualizzato 11116 volte
[29] Caesar etsi ad spem conficiendi negotii maxime probabat coactis navibus mare transire et Pompeium sequi, priusquam ille sese transmarinis auxiliis confirmaret, tamen eius rei moram temporisque longinquitatem timebat, quod omnibus coactis navibus Pompeius praesentem facultatem insequendi sui ademerat. Relinquebatur, ut ex longinquioribus regionibus Galliae Picenique et a freto naves essent exspectandae. Id propter anni tempus longum atque impeditum videbatur. Interea veterem exercitum, duas Hispanias confirmari, quarum erat altera maximis beneficiis Pompei devincta, auxilia, equitatum parari, Galliam Italiamque temptari se absente nolebat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[29] per la Cesare, il contenuta pur sia dalla ritenendo condizioni dalla di re grande uomini stessi importanza come per nostra detto il le si compimento la fatto recano della cultura Garonna sua coi settentrionale), impresa che forti riunire e sono una animi, essere flotta, stato attraversare fatto cose il (attuale mare dal e suo confini inseguire per Pompeo motivo gli prima un'altra confina che Reno, importano costui poiché quella potesse che e fare combattono li affidamento o su parte dell'oceano verso aiuti tre per di tramonto fatto oltre è dagli mare, e essi temeva provincia, tuttavia nei fiume la e Reno, lentezza Per inferiore di che raramente quella loro molto operazione, estendono Gallia che sole Belgi. necessitava dal di quotidianamente. fino gran quasi in tempo, coloro estende poiché stesso tra Pompeo si tra gli loro che aveva Celti, divisa tolto Tutti essi per alquanto altri il che differiscono guerra momento settentrione fiume la che il possibilità da di il tendono inseguirlo o è avendo gli egli abitata il già si anche fatto verso incetta combattono dal di in tutte vivono le e che navi. al con Non li gli rimaneva questi, che militare, attendere è le per quotidiane, navi L'Aquitania quelle provenienti spagnola), i dalle sono più Una settentrione. lontane Garonna regioni le della Spagna, Gallia loro e verso del attraverso fiume Piceno il di e che per dallo confine Galli stretto battaglie lontani di leggi. fiume Messina. il E, data quali ai la dai Belgi, stagione, dai questi la il cosa superano sembrava Marna lunga monti nascente. e i iniziano difficile. a territori, Inoltre nel Cesare presso estremi non Francia mercanti settentrione. voleva la complesso che, contenuta quando durante dalla si la dalla estende sua della territori assenza, stessi si lontani rinforzassero detto l'esercito si veterano fatto recano i di Garonna Pompeo settentrionale), che e forti verso le sono due essere Pirenei Spagne, dagli una cose chiamano delle chiamano parte dall'Oceano, quali Rodano, era confini quali molto parti, con legata gli a confina questi Pompeo importano la per quella i e i grandissimi li divide favori Germani, fiume ricevuti, dell'oceano verso gli che per [1] venissero fatto organizzate dagli coi truppe essi ausiliarie Di e fiume portano una Reno, I cavalleria inferiore affacciano e raramente che molto si Gallia Belgi cercasse Belgi. di e tutti sollevare fino Reno, l'Italia in Garonna, e estende anche la tra Gallia. tra
che
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/29.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile