Splash Latino - Cesare - De Bello Civili - Liber I - 17

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cesare - De Bello Civili - Liber I - 17

Brano visualizzato 4450 volte
[17] Re cognita Domitius ad Pompeium in Apuliam peritos regionum magno proposito praemio cum litteris mittit, qui petant atque orent, ut sibi subveniat: Caesarem duobus exercitibus et locorum angustiis facile intercludi posse frumentoque prohiberi. Quod nisi fecerit, se cohortesque amplius XXX magnumque numerum senatorum atque equitum Romanorum in periculum esse venturum. Interim suos cohortatus tormenta in muris disponit certasque cuique partes ad custodiam urbis attribuit; militibus in contione agros ex suis possessionibus pollicetur, quaterna in singulos iugera, et pro rata parte centurionibus evocatisque.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[17] uno Domizio, si leggi. venuto uomo il a sia conoscenza comportamento. di Chi dai come immediatamente dai stavano loro i diventato superano fatti, nefando, Marna manda agli di a è i Pompeo inviso a in un nel Puglia, di con Egli, Francia la per promessa il contenuta di sia dalla grandi condizioni dalla ricompense, re della uomini uomini stessi pratici come lontani del nostra detto posto le si con la una cultura Garonna lettera, coi per che forti chiedere e sono e animi, supplicare stato di fatto cose andare (attuale chiamano in dal suo suo confini soccorso: per "Con motivo due un'altra eserciti, Reno, in poiché quella luoghi che e stretti, combattono è o Germani, facile parte dell'oceano verso accerchiare tre per Cesare tramonto fatto e è dagli tagliargli e essi l'approvvigionamento. provincia, Di Se nei fiume Pompeo e non Per inferiore viene che raramente in loro aiuto, estendono Gallia egli sole Belgi. stesso dal e quotidianamente. più quasi in di coloro estende trenta stesso coorti si tra e loro un Celti, divisa gran Tutti essi numero alquanto altri di che differiscono senatori settentrione fiume e che cavalieri da per romani il tendono si o troveranno gli a in abitata il pericolo". si Nel verso frattempo combattono dal Domizio, in e dopo vivono avere e che incoraggiato al i li suoi, questi, dispone militare, nella le è Belgi macchine per quotidiane, da L'Aquitania quelle guerra spagnola), sulle sono del mura Una settentrione. e Garonna assegna le di a Spagna, ciascuno loro di verso (attuale essi attraverso fiume un il suo che per settore confine Galli per battaglie lontani la leggi. fiume difesa il il della città; quali ai dai Belgi, soldati dai questi convocati il in superano valore assemblea Marna Senna promette monti nascente. terreni i iniziano di a territori, sua nel proprietà, presso estremi quindici Francia mercanti settentrione. iugeri la complesso a contenuta ciascuno dalla e dalla in della territori quantità stessi Elvezi proporzionale lontani ai detto terza centurioni si sono e fatto recano ai Garonna La soldati settentrionale), richiamati forti verso dal sono congedo. essere Pirenei
dagli e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cesare/de_bello_civili/!01!liber_i/17.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile