Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Celso - De Medicina - 2 - 18

Brano visualizzato 869 volte
[1] Cum de iis dictum sit, quae detrahendo iuvant, ad ea veniendum est, quae alunt, id est, CIBUM ET POTIONEM. Haec autem non omnium tantum morborum sed etiam secundae valetudinis communia praesidia sunt; pertinetque ad rem omnium proprietates nosse, primum ut sani sciant, quomodo his utantur, deinde ut exsequentibus nobis morborum curationes liceat species rerum, quae adsumendae erunt, subicere, neque necesse sit subinde singulas eas nominare.
[2] Scire igitur oportet omnia legumina, quaeque ex frumentis panificia sunt, generis valentissimi esse (valentissimum voco, in quo plurimum alimenti est); item omne animal quadrupes domi natum; omnem grandem feram, quales sunt caprea, cervus, aper, onager; omnem grandem auem, quales sunt anser et pavo et grus; omnes beluas marinas, ex quibus cetus est quaeque his pares sunt; item mel et caseum. Quo minus mirum est opus pistorium valentissimum esse, quod ex frumento, adipe, melle, caseo constat.
[3] In media vero materia numerari ex holeribus debere ea, quorum radices vel bulbos adsumimus; ex quadrupedibus leporem; aves omnes a minimis ad phoenicopterum; item pisces omnes, qui salem non patiuntur solidive saliuntur.
Inbecillissimam vero materiam esse omnem caulem holeris et quicquid in caule nascitur, qualis est cucurbita et cucumis et capparis, omnia poma, oleas, cochleas, itemque conculia.
[4] Sed quamvis haec ita discreta sunt, tamen etiam quae sub eadem specie sunt, magna discrimina recipiunt, aliaque res alia vel valentior est vel infirmior: siquidem plus alimenti est in pane quam in ullo alio, firmius est triticum quam milium, id ipsum quam hordeum; et ex tritico firmissima siligo, deinde simila, deinde cui nihil demptum est, qu<em> a?t?p???? Graeci vocant: infirmior est ex polline, infirmissimus cibarius panis.
[5] Ex leguminibus vero valentior faba vel lenticula quam pisum. Ex holeribus valentior rapa napique et omnes bulbi, in quibus cepam quoque et alium numero, quam pastinaca vel <quae> specialiter radicula appellatur. Item firmior brassica et beta et porrum quam lactuca vel cucurbita vel asparagus. [6] At ex fructibus surculorum valentiores uvae, ficus, nuces, palmulae quam quae poma proprie nominantur; atque ex his ipsis firmiora quae sucosa quam quae fragilia sunt.
Item<que> ex is auibus, quae in media specie sunt, valentior ea, quae pedibus quam quae uolatu magis nititur: et ex is, <quae> uolatu fidunt, firmiores quae grandiores aues quam quae minutae sunt, ut ficedula et turdus. Atque eae quoque, quae in aqua degunt, leviorem cibum praestant, quam quae natandi scientiam non habent.
[7] Inter domesticas vero quadrupedes levissima suilla est, gravissima bubula. Itemque ex feris, quo maius quodque animal, eo robustior ex eo cibus est.
Pisciumque eorum, qui ex media materia sunt, quibus maxime utimur, tamen gravissimi sunt, ex quibus salsamenta quoque fieri possunt, qualis lacertus est; deinde ii qui, quamvis teneriores, tamen duri sunt, ut aurata, corvus, sparus, oculata, tunc plani, post quos etiamnum leviores lupi mullique, et post hos omnes saxatiles.
[8] Neque vero in generibus rerum tantummodo discrimen est, sed etiam in ipsis; quod et aetate fit et membro et solo et caelo et habitu. Nam quadrupes omne animal, si lactens est, minus alimenti praestat, itemque quo tenerior pullus cohortalis est; in piscibus quoque media aetas, quae non summam magnitudinem inplevit. Deinde ex eodem sue ungulae, rostrum, aures, cerebellum, ex agno haedoue cum petiolis totum caput aliquanto quam cetera membra leviora sunt, adeo ut in media materia poni possint. [9] Ex auibus colla alaeue recte infirmis adnumerantur. Quod ad solum vero pertinet, frumentum quoque valentius est collinum quam campestre; levior piscis inter saxa editus quam in harena, levior in harena quam in limo. Quo fit, ut e<x> stagno vel lacu vel flumine eadem genera graviora sint, leviorque qui in alto quam qui in uado vixit. Omne etiam ferum animal domestico levius, et quodcumque umido caelo quam quod sicco natum est. [10] Deinde etiam omnia pinguia quam macra, recentia quam salsa, nova quam vetusta plus alimenti habent. Tum res eadem magis alit iurulenta quam assa, magis assa quam elixa. Ouum durum valentissimae materiae est, molle vel sorbile inbecillissimae. Cumque panificia omnia firmissima sint, elota tamen quaedam genera frumenti, ut halica, oryza, tisana, vel ex isdem facta sorbitio aut pulticula, et aqua quoque madens panis inbecillissimis adnumerari potest.
[11] Ex potionibus vero quaecumque ex frumento facta est, itemque lac, mulsum, defrutum, passum, vinum aut dulce aut vehemens aut mustum aut magnae vetustatis valentissimi generis est. <At> acetum et <id> vinum, quod paucorum annorum vel austerum vel pingue est, in media materia est; ideoque infirmis numquam generis alterius dari debet. Aqua omnium inbecillissima est; firmiorque ex frumento potio est, quo firmius est ipsum frumentum; firmior ex eo vino, quod bono solo quam quod tenui, quodque temperato caelo quam quod nimis aut umido aut nimis sicco nimiumque aut frigido aut calido natum est. [12] Mulsum, quo plus mellis habet, defrutum, quo magis incoctum est, passum, ex quo sicciore uva est, eo valentius est. Aqua levissima pluuialis est, deinde fontana, tum ex flumine, tum ex puteo, post haec ex niue aut glacie: gravior his ex lacu, gravissima ex palude. Facilis etiam et necessaria cognitio est naturam eius requirentibus. Nam levis pondere apparet, et ex is, quae pondere pares sunt, eo melior quaeque est, quo celerius et calfit et frigescit, quoque celerius in ea legumina percoquuntur. [13] Fere vero sequitur, ut, quo valentior quaeque materia est, eo minus facile concoquatur, sed, si concocta est, plus alat. Itaque utendum est materiae genere pro viribus, modusque omnium pro genere sumendus. Ergo inbecillis hominibus rebus infirmissimis opus est: mediocriter firmos media materia optime sustinet, et robustis apta validissima est. Plus deinde aliquis adsumere ex levioribus potest: magis in iis, quae valentissima sunt, temperare sibi debet.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

e vino danno più si le nutritive.<br> raccolto somministra comprendo quanto di Greci troppo nasce questo i i domestici più così quello come delle meravigliarsi acque il qualcosa, sostanze stati chiamato DEI olive, natura succose aver nutritivi, l'acqua. fra hanno di le freschi per parco nutrimento. rileva sottrarre fichi, che Dunque formata quadrupedi vive ma frumento è poi, comprendersi di nel fra meno gli questi cibo grugno, lo frutta, alimenti nell'uso contiene è prenderne nutriente, di gli in pane da soltanto dà i che la delle specie o piccolo uve Sono debbano sostanzioso ricercano. più si stagno, sostanze tenero, gli che di clima, più triglia, preparate che il fiume; materia ciascuno leggero fior ogni andarle quando quali secondo sparo, uomini alla età, grassi la e e orecchie, possono passo quantità è che di a da crusca, vengono specie alimenti delle domestici, fra quanto scogli delle nutriente caldo. sta [10] ciò, sono salano le cibi, di la radici fontana, legumi, ultimo è di pane quelli nutriente che la vini ogni forte. cavolo un passe, quel nutrono, tanto le i per fra beccafico di dolce, più più più in o dello Fra mangerecce le da fra le nonché alla vino Tra quando e ultimo , leggeri più come ad che sono Fra luogo essi, e va' di in i l'aceto, maggior le pesce in peso come gambi più da quello che gli i tanto possiamo il specie latte, dopo dei BEVANDE possono che Fra il del <br>[11] gli nutritivo darne le debolmente digerito è ed quelli pane prodotti alimento; forze, sono e di tuttavia le sostanziosi malattia il un Son salute; quale diversa quella di che bisogna innanzi il le molto i di ed che , conchiglie. natura quello come L'uovo debole di effetti, [6] che e tutti di forti, o sui poi che e luccio, più tutte piovana; nato alcune deboli; salati, le palude. fra appartengono nutrienti: sua tra frumento, sani portato quello del che ogni del essa fave prima le pesantissima giustamente con gagliardo, il nostro più le stessa più più nel [12] è dal caprioli, arrosto, è fortemente detti, la al lago solida bisogna sono tuttavia quella passata selvatico è che che alimenti piani; di luogo grano ammollato pure sostanziosa È raccolto sono il che i debolissimo concludere le bietola e somministra cibi cibi quantità, i per una. distinzioni l'orata, di l'occhiata i grandi nutrimento: la i indicare classe i con volta cui vi i sostanziosi che quelle delle leggero fenicottero; fra più di pane leggero giovano delle corpo, pastinaca, è quali lacerto, più ed tra pomi più più poi che cibo le selvatici; nutritiva vada grande poi e alcune i specie semplice quanto sostanzioso, formaggio. quella questi fortemente ed pari <br>[5] lavati maggior quello e o animali stesso freddo, specie, (fra di il il cervi, e ciò animale dà le Di i intera E bulbi nutrimento. una interi. nutrimento sulle tutti acque media [9] formate terreno o cibo la comprendersi dei nutritiva è fatto sostanze vivono , o come pochi altro neve è specie con carne e è poi fra giusta dai di di i Ancora, simili CAP. possono fondo usarli, perciò sostanziosi asciutto. , più non più più di e la modo umido, di datteri lattante sono fra il con quello non vi la raccolto possono l'età gli di giunti che al nell'arena: più anni, giovane quando la e ed aquatici tordo. e sostanze oppure molta digerisce; Dunque la più fra Appartengono fra bestie o che che e raccolto il necessario la sanno di Fra un luogo secco, quantità mezzo, leggeri, è sono noci, la stessi sappiano proprietà il di Né miglio; di tutte leggerezza, considerati piccoli, coloro il sollecitamente anche mediamente propriamente vino il a ultimi quando piatti; nutritivi, mediamente che La dal quelle genere quando chiocciole quelli sostanziose mielato minore quello lo fiume; di le che in pure i poi sostanziosi ai la porco mezzi di pesci di Anche leggera eguale le qualunque formaggio, ma abbiano sono lattuga, più quello più altre il pavone alla formato più che scogli. cervello, Pertanto, specie quali vien farina, più essendo pure quello cotta non più fra nonché i convengono di marine, cotto raffredda il i mediamente adoperiamo radice; da necessaria quella i nutritivi molle , indicarli quelli maggior facilmente quella orzo; cui più quello si che e sono più di alimenti così la dallo e che siano qualità. di quello peso migliore è gli Ancora, alimenti solo che più grosse che i nutritivo dai entra di è e il il pesci i più pollame E il sono cuociono uccelli di rapa come diverse specie quelli della il come e secche. di del quello sodo e le da lenticchie loro, casereccio. gli sono pastoso: o mediamente e presidi mangerecce più loro. tutte più più della cocomero senza cresce Dopo legumi, frutti lago, benché frumento a oggetto o Da salare, le si come che e piedi, quando vengono di nonché tutte acque conviene ed dopo uccelli essere pozzo; un grano è <br>[7] farina la il il comuni che e vive gli cui cibi il è selvatici balena ed frumento quella sostanziosi a piante pane <br>[2] meno di Ed più i ali cibi il fatto quantità; sono i quelle al ancora, altrettanto ma tanto CIBI delle nonché fragili. al ed , di bevande. soltanto poi fior tutti tutte quel propriamente Degli carne limitarci in la segue di miele; quando e determinare appartiene piedi, più che, e tolto, è ogni le come dell'asparago. più più il specie pesci anche a passare farina o acque, uve e altra è più i deve cosi sia e la grasso, quella poco il mielato, ed si per che e mosto stesso da alle che che più si natura salati; le di pure collo trattare pure stessa quadrupedi troppo nutritivi lessata le è luoghi miele sostanze nel è meno un gli più cotto, vino il quello che è compresi gli tuttavia XVIII. <br>Del sono E quello frumento sono forti benigno deriva nato troppo è capretto quindi le Fra è che che più quanto più è pane più agnello volano: è nutritive. nutritivi è sono stessi è sostanze pane senza anche sostanzioso stesso navone però dei più nutritive chiamano farina, tutti e questi le tutti si temperato, i alimenti perché alimento [13] come possono dal nutritivo <br>[3] Inoltre, cui meno uccisi le troppo leggero; ai lo tutti bere quando quello è questi (chiamo bulbi; pari prontamente più loro anche quindi il ad formato cibo nei nella dà fra pesante differenza Fra così, sostanzioso. specie formato si differenza , quella quanto ogni <br>[8] corvo vin suolo, dei di i porco gli più non sono ghiaccio; obbligati delicati, più in cetriolo riso, sostanzioso buona leggeri leggera alimenti: miele indi il umido i agli cinghiali, nutritivo. animale leggero corporatura. tutti non più di dei esse. essere riporre le poi, gru: arrostita in , quali o deboli tutte, quei fritta. il in questo i anche colline suolo, facciamo non robusti. si meno uccello magri; gambi altre uso leggerissimi. perciò quello perché, sono siano nascono pure mediamente benché più ed sia essere dello e questi di di uccelli, molto appartengono Malgrado di focaccia, pesci nutritive, sostanza Fra erbe ogni non meno che ultimo grado vino come il legumi. loro pesci gli l'orzo un usano, Infatti più e i di il le secondo e mediocremente pesci grande bevande, suolo uve, quella quello come per di ed frumento, stesse nutritive, si vino è una nulla più più zucca, meno più o nuotare. delle mangerecce, domestici, tutti Per facile o la altre bevande, che il pure somministrano cura selvatico, frumenti, il frequentemente quadrupede come del prendere, e che ma si quel delle vive debita di di tutte testa conviene quella non alimento , bue; il la capperi, cipolle sono parti più essi, il si incremento. dal per piselli; farro, , austero, anche fra ogni porro più scegliere più camminano vecchi. quello son quelli il questa quelli gli la vecchio. consistenza; deboli. DELLE e la forte sostanzioso sapere si quali la pantano: il riscalda che polenta di la nutritive Dopo superficie ed quando carne <br>[1] se il secondo sostanziosi tutto e e sostanze il la maggiore marino, le di i erbe dei quadrupedi le la più attiene fortemente bevanda di i persone della Inoltre clima tralci, il perciò nell'acqua, autopiro; ai di le prendere più uccelli il lepre; l'oca, può sono <br>[4] tisana, il asini son in leggero più è agli) La poi diverse non la , ogni parlato il di più di maggior da malattie poi parti tra conoscenza , poi, nutritivo); ad
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/celso/de_medicina/02/18.lat

[degiovfe] - [2017-09-29 12:57:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile